Romeo & Juliet Disaster

Dall'8 al 22 dicembre al Teatro Puntozero Beccaria, Milano

0
871

Romeo & Juliet DisasterSempre diretti dall’attenta regia di Giuseppe Scutellà e accompagnati dai giovani attori della compagnia Puntozero, i ragazzi del carcere minorile Cesare Beccaria tornano a calcare le scene, riproponendo Shakespeare in maniera inusuale, irriverente e spassosa.

Così il Teatro Puntozero Beccaria, primo teatro in carcere aperto come sala di pubblico spetacolo, presenta l’anteprima di quella che sarà (2020) la sua prima stagione teatrale indipendente, fra risate a crepapelle e buon umore. Attraverso un percorso culturale, ludico, formativo, lavorativo il progetto intende restituire una nuova vita ai giovani detenuti.

Un momento prima si è nella bella Verona, tra faide familiari ed amori passionali, tra Montecchi e Capuleti, feste e risse per strada. Un secondo dopo, però, si viene catapultati su un set caotico con un regista isterico ed urlante, tecnici incapaci e fannulloni e attori che prendono poco sul serio il proprio lavoro. Una bizzarra compagnia sta cercando di mettere in scena Romeo e Giulietta ma ogni tipo di sfortuna si abbatte sul palco, rendendo il lavorare con serietà edimpegno un arduo compito. Lo spettacolo alterna scene integrali dell’opera shakespeariana, potenti ed eterne, a istanti di pura follia, in cui lo spettatore cerca di capire, tra una risata e l’altra, cosa esattamente sta succedendo.

I ragazzi del Beccaria invitano la città a trascorrere il periodo natalizio in carcere condividendo tutto insieme, grandi e piccini, momenti di festa e di allegria. Essi dimostrano padronanza del palco e dedizione assoluta, sotto la sensibile e accorta guida di Giuseppe Scutellà: “Si divertono e hanno voglia di divertire, con passione e leggerezza. Masticano i versi shakespeariani come se li avessero da sempre in memoria, li rispettano e li reinterpretano a modo loro, con accenti nuovi ed intriganti”.

Per permettere l’accesso a teatro anche a chi non può economicamente, la compagnia ha pensato di adottare la tipica usanza partenopea del caffè “sospeso”, trasformandola nel “teatro sospeso”. Tutte le sere saranno messi a disposizione dei biglietti omaggio pagati da spettatori generosi.

————

www.puntozeroteatro.org

www.facebook.com/PuntozeroTeatro/

htps://twiter.com/PuntozeroTeatro/

www.instagram.com/puntozero_teatro/

LEAVE A REPLY