Trend: “For once”

Dal 3 al 5 dicembre al Teatro Belli, Roma

0
94

For onceNella cittadina in cui April e Gordon si sono trasferiti insieme al figlio diciassettenne Sid la vita scorre senza scossoni. Proprio per questo hanno lasciato la grande città. Ma un incidente d’auto sconvolge le loro esistenze: nello schianto Sid ha perso un occhio e sono morti i suoi tre inseparabili amici. Niente sarà più come prima, per la famiglia e per la piccola comunità rurale in cui vivono. Ma davvero “prima” tutto era così perfetto?

Nel raccontarsi al pubblico padre, madre e figlio si spogliano gradualmente dei veli di “equilibrio” di cui si sono rivestiti per anni, rivelando una natura più complessa e compressa di quanto abbiano mai voluto ammettere e toccando una sincerità di cui sono i primi a sorprendersi. Questo candore disarmato pervade e illumina la pièce insieme al suo corollario: uno humour tipicamente britannico che accende di tenera ironia ogni scena, anche la più drammatica. Per vivere la complessità e le contraddizioni dei rapporti umani, l’autore Tim Price sembra intuire una strada nei tentativi tenaci, nei gesti di cura reciproca – solo apparentemente piccoli – di cui è costellata la vita imperfetta di un nucleo di umani che nonostante tutto si amano.

——-

Tim Price

Drammaturgo gallese, sceneggiatore, e insegnante. È un artista associato per il Traverse Theatre in Scozia, co-fondatore e letterato associato per Dirty Protest in Galles e co-fondatore di Playwrights ‘Studio Wales. La sua prima raccolta di opere teatrali ‘Tim Price Plays One’ è edita da Methuen ed è anche co-editore di “Contemporary Welsh Plays Volume 1” pubblicato da Methuen 2015. Insegna sceneggiatura all’Università di Manchester.

Trend, nuove frontiere della scena britannica XVIII edizione, festival a cura di Rodolfo di Giammarco, 17 ottobre 21 dicembre 2019, Teatro Belli piazza SantApollonia 11/a- 06 5894875, spettacoli ore 21,00, biglietto intero 13 / biglietto ridotto under26 e over 65 5

———

FOR ONCE

di Tim Price

traduzione Marco M. Casazza

con Selvaggia Quattrini, Marco M. Casazza e Michele Dirodi

assistente alla regia Barbara Enna

regia Marco M. Casazza

produzione Centro Teatrale Bresciano

LEAVE A REPLY