Visioni di un Monaco Nero

Il 1° dicembre, ore 17.30, presso il Teatro della Limonaia, Sesto Fiorentino (FI)

0
904

Regia e Drammaturgia: Daniele Giuliani
Con: Michele Branda, Gabriela Bogdan, Sofia Gemmani, Daniele Giuliani
Disegno Luci: Franco Campioni (Accademia Internazionale della Luce)

———

Visioni di un Monaco Nero, la nuova produzione di Sfumature in Atto, tratto dal racconto “Il Monaco Nero” di Anton Cechov, debutterà in prima assoluta Domenica 1 Dicembre alle 17:30 presso il Teatro della Limonaia  di Sesto Fiorentino (FI).

Il progetto di produzione di questo spettacolo è nato tre anni fa partendo da diversi studi, per i quali si ringrazia della collaborazione il Teatro Excelsior di Reggello e il Centro Culturale Ex Fila.
Ultima tappa prima del debutto è stata la residenza artistica presso AttoDue – Laboratorio Nove a Sesto Fiorentino, che ha visto coinvolti in questa ultima edizione gli attori Sofia Gemmani, Michele Branda, Gabriela Bogdan e Daniele Giuliani, quest’ultimo regista e drammaturgo dell’opera.
La scena, di per sé essenziale e allegorica, è arricchita dal disegno luci del Maestro Franco
Campioni (Accademia Internazionale della Luce).
In questo spettacolo ci siamo concentrati soprattutto sull’aspetto immaginifico del personaggio principale, alla ricerca di gratificazione e di un luogo in cui esprimersi. Kovrin finisce per sentirsi a casa in una dimensione parallela, non più tra le pagine dei libri o nei ruoli sociali, ma in altre stanze della sua mente imparentate con la follia, che appaiono molto più seducenti e soddisfacenti della realtà quotidiana, pur nascondendo pericolose trappole esistenziali. “E’ proprio su questo rapporto delirante tra Kovrin e il Monaco Nero che si è sviluppata la drammaturgia dello spettacolo” afferma il regista e drammaturgo dello spettacolo Daniele Giuliani.
Il Monaco Nero non è mai stato messo in scena in Italia ed è quindi poco conosciuto al pubblico teatrale. È un testo ricco di immagini poetiche ed offre l’occasione di riscoprire la contemporaneità e il linguaggio universale di questo grande autore russo.
Questo lavoro è frutto di un’approfondita e sentita indagine del regista Daniele Giuliani, impegnato da tempo sul tema della malattia mentale e conduttore di laboratori teatrali nei servizi di salute mentale.
Questo percorso lo ha portato a prestare particolare attenzione allo studio delle opere di Cechov che affrontano questo tema, come il precedente monologo da lui stesso interpretato “Memorie dal Reparto n.6”, produzione Teatro Nucleo di Ferrara con la regia di Cora Herrendorf.

———-

Per informazioni e prenotazioni:

Associazione Culturale “Sfumature in Atto”

info@sfumatureinatto.org

www.sfumatureinatto.org

Mobile 347 0615725

LEAVE A REPLY