Teatro dell’Argine in scena con due spettacoli

Dal 15 al 20 ottobre al Teatro della Cooperativa, Milano

0
184

Teatro dell’ArginePer la prima volta al Teatro della Cooperativa arriva il Teatro dell’Argine con due spettacoli: Io, trafficante di uomini (19 e 20 ottobre), in prima nazionale, e Mi chiamo Andrea, faccio fumetti (15/18 ottobre) per la prima volta a Milano. Io, trafficante di uomini di e con Giampaolo Musumeci e Margherita Saltamacchia, diretto da Andrea Paolucci, racconta una storia di vittime e carnefici della più crudele agenzia di viaggi del mondo.

Mi chiamo Andrea, faccio fumetti, interpretato da Andrea Santonastaso, regia di Nicola Bonazzi, è un monologo disegnato sull’arte di uno dei più grandi fumettisti italiani, Andrea Pazienza.

Dopo Milano lo spettacolo sarà in scena al Teatro Bibiena di Mantova mercoledì 30 ottobre alle 11.30 nell’ambito della 14esima edizione di Segni New Generations Festival.

Perché io avevo un sogno e questa è la storia di un uomo che il mio sogno lo ha creato, coccolato e poi ucciso…

Mi chiamo Andrea, faccio fumetti è una biografia, ma non è una biografia. È un monologo disegnato. È un omaggio che non vuole omaggiare nessuno. È una dichiarazione di resa di fronte alle sentenze perentorie del destino. È l’ennesima constatazione di un Salieri di fronte ad un Mozart. Andrea Santonastaso, attore oggi, disegnatore di fumetti una volta, racconta, attraverso le parole scritte da Christian Poli, l’arte del più grande disegnatore di fumetti che il nostro paese abbia avuto, Andrea Pazienza. Lo fa dichiarando la sua impotenza di fronte al talento immenso di questo istrione dei pennelli. Lo fa dichiarando la sua inferiorità, ma anche la sua rabbia di fronte allo spreco cosciente e quasi premeditato di tanta arte pura in nome della follia di un buco. Lo fa raccontando Pentothal, Zanardi, Pertini… Lo fa entrando dentro a Gli ultimi giorni di Pompeo, soprattutto. E, infine, lo fa disegnando in scena e onorando indegnamente (o tentando di farlo) colui che è stato il più grande disegnatore vivente.

Andrea Santonastaso è nato a Bologna, vive a Vignola, ha studiato con Igort, Iori, Cavazzano, poi ha deciso di fare l’attore. Recita dal 1993.
Christian Poli è nato a Bologna dove vive. Scrive, scrive, scrive. Per il cinema, per la pubblicità, per la fiction. Collabora con la Bottega di Narrazione Finzioni fondata da Carlo Lucarelli.
Entrambi hanno amato, amano ed ameranno per sempre follemente l’Arte di Andrea Pazienza.
Il Teatro dell’Argine ha deciso da subito di sposare il progetto di Andrea Santonastaso, poiché, nell’intreccio di storia sociale e biografica che lo spettacolo realizza, ha ritrovato le ragioni della propria poetica e di un percorso spesso volto allo scandaglio di figure e temi di un passato recente in grado di parlare alla sensibilità contemporanea.

——–

15 | 18 ottobre

MI CHIAMO ANDREA, FACCIO FUMETTI

prima milanese

testo Christian Poli
con Andrea Santonastaso

regia Nicola Bonazzi
foto Riccardo Farina

produzione Teatro dell’Argine

Mancava un pezzo al racconto del fenomeno dell’immigrazione: la persona che fa i soldi sui migranti che io chiamo trafficante di uomini.”

Il lavoro nato nell’estate del 2018 prende le mosse da testimonianze vere. Da un lato una giovane profuga siriana incontrata dai due autori, dall’altro un reportage inchiesta durato due anni e mezzo tra Europa Medio Oriente e Africa a caccia di trafficanti. Un lavoro che mette in scena il più grande fenomeno dei nostri tempi.
In scena un giornalista e un’attrice fanno rivivere quel giorno in cui hanno incontrato Lucia, giovane siriana, che vive a Lugano da un paio da anni. Bevendo il tè, racconta la sua vita e il giornalista scopre le analogie tra i trafficanti che ha incontrato lui e la storia di Lucia. Non è un giorno qualsiasi. Quello è il giorno in cui suo fratello Gabi si è affidato a un trafficante per raggiungere la Grecia.
Dietro alle quinte di migliaia di migranti, che ogni anno arrivano in Europa, c’è un’industria fatta di grandi professionisti del crimine, gente in doppiopetto, uomini d’affari, il cui fatturato è secondo solamente a quello della droga. Tratto liberamente dal libro Confessioni di un trafficante di uomini (Ed. Chiarelettere di Andrea Di Nicola e Giampaolo Musumeci), già tradotto e pubblicato con successo in sei paesi nel mondo, che ha fatto discutere tutte le principali testate giornalistiche del mondo, nasce uno spettacolo che vede protagonisti uno dei due autori del libro, Giampaolo Musumeci e l’attrice Margherita Saltamacchia. Un lungo e coraggioso viaggio durato più di tre anni, che svela per la prima volta ciò che rimane nascosto nei pensieri dei diabolici attori di questo grande teatro mondiale. E rivela che cosa davvero si muove dietro la massa di disperati che riempiono le pagine dei giornali. Donne e uomini spietati, bugie, speranze, miracoli, vittime e carnefici della più crudele agenzia di viaggi del mondo.

Giampaolo Musumeci è giornalista, fotografo, regista e scrittore. Conduce Nessun luogo è lontano su Radio 24. Si occupa di immigrazione e attualità internazionale. Ha lavorato in diversi paesi nel mondo e ha collaborato, tra gli altri, con Sky Tg24, Channel 4, RaiNews24. Ha pubblicato Confessioni di un trafficante di uomini, edito da Chiarelettere nel 2014, scritto con il criminologo Andrea Di Nicola.

Margherita Saltamacchia, è attrice, aiuto regista, si occupa di organizzazione di eventi teatrali. Ha collaborato, tra gli altri, con Carmelo Rifici, Daria Deflorian, Antonio Tagliarini, Sandro Lombardi. Ultimamente lavora costantemente sulle scene della Svizzera Italiana.

——–

19 | 20 ottobre

IO, TRAFFICANTE DI UOMINI

prima nazionale

di e con Giampaolo Musumeci, Margherita Saltamacchia
tratto da Confessioni di un trafficante di uomini di Giampaolo Musumeci e Andrea Di Nicola, Chiarelettere, 2014
scenografie Carmela Delle Curti
regia Andrea Paolucci

uno spettacolo del Teatro dell’Argine in collaborazione con Teatro Sociale Bellinzona

——–

TEATRO DELLA COOPERATIVA

via privata Hermada 8 – Milano

Tel. 02 6420761

info@teatrodellacooperativa.it

www.teatrodellacooperativa.it

——–

BIGLIETTERIA

da martedì a venerdì 15.00 – 19.00

sabato 18.00 – 20.00 (nei giorni di replica)

domenica 15.00 – 16.30 (nei giorni di replica)

Il ritiro dei biglietti potrà essere effettuato fino a 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo

I biglietti sono acquistabili anche online sul circuito Vivaticket

——–

ORARI SPETTACOLI

martedì, mercoledì, venerdì e sabato 20.30

giovedì 19.30

domenica 17.00

lunedì riposo

——–

BIGLIETTI

intero 18€ – convenzionati 15€ – under 27 10€ – over 65 9€

giovedì biglietto unico 10€

ABBONAMENTO SPECIALE 4 SPETTACOLI DI OTTOBRE 32€

LEAVE A REPLY