SOLEDONNE

Dal 15 al 17 novembre al Teatro Duse, Roma

0
315

SOLEDONNEDopo gli applausi della scorsa stagione torna sul palco il testo di Fabrizio Ansaldo. Dal 15 al 17 novembre al Teatro Duse è in scena SOLEDONNE sei atti unici diretti, che vedono protagoniste Annachiara Mantovani, Alessia Fabiani, Diana Forlani e Cristina Frioni.

Sei atti unici che sviscerano l’animo delle donne, sei vite diverse ma accomunate dal loro “essere sole”. Personaggi al femminile raccontate con eleganza da un uomo. “Ho voluto raccontare le donne non come le vedo ma come le sento”, afferma Ansaldo e quello che emerge sono donne forti, a tratti fragili, mai vittime. Personaggi che portano dentro un senso di colpa, voglia di vendetta, potere o storie di tradimento. A differenza di quello che spesso capita di vedere, in una società che ha l’obbligo di difendere le donne sempre più spesso vittime di maltrattamenti, le donne di Ansaldo sono carnefici di uomini, mai vittime se non delle loro follie.

Amanda è stato Premio Fersen nel 2007. Nella memoria di una donna il racconto della sua vita avventurosa costellata di delitti contro chi provava per lei sentimenti umani.

Il cerbiatto o la vendetta del Demone dove una donna ricca e smaniosa racconta alla sua sarta l’incontro con un giovane conosciuto al mercato.

In Ricordati due donne delle pulizie riordinano la camera di un albergo dove la sera prima è morto un uomo.

Ne La voliera, premiato nel 2005 alla rassegna del Teatro Integrato Internazionale di Roma, racconta la storia di una donna che minaccia di gettarsi dalla terrazza di un attico per protestare contro il ritorno in vita di un personaggio di una fiction televisiva.

Ne Il Biglietto, che nasce da un’idea di Cristiania Gaggioli, una donna irrompe in un teatro per cercare l’autore di un anonimo biglietto d’amore.

Infine, in Mascia Reese – La signora degli scarafaggi, liberamente ispirato al racconto “The roaches” di Thomas M. Disch, racconta una città in fermento per i moti di protesta giovanili, il raduno musicale di Woodstock e la guerra del Vietnam.  Siamo nel 1969 e una giovane donna americana si trasferisce a New York per cercare lavoro.

Donne che raccontano storie di donne ai limiti, che hanno commesso crimini, veri o presunti, ma che raccontano anche emozioni, affetti, sentimenti e limiti umani.

LEAVE A REPLY