Teatro Out Off (Milano): ecco la nuova stagione 2019/2020

Diverse sono le novità e molte le conferme nel segno di una continuità artistica e di impegno sulla contemporaneità

0
236

Teatro Out OffAL DI LÀ DEI MURI

La stagione di un teatro risente dell’attualità, e come non potrebbe! ma anche delle coincidenze, degli incontri, a volte casuali, ma soprattutto di un discorso che si articola nel tempo e continua quello che si è iniziato negli anni precedenti e che rappresenta un impegno e una vocazione: un progetto per continuare a ridefinire il teatro e cercare, attraverso l’arte e la cultura di abbattere quei muri che ci dividono non solo fisicamente.

In questo senso va vista la riflessione che vogliamo proporre attraverso il progetto teatrale di Maurizio Schmidt sui trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, non solo una rievocazione storica, ma anche una metafora contro ogni barriera che divide e separa.

L’out off ha segnato un solco profondo nel teatro, dopo essere stato pioniere della sperimentazione e della trasversalità dell’arte negli anni 70/80, successivamente ha articolato un percorso originale sulla nuova drammaturgia e poi, soprattutto con la presenza del regista stabile Lorenzo Loris, ha condotto una ricerca sugli autori che hanno rinnovato la scena e il linguaggio contemporaneo e sulle risonanze della letteratura nel teatro.

Una definizione sintetica di questa 44a stagione potrebbe essere “impegno, tradizione e innovazione nel contemporaneo” perché in tutti i progetti c’è una piccola dose, magari in parti diverse, di questi ingredienti.

L’impegno riguarda la presenza vigile, attiva e consapevole all’interno della società, nella difesa e nel ricordo di quanto ci è costato e ci costa abbattere i muri, sconfiggere tabù, riflettere sulla storia, e soprattutto sulle piccole e grandi tragedie che ci riguardano; la tradizione è come un’ancora, un punto saldo a cui tornare per non smarrirsi. E’ la nostra identità come individui, ma anche il punto di vista di una comunità che ha radici culturali, sociali e politiche. L’innovazione invece è l’attitudine a uno sguardo disincantato sul mondo, sta nella curiosità, nel cercare di capire nuovi modi di pensare, nuovi linguaggi, al di là delle mode, al di là delle convenienze, per andare sempre oltre e migliorare il rapporto con la verità e la bellezza.

Per tutti questi fattori l’ambito di applicazione è il contemporaneo, perché il teatro è qualcosa di vivo, che si rivolge alle persone vive, ponendo domande, facendo riflettere, facendo parlare oggi anche le voci del passato.

Ma ecco la nuova stagione!

Diverse sono le novità e molte le conferme nel segno di una continuità artistica e di impegno sulla contemporaneità. Torna la rassegna di testi inediti di autori stranieri “Nuovi incroci” realizzata in collaborazione con la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Maurizio Schmidt, con Farneto Teatro, presenta “Contessina Julie” di Strindberg, un vero e proprio match di seduzione con Petra Valenti, Lorenzo Frediani, Emila Scarpati Fanetti, i primi due, rispettivamente la Contessina Julie il servo Jean, agli opposti angoli del ring. Elena Arvigo, fresca di nomination per il Premio Le Maschere del Teatro, propone “Il Dolore” uno dei testi più intimi e sconvolgenti della grande scrittrice francese Marguerite Duras. Per i 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, Maurizio Schmidt propone tre punti di vista differenti per ricordare quell’evento epocale, attraverso due metafore classiche: “Verso Cassandra”, da Omero a Christa Wolf, “L’Orazio” di Heiner Müller e attraverso il grottesco surreale di “Memorandum” di Václav Havel. Tre spettacoli che rappresentano tre voci, al di là di quel Muro e prima che quel Muro crollasse. “Memorandum” e “Verso Cassandra” sono inseriti tra le proposte dell’Out Off nell’abbonamento “Invito a Teatro”, iniziativa di Teatri Per Milano con il sostegno di Regione Lombardia, Comune di Milano, Camera di Commercio e Cariplo.

Lorenzo Loris propone, sempre tra le proposte di “Invito a Teatro” tre spettacoli molto diversi ma che insistono sui rapporti d’amore e sull’identità: il poetico “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij, il divertente trittico di Caryl Churchill “Sleepless. Tre notti insonni” dove si osserva la coppia e i suoi riflessi sociali con uno straordinario senso dello humor. Infine Lorenzo Loris affronta per la prima volta Luigi Pirandello partendo da “Uno nessuno centomila” tra i romanzi più importanti dell’autore siciliano e della letteratura del Novecento. Roberto Trifirò si misura con l’ultimo grottesco racconto di Kafka “La tana” adattato per il teatro con il titolo “Confessioni di un roditore” un viaggio in un incubo che ci parla delle nostre paure immotivate e spesso alimentate da noi stessi. Questo spettacolo conclude la rosa di proposte nell’abbonamento “Invito a Teatro”.

Diverse le altre formazioni e artisti coinvolti tra i quali: I Demoni con “L’idiota” di Dostoevskij regia Alberto Oliva, Aia Taumastica con un trittico “Short Skin, Ghiaccio, Il nulla e il nuovo lavoro “Io voglio” che disegnano un percorso teatrale ma anche temi e riflessioni sull’esistenza che l’autore e regista Massimiliano Cividati porta avanti con una proposta di teatro “fisico” rivolto soprattutto al pubblico giovanile. Renato Sarti è per la prima volta all’Out Off con gli spettacoli “bandiera” dell’antifascismo “Nome di Battaglia Lia” e “Mai morti”, per gli appassionati di nuova danza il tradizionale appuntamento con la 21a edizione di Danae Festival che presenta tre lavori legati da un filo musicale: Gruppo Nanou, Yasmine Hugonnet e Mariangela Gualtieri con Teatro Valdoca.

Il primo novembre, nel decimo anniversario dalla scomparsa di Alda Merini, verrà rappresentato lo spettacolo “Dio arriverà all’alba” un omaggio di Antonio Nobili e della Compagnia Teatro Senza Tempo alla grande poetessa milanese.

Spazio alla drammaturgia contemporanea con la messa in scena di Mattia Sebastian di “Storia di Zhang” di Tullio Moreschi, menzione speciale al Premio Vallecorsi e “Il buio” con la drammaturgia e la regia di Luca Pasquinelli per la compagnia Club Silencio. Un viaggio oscuro e fantastico tra mito e realtà alla scoperta dell’eterno conflitto che lega l’uomo e la donna.

——–

Fuori Luogo

Dal 2019 abbiamo una programmazione “Fuori sede” con la rassegna LIQUIDA realizzata con MM Spa e che si svolge alla Centrale dell’Acqua di Milano. La prima edizione si concluderà con la sezione teatro a cura di Lorenzo Loris e Roberto Traverso con 4 monologhi di Testori, Baldini, Tondelli e Ferlinghetti che coinvolgeranno alcuni tra gli attori di riferimento dell’Out Off: Elena Callegari, Gigio Alberti, Mario Sala e Roberto Trifirò. Abbiamo in cantiere il progetto per la seconda edizione della rassegna che dovrebbe riproporsi nella primavera 2020 sempre alla Centrale dell’Acqua con le tre sezioni di poesia, musica e teatro.

Si svolgerà al Teatro Guanella la rassegna di spettacoli per i residenti del Municipio 8 a cui parteciperemo con lo spettacolo “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij con Mario Sala. La rassegna, ad ingresso gratuito per i residenti, è organizzata per il Municipio 8 in collaborazione con alcune compagnie teatrali della zona con l’obiettivo di coinvolgere il territorio e favorire la frequentazione dei teatri.

Abbiamo proposto un programma di serate a tema alla libreria Odradek seguendo la traccia degli autori proposti nella stagione dell’Out Off a cui inviteremo a leggere artisti, attori e personaggi della cultura.

———

Oltre il teatro: gli incontri

Lungo la stagione proporremo al pubblico, a partire dagli spettacoli in programmazione, incontri di approfondimento a margine degli spettacoli con giornalisti, esperti, docenti, filosofi, artisti. Ci piace pensare al teatro come un luogo conviviale e di incontro dove, non solo poter vivere emozioni, ma anche trovare impegno e cultura.

Per il progetto “Al di là dei muri” abbiamo pensato ad alcuni incontri di approfondimento , due dei quali saranno proposti all’interno di Book City. Questo progetto ha trovato l’interesse del Centro di Cultura Ceco e del Goethe Institut che patrocinano la manifestazione.

Per l’allestimento dello spettacolo “Sleepless. Tre notti insonni” di Caryl Churchill sono previsti incontri con gli studenti del corso all’Università degli studi di Milano di Margaret Rose, docente di Letteratura inglese, inoltre ci sarà una tavola rotonda sull’autrice e una conferenza al British Council.

Sono in cantiere altre iniziative di cui si darà notizia in occasione degli spettacoli.

——-

Le collaborazioni

MM Spa: si conclude tra settembre e ottobre la rassegna LIQUIDA realizzata per la Centrale dell’Acqua. Il progetto prevede di continuare con altre proposte di poesia, musica e teatro anche nel 2020.

Civica Scuola Paolo Grassi: si rinnova in questa stagione la collaborazione con la seconda edizione della rassegna “Nuovi incroci” che vede i giovani registi della scuola misurarsi con i nuovi autori europei.

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, dopo aver ospitato il Concerto finale del Premio Nazionale il 6 aprile scorso, e la partecipazione il 18 maggio a Piano City, il 15 dicembre ci sarà il concerto di Natale con l’orchestra della Scuola Claudio Abbado, iniziativa pensata e organizzata insieme all’Associazione della via Mac Mahon. Inoltre gli allievi del corso di musica per l’immagine di Massimo Mariani comporranno le musiche originali per lo spettacolo “Uno, nessuno, centomila” di Pirandello con la regia di Lorenzo Loris

Municipio 8: parteciperemo con lo spettacolo “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij, con Mario Sala, regia Lorenzo Loris, alla rassegna di spettacoli gratuiti per i residenti della zona e realizzati da compagnie del territorio. La rassegna si svolgerà al teatro Guanella.

Associazione V.M.M.D. diverse iniziative in campo per coinvolgere e rivitalizzare la zona: dal concerto di Natale del 15 dicembre in collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado all’intitolazione del parchetto del quartiere a Gianluigi Bonelli con un progetto di riqualificazione a parco tematico e murales. Importante è il sostegno a diffondere e stimolare la partecipazione alla vita culturale del quartiere. Tra le formule di successo la tessera Passepartout riservata ai residenti che permette a chi vive in via Mac Mahon e dintorni di vedere tutti gli spettacoli in cartellone all’Out Off a 6 €.

Book City: due degli incontri previsti come approfondimento a corollario del progetto “Al di là dei muri” sono inseriti tra gli eventi di Book City: 15 novembre, ore 18, incontro con Laura Boella Filosofa, Accademica e traduttrice che dialogherà con Gabriele Nissim, scrittore, presidente di Gariwo. La foresta dei Giusti; 17 novembre, ore 18, incontro con Stefano Bruno Galli Assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, autore del libro “Vàclav Havel: Una rivoluzione esistenziale” ed. La nave di Teseo e la compagnia dello spettacolo “Memorandum” di Vaclav Havel.

———

Per iscrizioni e informazioni scrivere a info@teatrooutoff.it

Abbonamenti

Freecard

60€   6 ingressi a scelta 

30€ 3 ingressi a scelta

FreeSenior (over65) & FreeYoung (under26)

40€ 6 spettacoli

20€ 3 spettacoli

Passepartout Promozione riservata ai residenti del Municipio 8; acquistando la tessera a 10 Euro ingresso a 6 Euro per tutti gli spettacoli in programma escluso Nuovi incroci, Dio arriverà all’alba e Danae Festival.

Bistrot del teatro

Aperitivo con buffet prima dello spettacolo – dalle 18. Per chi abita o lavora nei dintorni, il Bistrot è aperto anche a pranzo dalle 11.30.

Bistrot del Teatro, via Mac Mahon, 16

Per cene prima e dopo spettacolo prenotazione consigliata Tel. 0249451253

Teatro OUT OFF 20155 Milano via Mac Mahon, 16

uffici via Principe Eugenio 22

telefono 02.34532140 fax. 02.34532105;

info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it

———-

Prenotel 0234532140 lunedì ore 10 > 18 e martedì > venerdì ore 10 > 20; sabato ore 16 >20

Ritiro biglietti Uffici via Principe Eugenio 22. Lunedì > venerdì ore 11 > 13;

Botteghino del teatro, via Mac Mahon 16 da martedì a venerdì 1 ora prima dello spettacolo, sabato h 16 >21, domenica h 15 >17

acquista online direttamente dal nostro sito www.teatrooutoff.it powered by

Intero 18 Euro – costo prevendita e prenotazione 1,50/1,00 Euro (salvo diverse indicazioni per specifici spettacoli)

———

Abbonamenti

FreeCard 60 € 6 ingressi a scelta

30 € 3 ingressi a scelta

FreeYoung & FreeSenior 40 € 6 spettacoli

20 € 3 spettacoli

Passepartout Promozione riservata ai residenti del Municipio 8; acquistando la tessera a 10 Euro ingresso a 6 Euro per tutti gli spettacoli in programma escluso Danae Festival.

Riduzione 12 Euro under 25 ; 9 Euro over 65 Convenzione con il Comune di Milano

Orari spettacoli martedì, mercoledì e venerdì ore 20.45; giovedì e sabato ore 19.30; domenica ore 16.00 – salvo diverse indicazioni per specifici spettacoli

Parcheggio convenzionato, Garage Govone, via Mac Mahon 9 – 2€ all’ora Tel. 0233609770

Trasporti pubblici Metro 5 fermata Cenisio, tram 12-14 bus 78 Accesso disabili con aiuto

Teatro Out Off 20155 Milano via Mac Mahon 16, Uffici via Principe Eugenio 22 telefono 02.34532140

Fax 02.34532105 info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it , Bistrot del teatro tel. 0239436960

LEAVE A REPLY