Il Saint Louis a Musika 2019, concerti e masterclass

Gli appuntamenti del 20 ottobre a Roma

0
201

Saint Louis Due live sul grande Palco Concerti il 20 ottobre 2019 a Roma: il Saint Louis Trio feat. Rosario Giuliani & Luca Bulgarelli e la Soul Train R-Evolution diretta da Michele Papadia con ospiti speciali Fabrizio Bosso e Diana Winter; una master class sul Palco Seminari sulla chitarra acustica contemporanea di Pino Forastiere; due demo di musica elettronica e sperimentale nello Spazio Demo con Luca Proietti, Luca Spagnoletti, Federico Placidi; oltre 9 ore ininterrotte di performance e clinics nella Sala Saint Louis.

La più importante Istituzione privata AFAM autorizzata dal MIUR a rilasciare diplomi accademici di I e II livello in Jazz & Popular Music, Musica elettronica, Tecnico del Suono, Musica Applicata, Songwriting, Composizione e Musica da Film non poteva mancare all’appuntamento del 20 ottobre 2019 al Palazzo dei Congressi a Roma con Musika, la più grande manifestazione musicale del Centro e Sud Italia. Una intera giornata dedicata alla musica a 360° con oltre 200 brand in oltre 3.000 mq di area espositiva, decine di live, demo e seminari dedicati a musicisti e appassionati.

——

Programma degli eventi a cura del Saint Louis College of Music

Palco Concerti

Sul palco centrale di Musika, due grandi concerti live firmati Saint Louis. Inaugura alle h 15 il jazz raffinato del Saint Louis Trio con ospiti speciali Rosario Giuliani e Luca Bulgarelli, mentre il grande live serale delle h 19:30, che conclude la manifestazione, sarà animato dalla trascinante energia della Soul Train R-Evolution diretta da Michele Papadia, con due straordinarie special guest, la cantante Diana Winter e il trombettista Fabrizio Bosso.

——

SAINT LOUIS COLLEGE OF MUSIC PRESENTA:

Saint Louis Trio

feat. Rosario Giuliani & Luca Bulgarelli

Live h 15:00 Palco Concerti Musika

Due prestigiose stelle del jazz italiano, Rosario Giuliani e Luca Bulgarelli, special guest del Saint Louis Trio, nato dall’incontro tra il pianista Vittorio Solimene, il chitarrista Guido della Gatta e il batterista Francesco Merenda. Il giovanissimo pianista Vittorio Solimene, ex allievo del Saint Louis College of Music, collabora già da diversi anni con Rosario Giuliani. Il sassofonista di fama internazionale in occasione di Musika 2019 presenterà alcuni dei suoi storici brani insieme ad innovativi arrangiamenti di standard del grande songbook americano.

Special Guest:

Rosario Giuliani – sax

Luca Bulgarelli – contrabbasso

Saint Louis Trio:

Vittorio Solimene – piano

Guido Della Gatta – chitarra

Francesco Merenda – batteria

Rosario Giuliani

Vincitore nel 1996 del premio intitolato a Massimo Urbani e l’anno seguente dello “Europe Jazz Contest”, assegnatogli in Belgio come miglior solista e miglior gruppo; nel 2000 si aggiudica il “Top Jazz” nella categoria nuovi talenti e nel 2010 come miglior sassofonista dell’anno, risultando primo nel referendum annuale indetto della rivista specializzata Musica Jazz. Inoltre vince nel 2010 e nel 2013 il Jazz It Awards come miglior sax alto.

Tante e prestigiose anche le sue collaborazioni nell’ambito del jazz, dove ha avuto modo di affiancare musicisti di valore assoluto quali Charlie HADEN, Gonzalo RUBALCABA, Phil WOODS, Enrico PIERANUNZI, Enrico RAVA, Paolo DAMIANI, Franco D’ANDREA, Martial SOLAL, Jeff “Tain” WATTS, Mark TURNER, Kenny WHEELER, Bob MINTZER, Joe LOCKE, Joe LA BARBERA, Joe LOCKE, John PATITUCCI, Cedar WALTON, Cameron BROWN, Biréli LAGRENE, Philip CATHERINE, Roberto GATTO, Sylvain LUC, Donald HARRISON, Marc JOHNSON, Joey BARON, Guy BARKER, Jean-Michel PILC and Richard GALLIANO, Kurt ELLING…

Nel settembre del 2000 Rosario Giuliani ha firmato un importante contratto con la prestigiosa casa discografica francese Dreyfus Jazz, con la quale ha registrato sei albums

di grandissimo successo: “Luggage” (Aprile2001), “Mr. Dodo” (Ottobre 2002), “More Than Ever” (Ottobre 2004) feat. Richard GALLIANO e Jean-Michel PILC, “Anything else” (Gennaio 2007) “Lennie’s pennies” feat. Joe LA BARBERA (Marzo 2010), “Images” (Aprile 2013) feat. Joe LOCKE, John PATITUCCI e Joe La BARBERA. A Marzo 2016 è uscito il suo nuovo album “The Hidden Side” per l’etichetta Parco della Musica Records. In ottobre “Cinema Italia” tributo alla musica di Ennio Morricone e Nino Rota per l’etichetta Jando Music con Luciano BIONDINI, Enzo PIETROPAOLI e Michele RABBIA. A Gennaio 2017 è uscito “Duke’s Dream” per l’etichetta tedesca Intuition in compagnia del pianista Enrico PIERANUNZI.

Luca Bulgarelli

Ha suonato nei più importanti Jazz Festival italiani e internazionali: Perugia, Pescara, Roma, New York, Berlin, Hamburg, Leipzig, Paris, Lion, Porto, Malaga, Tel Aviv, Budapest, Copenhagen, Pechino, Algeri, Montreal, L’Aja, Luxemburg, Brussels, Varsavia, Tokyo, Shanghai, Buenos Aires, Montevideo, Helsinky, Tallin, Bergen, Istanbul, Vienna, Basilea, Zurigo.

Ha collaborato e collabora con: Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Enrico Rava, Paolo Fresu, Rita Marcotulli, Mariapia De Vito, Nicola Stilo, Rosario Giuliani, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gunther Schuller, Kenny Wheeler, Mike Manieri, George Garzone, Toninho Horta, Alain Jean Marie, Mundell Lowe, Philip Catherine, Rick Margitza, Bob Mintzer, Tooth Thielemans, John Abercrombie, Dave Liebman, Stefano Di Battista.

Nel mondo della musica leggera con: Mimmo Locasciulli, Francesco De Gregori, Beppe Servillo, Paola Turci, Daniele Silvestri e Sergio Cammariere con il quale ha inciso cinque album.

Inoltre, come sound designer e produttore del suono ha missato e masterizzato diversi lavori per prestigiose etichette discografiche: EmArcy/Universal, CAM jazz, Albore Jazz, Abeat records, Auand Records, Wide Sound, Dreyfus Jazz, Via Veneto Jazz, Gian Do Music.

——

SAINT LOUIS COLLEGE OF MUSIC PRESENTA:

SOUL TRAIN R-EVOLUTION

Special guest Fabrizio Bosso & Diana Winter

Live h 19:30 Palco Concerti Musika

Michele Papadia – direzione, arrangiamento, piano

Fabrizio Bosso – tromba

Diana Winter – voce e chitarra

Da un’idea del pianista e organista Michele Papadia, ispirata al famoso omonimo programma musicale americano, nasce all’interno della scuola di musica Saint Louis, Soul Train R-Evolution, formazione di oltre 20 musicisti il cui repertorio è incentrato sulla ‘Black Music’ nella sua accezione più ampia, facendo coesistere la tradizione del Soul, Funk, Jazz e musica africana, con elementi di NeoSoul, Gospel, HipHop, Fusion e musica elettronica.

Solisti e Background Vocals:

Francesca Pugliese – voce

Chiara Vannini – voce

Valentina Addabbo – voce

Angela Radoccia – voce

Beatrice Gatto – voce

Irene Calvia – voce

Joshua Jack – voce

Domenico Faramondi – voce

chitarra

Pietro Venza

Tastiere

Gioele Pizzuti

basso

Emanuele Triglia

Stefano Zandomeneghi

batteria

Luca Masotti

PALCO SEMINARI

SAINT LOUIS COLLEGE OF MUSIC PRESENTA:

La Chitarra acustica contemporanea”

Master Class a cura di Pino Forastiere

h 16:20-17:00 Palco Seminari

Il chitarrista Pino Forastiere, percorrendo la sua esperienza personale, durante la master class affronterà gli aspetti relativi alla tecnica meccanica nell’ambito di quella che oggi è definita “chitarra acustica contemporanea”. Si discuterà anche del ruolo del chitarrista/compositore, cercando di tracciare alcune linee indicative per quanto riguarda la composizione per chitarra acustica.

Programma della Master Class

1. La chitarra intesa come fonte sonora (tipi di chitarre, legni, corde)

2. Le tecniche chitarristiche ortodosse e contemporanee: dal finger-style alle tecniche avanzate quali tapping, hammers, muting, uso percussivo. Sincronia nello sviluppo polimetrico e poliritmico.

3. Accenni di approccio compositivo in relazione alle tecniche meccaniche con riferimenti a forme e strutture. L’importanza degli elementi nella composizione.

4. Il suono delle dita, ovvero l’importanza di lavorare sulla qualità acustica nella produzione del suono.

5. Lo sviluppo tecnologico riferito all’aspetto elettro-acustico. La chitarra acustica in studio di registrazione e sul palco.

Pino Forastiere

Quindici anni di carriera con la chitarra acustica a tracolla, nove dischi all’attivo come leader (dei quali cinque da solista) e svariate cd compilation, centinaia di concerti in Stati Uniti, Europa e Canada, decine di interviste a tutta pagina e a tutto web, e altrettanti speciali radio e tv: Pino Forastiere, compositore chitarrista lucano (romano di adozione) continua il suo percorso musicale sulla strada dell’innovazione tecnica e compositiva sullo strumento più popolare del mondo che nelle sue mani diventa una piccola orchestra.

Curioso, inquieto, sperimentatore, amante di tutta la grande musica (dalla barocca al rock), generoso sul palco e introverso in salotto, avido consumatore di arte, primo chitarrista italiano ad essere prodotto dall’etichetta statunitense Candyrat Records (e primo ad uscirne), oggi Pino Forastiere si autoproduce e accanto all’inseparabile Martin D28 del 1957 pone una “LAB guitar” a 16 corde, prototipo costruito sulla sua prima chitarra acustica dal paziente liutaio Davide Serracini. Perché va detto, ormai tra parentesi, che dopo essersi diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia con una chitarra a dieci corde, quando era ancora un giovane concertista classico Pino comprò per pochissimi soldi una vecchia chitarra acustica Eko Chetro con il manico spezzato.

La chitarra classica non c’è più da moltissimi anni, ma la Eko è ancora lì, reinventata e piena di corde….

SPAZIO DEMO

Due gli appuntamenti con la musica elettronica e sperimentale a cura del Saint Louis College of Music:

Der Klang des Schatten”

Luca Spagnoletti – Flauto, Modular Analog, Computer.

Federico Placidi – Modular Analog, Kyma.

h 11:30 Spazio Demo

Luca Spagnoletti e Federico Placidi sono attualmente responsabili della classe di Musica Elettronica presso il Saint Louis College of Music di Roma.

La loro attività performativa si articola intorno ad un’idea poetica che mette in relazione il gesto improvvisativo e l’intuizione musicale, svincolati da specifici riferimenti stilistici o linguistici, privilegiando un naturale sviluppo del materiale sonoro, in un farsi continuo, sotto forma di puro fenomeno acustico, articolato al suo interno e orientato nel tempo e nello spazio.

Luca Spagnoletti e Federico Placidi iniziano la loro collaborazione musicale nel 2018 proponendosi come duo nell’ambito dell’improvvisazione elettroacustica (entrambi possiedono anche una formazione specificamente strumentale: rispettivamente Flauto e Contrabbasso).

Pur appartenendo a generazioni diverse, nel corso degli anni i due si sono incontrati artisticamente in esperienze precedenti, in qualità di performer e sound designers, collaborando con artisti di fama internazionale, dalla musica applicata, al teatro musicale, all’improvvisazione elettronica.

Ambedue possiedono competenze tecnico-scientifiche nell’ambito della programmazione e nello sviluppo di strumenti digitali ed analogici.

Luca Spagnoletti è nato a Milano nel 1954. Ha studiato flauto traverso con M.Eckstain e E. Casularo, composizione con D.Guaccero, composizione e musica elettronica con G. Nottoli. Insegna musica elettronica e composizione al St. Louis college of music. Cultore della materia “Musica elettronica” al DAMS e docente di “musica elettronica” alla facoltà di ingegneria Roma2 “Tor Vergata”. Svolge un’attività concertistica in Italia e all’estero e ha partecipato a festival internazionali come compositore ed ideatore di arte elettronica.

Federico Placidi studia Contrabbasso presso il Conservatorio di S.Cecilia, Composizione e Musica Elettronica presso la Hochschule für Musik und Darstellende Kunst a Vienna.

Si perfeziona a Parigi al Centre de Création Musicale Iannis Xenakis (CCMIX), con Agostino Di Scipio, Trevor Wishart e Curtis Roads. Insieme a Matteo Milani è il fondatore di U.S.O. Project aka Unidentified Sound Object.

È stato artist in residence presso diversi istituti di musica elettronica in Europa tra i quali il Centre de Création Musicale- Iannis Xenakis- (CCMIX) di Parigi e l’EMS (ElektroMusikStudion) di Stoccolma. Suddivide la sua attività tra l’insegnamento, la composizione e la performance dal vivo.

Ha collaborato in qualità di compositore e performer elettroacustico con diversi artisti tra i quali: Ana Topalovic, Domenico Sciajno, Todd Barton, Andrea Young, Agostino Di Scipio, Alvin Curran, Thoranna Bjornsdottir, Andrea Valle, Natasha Barrett e molti altri.

Non Sparate sul DJ”

A cura di Paraphonic (Luca Proietti & Crise Nero)

h 17:00 Spazio Demo

Lezione concerto basata sul dialogo e l’improvvisazione tra DJ e musicista il cui risultato è una forma di “live remix”. Il progetto “Paraphonic” nasce dal divertimento nel rimaneggiare la musica attraverso gli strumenti della consolle del DJ e nello stesso tempo creare con i sintetizzatori suoni e parti musicali che si fondono con i brani.

LUCA PROIETTI

Dal 1985 lavora come chitarrista, tastierista, arrangiatore, compositore, programmatore MIDI e fonico. Ha al suo attivo vent’ anni d’esperienza nell’insegnamento dell’informatica musicale, sia nell’ambito di strutture private, sia in corsi finanziati dalla regione Lazio e dall’Unione Europea.

Da diciotto anni, è responsabile del corso di Music Technology e Fonia attualmente tenuto al Saint Louis College of Music. Tra le sue produzioni e collaborazioni più recenti: Album “Foretold in the language of Dream” di Natacha Atlas e Marc Eagleton Project (tastiere, Glissentar, collaborazione agli arrangiamenti, computer editing e fonico di missaggio). Album “Tieru” di Gabin Dabiré (tastiere, chitarra, collaborazione agli arrangiamenti, computer editing, fonico di missaggio e masterizzazione). Album “Geoglot”, “Urban World”, “WM Global Music” e “World Windows”, a proprio nome, realizzati per le edizioni RaiTrade. Musiche originali per trasmissioni televisive RAI e Mediaset. Partecipazione al festival JazzBaltica nelle bands di Gabin Dabiré e Lokua Kanza.

CRISE NERO

Si avvicina al mondo del Djing nel 2005 lavorando come fotografa e backliner nel service audio luci RedKiwi e ben presto questa diventa una delle sue principali passioni che la porta ad esibirsi in locali come L’Alibi, Akab, Prinz, Ducati Caffè, Circolo degli Illuminati, Bliss. Alle serate nei club comincia ad affiancare l’attività di insegnamento della tecnica del Djing (RedKiwi, Musica Incontro, RemixMe, Studios Academy).

Approfondisce le proprie competenze nell’ambito della fonia e della composizione musicale elettronica conseguendo nel 2015 l’attestato di qualifica professionale di “Tecnico del Suono e Programmatore MIDI” e la certificazione Steinberg “Cubase Pro Avanzato”.

SALA SAINT LOUIS

Il Saint Louis sarà presente a Musika 2019 presso la propria sala dedicata, dove dalle 10:00 alle 19:00, sarà possibile incontrare e conoscere docenti, allievi e staff, assistere a performance live e demo, partecipare alle clinic, secondo la seguente programmazione:

h 10:30 “Tamyla with Koko and the Moon” opening live

h 11:30 “Heavy Rock Guitar Madness” con Michelangelo Buccolini

h 12:30 “Time’s pages” con Umberto Fiorentino e Luca Bulgarelli Guitar & Double Bass

h 13:30 “Psychedelic indie rock” con Diego Cignitti, Roberto Sanguigni, Bernardino Ponzani – performance live

h 14:30 “Quando si allineano le stelle”: Marco Manusso guitar unplugged

h 15:30 “Latin Mood” con Natalio Mangalavite & Giovanni Imparato – Piano & Percussioni

h 16:30 “Afrocubanìa” con Giovanni Imparato

h 17:30 “In bocca al… loop!” con Serena Brancale – Loop Station & More

h 18:30 “Skills, repertorio, tecnica ed esperienza nella chitarra rock e prog/rock” con Giacomo Anselmi

——

Musika 2019

Palazzo dei Congressi, Roma Eur

ingresso da Viale della Pittura 50 (ampia possibilità di parcheggio)

Fermata Metro B Eur Fermi (a 600m)

Orari della manifestazione:

Domenica 20 ottobre 2019

dalle 10 alle 19 zona expo

dalle 10,30 alle 20,30 eventi live

Acquisto Biglietti:

Sarà possibile acquistare i ticket di ingresso anche direttamente ai botteghini di Musika a

partire dalle ore 9:00 del 20 ottobre 2019 o in prevendita online sul sito www.musikaexpo.it

Costo biglietti:

15 INTERO

I bambini fino a 8 anni entrano gratuitamente.

LEAVE A REPLY