Industria Scenica: ecco la stagione 2019/2020 (autunno-inverno)

La stagione prende il via negli spazi dello storico Dancing Everest di Vimodrone (MI) il 15 novembre con "Veryferici - Inchiesta sotto forma di disco" di Shebbab Met Project

0
385

Industria ScenicaLa Stagione 2019/2020 autunno/inverno di Industria Scenica prende il via negli spazi dello storico Dancing Everest di Vimodrone venerdì 15 novembre con Veryferici – Inchiesta sotto forma di disco di Shebbab Met Project, spettacolo vincitore del Premio Scenario per Ustica 2017.

Un teatro che vuole essere usato per raccontarsi e che aspira a raggiungere gli abitanti di quei mondi lontani dove la parola teatrale è del tutto sconosciuta”, queste le parole con cui la giuria del Premio ha assegnato il riconoscimento al collettivo bolognese, dalle quali emergono i delicati temi toccati da questa rappresentazione: l’attualissima questione dell’immigrazione, la voglia di rivalsa degli abitanti delle periferie, gli incontri- scontri culturali tra questi ultimi e coloro che abitano ‘i centri’ del mondo.

In un hinterland non definito, abitato dai Veryferici, personaggi provenienti dalle zone che in questi anni si sono rese tristemente note sui titoli di cronaca, dalle campagne romene fino ai quartieri periferici di Napoli, è ambientato uno spettacolo impostato come un disco di dieci pezzi musicali che affondano le radici nella cultura pop e del rap.

Ognuno di questi brani viene interpretato da un membro del collettivo che, non solo a livello musicale, ma anche tramite la prosa e la performance fisica, racconta al pubblico la propria storia, trasmettendo la frustrazione, ma anche i sogni e le speranze di una periferia che non è solo luogo fisicamente lontano dal ‘centro’, ma, soprattutto, ambiente che dal ‘centro’ è stato ripudiato.

Graffiti proiettati sul muro, una scenografia minimale composta da sacchi della spazzatura e sedie spaiate creano il contesto ideale in cui situare il cammino fatto di ostacoli che i personaggi in scena si ritrovano ad affrontare costantemente.

Dopo questa coinvolgente rappresentazione, evento inaugurale della programmazione, saranno altri 5 gli spettacoli in programma in un ricco cartellone creato anche grazie al contributo del Comune di Vimodrone, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di Regione Lombardia, del Circuito Regionale Multidisciplinare C.L.A.P.Spettacolodalvivo, di Fondazione Cariplo, della Banca di Credito Cooperativo di Milano (filiale di Vimodrone) e in stretta collaborazione con alcune Associazioni e gruppi attivi sul territorio.

La Stagione di Industria Scenica costituisce una proposta culturale decisamente interessante perché perfettamente in sinergia con le linee progettuali della Cooperativa, che dal 2012 unisce performance e innovazione sociale per portare in una storica balera spettacoli teatrali di grande valore.

Per questo motivo gli argomenti degli spettacoli che l’Everest ospita fanno riferimento a tematiche di attualità, cercando anche di accogliere le richieste del proprio pubblico; per la stagione 2019/2020, in particolare, si porrà l’attenzione sull’esclusione sociale e l’integrazione culturale (Veryferici – Inchiesta sotto forma di disco), la crescita personale al fine di trovare il proprio posto nel mondo (Che forma hanno le nuvole?), il delicato equilibrio della vita di coppia (Sconcerto d’amore), il coraggio nel seguire la propria etica (Perlasca. Il coraggio di dire no), passando anche per riflessioni sull’accanimento terapeutico e l’eutanasia (Orfeo e Euridice) e l’emancipazione dalla figura genitoriale per i giovani d’oggi (Stabat Mater).

Una stagione teatrale che intende distinguersi non solo in quanto programmazione di spettacoli, ma come una vera azione di Partecipazione Culturale, in cui è lo stesso territorio a essere coinvolto in prima persona e a scegliere una proposta di espressioni artistiche per i suoi abitanti e non solo: portare il teatro in un luogo che da sempre è stato punto di incontro rappresenta la grande sfida di far rivivere e rigenerare uno spazio non convenzionale, di trasformare l’Everest in una “piazza al coperto” dove varie forme d’arte possano sempre di più incrociarsi e contaminarsi.

Per questo motivo, quindi, la Stagione Teatrale all’Everest si rivolge non solo al pubblico di Vimodrone e della Martesana, oltre che, ovviamente, a tutte le Associazioni coinvolte, ma mira a proporsi anche in modo più trasversale a tutti i cittadini (adulti, giovani e famiglie) della Città Metropolitana di Milano interessati ad una proposta teatrale di qualità.

——-

VERYFERICI – INCHIESTA SOTTO FORMA DI DISCO

Shebbab Met Project

Spettacolo vincitore del Premio per Scenario Ustica 2017

Con: Camillo Acanfora, Natalia De Martin Deppo, Gianfilippo Di Bari, Younes El Bouzari, Youssef El Gahda, Alexandra Florentina Florea, Lamin Kijera, Matteo Miucci, Moussa Molla Salih

Regia coordinata da: Camillo Acanfora

Drammaturgia coordinata da: Natalia De Martin Deppo

Visual artist: Aurélia Higuet

——-

Shebbab Met Project

Shebbab Met Project è un gruppo multietnico di giovani nato nell’agosto del 2016. Formatisi all’interno della compagnia Cantieri Meticci, sono accomunati dalla voglia di fare del teatro il loro mestiere. Sviluppano un metodo di drammaturgia e di regia collettivi fatti di griglie, di parole chiave, di esperimenti che danno vita ad affreschi fatti di canzoni le cui radici sono da trovarsi nelle vite dei componenti.

Industria Scenica nasce nel 2012 con l’idea di progettare e realizzare percorsi che integrano le arti performative con il sociale, la formazione con lo sviluppo personale e ricreativo del singolo e della collettività. Negli anni è rimasta coerente con il suo percorso, credendo progetti di drammaturgia di comunità e producendo spettacoli teatrali a partire da tematiche sociali. Per farlo si serve di uno spazio storico e alternativo, un ex dopo-lavoro che ha accolto migliaia di persone di passaggio e non, il Circolo Everest. L’Everest è sede di Industria Scenica dal 2014 e le cinque menti artistiche che l’hanno fondata – Andrea Veronelli, Serena Facchini, Isnaba Miranda, Ermanno Nardi e Francesca Perego – tutt’oggi la fanno crescere, scalandone la vetta. Oggi Industria Scenica collabora con numerose compagnie teatrali, produce spettacoli di formazione e sperimentazione, lavora su progetti di peer education, media education, percorsi di formazione teatrale e video, spettacoli interattivi e uscite di tourism theatre.

——-

Stagione Teatrale 2019/2020

CALENDARIO degli altri appuntamenti

COMPAGNIA ELEA TEATRO / INDUSTRIA SCENICA

Che forma hanno le nuvole?

> Domenica 1 dicembre

ore 17.00

> Lunedì 2 e martedì 3 dicembre

ore 21.00

——-

COMPAGNIA NANDO & MAILA

Sconcerto d’amore

> Domenica 15 dicembre ore 17.00

ALESSANDRO ALBERTIN

Perlasca. Il coraggio di dire no.

>Venerdì 17 gennaio ore 21.00

——

COMPAGNIA ECO DI FONDO

Orfeo e Euridice

> Venerdì 21 febbraio ore 21.00

——

COMPAGNIA THE BABY WALK

Stabat Mater

> Venerdì 6 marzo ore 21.00

——

INFO

Everest

Via S. Anna 4 – 20090 Vimodrone – 200m a piedi dalla fermata MM2 Vimodrone

——-

BIGLIETTERIA

intero 13 €, ridotto 10 €, convenzionati 6 €

Solo per le domeniche 1 e 15 dicembre: biglietto unico 6 €

———

RIDUZIONI

Under 14, Over 65, residenti a Vimodrone

Convenzioni: Associati A.N.P.I., C.A.I., Circolo dei Sardi “La Quercia”, Comitato Genitori Vimodrone, Coro Incanto, Gruppo Mediazione di Conflitto, La Goccia, Minima Theatralia, NonSoloBlues, NonSoloMamme, Pi Greco, Politecnico di Milano, Spazio La Gobba, Teatro Pedonale.

————

PRENOTAZIONI

telefono: 0236580730 / 328121617 dal lun al ven 10.00-18.00

e-mail: info@industriascenica.com

in sede: via Sant’Anna 4, Vimodrone (MI) dal lun al ven 9.30-18.00 previo contatto telefonico.

———-

CONTATTI

Direzione Artistica Industria Scenica

teatro@industriascenica.com

LEAVE A REPLY