Teatro Testoni Ragazzi (Bologna): ecco la nuova stagione 2019/2020

Al centro della nuova stagione tante storie da ogni angolo del pianeta, dedicate a bambine, bambini e adolescenti

652
Teatro Testoni Ragazzi

Teatro Testoni RagazziIl Teatro Testoni Ragazzi e La Baracca, compagnia teatrale e cooperativa che ne gestisce gli spazi e le attività, sono pronti per una nuova stagione teatrale.

«La durata e la vitalità delle collaborazioni in città, assieme alle poco meno di 50.000 presenze a teatro e gli 8.000 abbonati della scorsa stagione, ci danno segnali positivi rispetto al nostro radicamento nel territorio» ha dichiarato Lucio d’Amelio, Direttore del teatro. «Inoltre stiamo vivendo un momento di importante proiezione internazionale delle nostre attività, con più di 120 date di tournée tra Africa, Asia ed Europa, che ci fanno anche sentire piccoli ambasciatori di Bologna e dell’Emilia-Romagna nel mondo.»

«Quest’anno compie trent’anni la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, in ritardo rispetto alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Il Comune di Bologna non ha aspettato. È stato il primo Comune in Italia a investire risorse e a sostenere un teatro per l’infanzia e la gioventù, questo teatro, credendo nella necessità di affermare la cittadinanza culturale dei bambini e delle bambine» ha proseguito Marilena Pillati, Vicesindaco del Comune di Bologna. «I quarant’anni di vita della Baracca come cooperativa testimoniano una collaborazione duratura all’interno della nostra comunità, una capacità di stare in relazione tra cultura ed educazione che deve continuare a vivere ed evolvere, per riuscire ancora di più a offrire esperienza di qualità tanto alle famiglie quanto alle scuole, perché i diritti siano ancora di più e ancora una volta di tutti, e non di pochi.»

Concorda con le parole della Vicesindaco Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Politiche per la legalità della Regione Emilia-Romagna: «Questo teatro è una delle fondamentali arterie di un sistema, è un pezzo fondamentale di una lunga storia di attenzione e cura verso l’infanzia che attraversa i nostri territori. Una storia, una vocazione fatta del lavoro quotidiano di generazioni di operatori del sistema culturale, educativo e sociale, che non può essere cancellata, strumentalizzata o dimenticata».

«In questo momento l’ambito culturale ed educativo sono una frontiera da dover presidiare e in cui innovare» ha dichiarato Matteo Lepore, Assessore alla Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna. «Come amministrazione abbiamo diversi strumenti e opzioni per cercare di sostenere quel sistema bolognese della produzione e dell’innovazione che questo teatro ben rappresenta.
Il prossimo anno sarà di progettazione della ristrutturazione di questi spazi, mentre nel 2021 i lavori saranno iniziati. Questo luogo e La Baracca come cooperativa sono un punto di riferimento, e per me un’istituzione, nelle relazioni interne al territorio».

«Con le storie e i procedimenti fantastici per produrle, noi aiutiamo i bambini a entrare nella realtà dalla finestra, anziché dalla porta» ha esordito Bruno Cappagli, Presidente e Direttore Artistico de La Baracca, citando Gianni Rodari. «Noi immaginiamo il teatro come quella finestra, aperta sul mondo e le storie che lo abitano. E crediamo che il teatro debba essere quella finestra, spalancata su visioni lontane, per interpretare al meglio il proprio mandato pubblico e sociale. Anche per questo, come compagnia, non possiamo fare a meno di dedicare energie alla realizzazione di spettacoli di qualità, con 7 nuove produzioni che nascono dal bisogno di tornare alla narrazione come atto affettivo, senza rinunciare mai al bisogno di conoscenza, reciprocità, attenzione verso i bambini e le bambine di oggi».

———

La stagione per le famiglie

Da oggi è possibile abbonarsi alla nuova stagione del Teatro Testoni Ragazzi di Bologna.

Un cartellone ricco, con 80 spettacoli in 298 repliche (160 per le scuole e 138 per le famiglie) per offrire a bambine, bambini e adolescenti dagli 1 ai 18 anni spettacoli di qualità, diversificati per differenti fasce d’età.
Oltre alla compagnia di casa, si alterneranno 23 compagnie italiane e 13 dall’estero, presentando 37 titoli.

Sui palchi di Via Matteotti andranno in scena spettacoli di prosa, di danza contemporanea, di teatro di narrazione e teatro delle ombre: una proposta multidisciplinare che affronta tematiche importanti del nostro presente, dalla cura dell’ambiente alle migrazioni, passando per il riconoscimento dei diritti civili.

Un cartellone che vuole offrire occasioni per aprire lo sguardo a storie lontane e per guardare quelle già conosciute da punti di vista diversi, per poter scoprire a ogni età, in famiglia e a scuola, un po’ di più del mondo di cui siamo parte.

Si comincia questo fine settimana con gli spettacoli d’inizio stagione “Le notti di Anima Mundi” (giovedì 19, venerdì 20 e sabato 21 settembre ore 21.00, età consigliata 9-13 anni) e “Anima Mundi (sabato 21 settembre alle 16.00, 17.00 e 18.00; domenica 22 settembre alle 10.00, 11.00, 16.00, 17.00 e 18.00, età consigliata 3-8 anni).

Due spettacoli a percorso per immaginare un viaggio attraverso tutte le terre emerse, alla scoperta di storie di piante e animali, per raccontare la varietà e la ricchezza della vita sul nostro pianeta.

I biglietti sono già acquistabili su www.testoniragazzi.it, oppure presso la biglietteria del teatro nei giorni di spettacolo, al costo di 5 euro a persona.

Anche quest’anno la stagione propone tutte le settimane spettacoli per la prima infanzia, il sabato alle 16.30 con replica la domenica alle 10.30.

A partire da novembre, ogni domenica alle 16.30, tornano gli spettacoli da palco in sala grande, rivolti alle fasce di pubblico dai 4 agli 8 e dai 6 ai 10 anni.

Dallo stesso mese, inoltre, costellano la stagione le repliche serali infrasettimanali alle 21.00, a cadenza irregolare, con titoli dedicati alle fasce d’età 6-10 anni o a chi ha più di 11 anni.

I fine settimana di ottobre saranno dedicati ad “Aspettando la Stagione”, proposte pensate per incontrare sin dall’infanzia le arti visive, la danza e il teatro assieme. Quattro appuntamenti per diverse fasce d’età che intrecciano il formato del laboratorio a quello della performance, guidati dalla danzatrice Silvia Traversi ne “La Donna che cammina” (12 ottobre, 4-6 anni; 13 ottobre, 7-8 anni) e dal coreografo Omar Meza in “Comunicazione Creativa” (19 ottobre, 3-5 anni; 20 ottobre, 6-8 anni).

La programmazione regolare degli spettacoli per le famiglie comincerà con “Un elefante si dondolava…” (26 ottobre ore 16.30 e 27 ottobre ore 10.30, 1-4 anni) di Roberto e Valeria Frabetti, proposto con un nuovo giovane cast al pubblico delle famiglie.

Il teatro di parola e di racconto di “Con Viva Voce” (10 novembre ore 16.30, 6-10 anni) aprirà la lunga serie di debutti delle nuove produzioni de La Baracca – Testoni Ragazzi, 7 nel corso della stagione. Allo stesso titolo è inoltre affidata l’apertura delle stagioni per le scuole, con matinée per le scuole primarie l’11 e 12 novembre.

Nel periodo delle festività natalizie sarà sul palco “Il meraviglioso Mago di Oz” de La Baracca – Testoni Ragazzi (debutto il 20 dicembre alle 21.00, 6-10 anni). Una nuova produzione con nove attori in scena sul concetto di identità e di casa, in cui una Dorothy adulta ripercorre a ritroso la propria esperienza, raccontando di come solo allontanandosi dalle proprie radici abbia saputo ritrovarle e comprenderle.

Dal 28 febbraio all’8 marzo 2020 tornerà l’appuntamento con il festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia Visioni di futuro, visioni di teatro…, che porta a Bologna spettacoli, dibattiti, laboratori e la scena internazionale del teatro per bambini da zero a sei anni.

A fianco della proposta performativa, continua anche l’offerta di laboratori diversificati per fasce d’età dai 12 mesi fino all’età adulta, per un totale di 11 classi diverse.

Da novembre, inoltre, riprenderà Teatro Aperto, il calendario degli appuntamenti gratuiti fra letture, percorsi nel dietro le quinte e narrazioni.

La stagione 2019-2020 è realizzata col sostegno del Comune di Bologna, IES – Istituzione Educazione e Scuola Giovanni Sedioli del Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, con il supporto del programma Creative Europe dell’Unione Europea.

Il Teatro Testoni Ragazzi è inoltre sostenuto da Assicoop Bologna Metropolitana, Coop Alleanza 3.0, Granarolo, Unipol Banca – Gruppo BPER Banca, Coldiretti – Campagna Amica Bologna, Legacoop Bologna, Alce Nero e Mielizia.

———

Un teatro per la città che cresce: pubblici, progetti e network

I pubblici dell’infanzia e dell’adolescenza restano il baricentro dell’attività de La Baracca – Testoni Ragazzi, compagnia teatrale e cooperativa dello spettacolo che gestisce il teatro di via Matteotti dal 1995. Una scelta portata avanti con dedizione e costanza sin dalla sua fondazione, nel 1976, che ha trasformato il teatro della Bolognina in un punto di riferimento internazionale per il Teatro Ragazzi.

Nella scorsa stagione sono state 49.519 le presenze a teatro (18.931 spettatori nella rassegna festiva per le famiglie e 30.588 nella rassegna feriale per le scuole) e 8.368 gli abbonamenti (3.064 tra le famiglie e 5.304 tra le e gli alunni delle scuole).

Oltre all’attività di programmazione, durante la stagione 2018-2019 La Baracca – Testoni Ragazzi ha realizzato 268 repliche di tournée. Austria, Camerun, Cina, Corea del Sud, Croazia, Finlandia, Francia, Giappone, Lussemburgo, Montenegro, Polonia, Romania, Ruanda, Russia, Singapore, Spagna, Svezia e Svizzera hanno ospitato le 129 repliche all’estero degli spettacoli.

Restano poi numerose le collaborazioni con altre realtà, all’interno della città e oltre.

Col protocollo Zerotresei… Teatro prosegue la stretta collaborazione tra La Baracca – Testoni Ragazzi e la IES – Istituzione Educazione e Scuola del Comune di Bologna, col fine condiviso di implementare la progettualità e la ricerca tra ambito educativo e artistico e per sostenere il diritto dei bambini e delle bambine a una piena cittadinanza culturale.

La collaborazione si esprime con la promozione di incontri, di momenti di approfondimento e percorsi formativi per educatori, insegnanti e pedagogisti, con progetti sperimentali, con attività a diretto contatto coi bambini nelle scuole (come laboratori e spettacoli), e con scambi internazionali favoriti dal festival Visioni di futuro, visioni di teatro... e dai progetti europei promossi da La Baracca.

Continua anche l’attività dell’osservatorio Lo Sguardo altrove, formato per lo più da pedagogisti, educatrici e insegnanti della IES. Obiettivo del gruppo di lavoro è osservare gli spettacoli e i bambini spettatori, per restituire direttamente alle artiste e agli artisti impressioni, riflessioni e contributi sul piano educativo. Oltre a osservare e documentare alcuni eventi del festival, il gruppo partecipa attivamente ad “Artists meet early years”, progetto che accoglie nei nidi e nelle scuole d’infanzia di Bologna alcuni giovani artisti selezionati tramite un bando internazionale.

Continua anche la programmazione condivisa con l’ampia rete di istituzioni partner di Teatro Arcobaleno, progetto per un’educazione alle differenze, con gli spettacoli “Heel-Huids / Con tutta la tua pelle” della belga Natgras Dance Company (10 e 11 marzo per le scuole dell’infanzia), “Famiglie” de La Baracca-Testoni Ragazzi (a dicembre il 14 e 15 per le famiglie, il 16 e 17 per le scuole) e la proposta di laboratorio gratuito per insegnanti a esso collegata (17 dicembre dalle 17.30 alle 20.30).

Prosegue per il decimo anno consecutivo Arte e Salute Ragazzi con Associazione Arte e Salute Onlus, percorso di formazione per persone con disturbi psichiatrici come attori e attrici di Teatro Ragazzi.

All’interno del progetto si inseriscono il debutto de “Il Pifferaio di Hamelin” (per le famiglie il 15 novembre alle 21.00, età 6-10 anni; per le scuole primarie dal 12 al 20 novembre), realizzato con il contributo di Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, e un ciclo di letture gratuite in occasione di “Bologna Città delle Bambine e dei Bambini”.

L’Associazione Arte e Salute Onlus svolge la sua attività in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Bologna nell’ambito del progetto della Regione Emilia-Romagna “Teatro e Salute Mentale”, ponendosi come obiettivo principale quello di migliorare, attraverso il lavoro in campo teatrale, l’autonomia e la qualità della vita delle persone che soffrono di disturbi psichiatrici.

Con La biblioteca va a teatro, in collaborazione con Salaborsa Ragazzi, il Teatro Testoni Ragazzi è anche quest’anno sede distaccata in Bolognina della biblioteca di Piazza Maggiore. Bambini e ragazzi possono fermarsi in tre sale del teatro allestite per le diverse età (bebè, bambine/i, ragazze/i fino ai 17 anni) per rilassarsi, consultare, sfogliare e curiosare i libri a disposizione. Resta attivo il servizio prestito per i possessori della tessera dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna. In parallelo, sono in programma letture gratuite coi lettori e le lettrici volontarie di Biblioteca Salaborsa a teatro, e di attori e attrici de La Baracca negli spazi della Biblioteca di Piazza Maggiore.

Continuano gli appuntamenti di approfondimento sulla letteratura per l’infanzia, rivolti a insegnanti e adulti, con Appuntamento con la fiaba…, curato dall’associazione culturale Tapirulan in collaborazione con CRLI – Centro di ricerca in letteratura dell’infanzia del Dipartimento di Scienze dell’Educazione (Università di Bologna) e IES – Istituzione Educazione Scuola del Comune di Bologna.

In programma quest’anno la conferenza gratuita “Bambini perduti, infanzia nascosta” (29 novembre ore 19.00) e il laboratorio in due appuntamenti “Cercando bambini perduti di storia in storia” (6 e 7 dicembre, per insegnanti).

Continua anche la progettualità europea con Mapping – una mappa per l’estetica delle arti performative per la prima infanzia, progetto di cooperazione su larga scala che coinvolge 18 partner da 17 paesi europei, tra cui Bologna Fiere con la Bologna Children’s Book Fair, co-finanziato dal programma Creative Europe della Commissione Europea e di cui La Baracca – Testoni Ragazzi è capofila.

Due i progetti co-finanziati da Erasmus+ di cui La Baracca – Testoni Ragazzi è partner: Butterfly – Arts into education, sull’inserimento delle arti nell’attività curriculare ed extracurriculare scolastica che coinvolge 6 partner da Danimarca, Spagna e Italia, ed Europeficiton, scambio con 10 teatri da Germania, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito e Ungheria sull’Europa immaginata dalle e dagli adolescenti.

———-

Abbonamenti e biglietti per le famiglie

È già possibile abbonarsi online e iscriversi ai laboratori teatrali su abbonamenti.testoniragazzi.it.

Sarà inoltre possibile abbonarsi a teatro sabato 21 e domenica 22 settembre in occasione di “Anima Mundi” (da 3 a 8 anni), spettacolo fuori abbonamento che inaugura la nuova stagione, e dal 24 settembre secondo gli orari di apertura, dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00.

A partire dagli stessi giorni e orari di acquisto degli abbonamenti a teatro, inoltre, sarà possibile acquistare i biglietti degli spettacoli in stagione presso la biglietteria, o su www.testoniragazzi.it.

I biglietti di “Anima Mundi” e “Le notti di Anima Mundi, spettacoli fuori abbonamento in scena questa settimana,  sono disponibili su www.testoniragazzi.it oppure acquistabili direttamente a teatro il giorno stesso dello spettacolo, a partire da un’ora prima della rappresentazione, secondo disponibilità.