Daniel Harding dirige la Filarmonica della Scala nella Prova Aperta

Il 12 ottobre, ore 19.30, al Teatro alla Scala, Milano

0
489
Daniel Harding
Foto di Ambra Zeni

Dopo il grande successo dei primi tre appuntamenti, si chiuderà sabato 12 ottobre 2019 alle ore 19.30 presso il Teatro alla Scala di Milano la decima edizione del ciclo benefico delle Prove Aperte della Filarmonica della Scala. L’iniziativa è resa possibile grazie al Main Partner UniCredit con il contributo di UniCredit Foundation e la collaborazione di Esselunga.

I proventi della serata verranno devoluti alla Fondazione L’Aliante Onlus. In questa occasione, Daniel Harding dirige l’orchestra con la partecipazione della violinista Isabelle Faust. In programma Britten, con il Concerto in re minore op. 15 per Violino e Orchestra, e Berlioz, Sinfonia Fantastica op. 14.

La Fondazione L’Aliante offre da quasi vent’anni aiuto e sostegno concreti ad adolescenti in difficoltà e alle loro famiglie, principalmente attraverso un Centro Diurno, una Comunità Terapeutica e varie attività psico-socio-educative e specialistiche. I fondi raccolti da questa Prova Aperta contribuiranno alla realizzazione di laboratori artistici-espressivi, fisici, cognitivi, condotti da educatori professionali e da tecnici specialisti all’interno e all’esterno delle strutture.

Grazie al coinvolgimento dei musicisti della Filarmonica della Scala, di grandi direttori e solisti ospiti, e del mondo del non profit milanese, le Prove Aperte sono ormai diventate una piccola stagione dedicata che permette al pubblico di assistere alla messa a punto di grandi concerti a prezzi contenuti, ed essere al tempo stesso parte di una grande iniziativa di solidarietà. In dieci anni i cicli delle Prove hanno contribuito a sostenere progetti di utilità sociale e scientifica, coinvolgendo istituzioni che ogni giorno si prendono cura dei bambini e degli anziani, fronteggiano le povertà, aiutano persone con diverse abilità, ricercano nuove terapie mediche e operano tra i bisogni delle periferie e delle aree in difficoltà.

Si chiude così la decima edizione delle Prove Aperte, che quest’anno ha contribuito a sostenere quattro realtà milanesi dedicate all’infanzia in difficoltà. Nel corso di questa edizione si sono succeduti sul podio del Piermarini Edward Gardner per la Fondazione Arché Onlus, Myung-Whun Chung per la Fondazione Casa della carità e Riccardo Chailly per L’abilità Onlus. Le prove musicali sono state sempre introdotte da una guida all’ascolto, in un’atmosfera informale di vicinanza con l’orchestra e il suo direttore.

Il programma completo è disponibile sul sito web filarmonica.it/proveaperte/

#ProveAperte

La stagione è resa possibile dalla collaborazione con il Teatro alla Scala. Media partner sono ViviMilano e Radio Popolare.

Informazioni e prevendita telefonica allo 02 465.467.467 (da lunedì a venerdì – ore 10/13 e 14/17).

Biglietti per i singoli concerti da 5 a 35 euro – esclusi i diritti di prevendita.

Altre prevendite: geticket.it e vivaticket.it

Filarmonica della Scala

Marco Ferullo

marco.ferullo@filarmonica.it

cell. 347 19 32 762

tel. 02 72023671

Aragorn

Anna Tagliabue, Matteo Merico

annatagliabue@aragorn.it

ufficiostampa@aragorn.it

tel. 02 46546739/45 – 377 7051754

Fondazione L’Aliante Onlus

Fondazione L’aliante nasce nel 2000 con la finalità di offrire sostegno ad adolescenti in difficoltà e alle loro famiglie. Le molteplici attività di cura e ricerca, svolte negli anni, hanno condotto all’individuazione di risposte concrete ed innovative ai bisogni, in continuo cambiamento, degli adolescenti e delle loro famiglie. Nel 2011 la Fondazione ha aperto un Centro Diurno per la Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, accreditato con Regione Lombardia. L’aliante gestisce in convenzione con i servizi sociali e sanitari varie attività psico-socio-educative e specialistiche in particolare rivolte agli adolescenti in un periodo di sofferenza mentale o di disagio educativo. Dal 2016 (grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e IKEA) ha anche una Comunità Terapeutica, ovvero una struttura sanitaria accreditata di dimensione familiare per il trattamento della sofferenza psichica e dei disturbi del comportamento di 8 adolescenti di età compresa fra i 12 e i 18 anni.

Laboratori artistici espressivi per adolescenti fragili

Il presente progetto intende sviluppare la dimensione dell’esperienza laboratoriale, e delle sue potenzialità in senso evolutivo e terapeutico. Tali laboratori artistici-espressivi, fisici, cognitivi, che sono rivolti sia agli utenti del Centro Diurno che della Comunità Terapeutica, saranno condotti da educatori professionali e da tecnici specialisti all’interno e all’esterno della struttura. In virtù della tipologia di ragazzi accolti nei centri della Fondazione, per poter realizzare le diverse attività, risulta necessaria l’assistenza di più operatori. La scelta di strutturare laboratori e attività fuori dalla Fondazione permette ai ragazzi di acquisire un nuovo spazio esperienziale. Permette loro la sperimentazione di sé, dove poter costruire competenze relazionali, in contesti gerarchici e tra pari, che, pur in un ambiente protetto, permettano di mettere in gioco capacità progettuali, la costanza e la responsabilità di portare a termine la realizzazione di un’idea e di un progetto personale.

www.fondazionelaliante.it

Daniel Harding

Nato a Oxford nel 1975, inizia la sua carriera come assistente di Sir Simon Rattle alla City of Birmingham Symphony Orchestra, con la quale debutta nel 1994. In seguito è assistente di Claudio Abbado con i Berliner Philharmoniker, orchestra con cui debutta al Festival di Berlino nel 1996. È Direttore Ospite Principale della London Symphony Orchestra, Direttore Musicale della Sveriges Radio Orchester e Music Partner della New Japan Philharmonic. È stato inoltre ospite delle maggiori orchestre europee nonché direttore di orchestre degli Stati Uniti, tra cui la Philadelphia Orchestra e la Los Angeles Philharmonic. Il primo disco pubblicato per Deutsche Grammophon, la Sinfonia n.10 di Mahler con i Wiener Philharmoniker, ottiene i favori della critica. Nel 2010 dirige la London Symphony Orchestra e i solisti Juliane Banse, Michael Volle e René Pape nella versione cinematografica del Freischütz di Weber. Nel 2002 è insignito dal governo francese del titolo di Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres. Daniel Harding debutta con la Filarmonica della Scala nel 2006 e da allora è ospite regolare delle stagioni. Nel 2011 guida anche l’orchestra in tournée a Belgrado, Lubiana, Linz, Praga, Stoccarda e Perugia, e nel 2012 a Bonn e Dresda. Nel 2017 torna alla Scala alla guida della Swedish Radio Symphony, orchestra ospite della stagione della Filarmonica.

Isabelle Faust

Vincitrice in giovane età dei prestigiosi concorsi Leopold Mozart e Paganini è stata in seguito invitata ad esibirsi con le principali orchestre del mondo, tra cui i Berliner Philharmoniker, la Boston Symphony Orchestra, la Sinfonica NHK di Tokyo, la Freiburger Barockorchester e la Chamber Orchestra of Europe. Ha al suo attivo importanti collaborazioni in campo concertistico con i più celebri direttori del nostro tempo. Isabelle Faust si esibisce in un repertorio molto ampio che spazia da J.S. Bach fino ai compositori contemporanei quali Ligeti, Lachenmann e Widmann.

LEAVE A REPLY