“Mozart. Scene dai viaggi in Italia” di Sandro Cappelletto

La presentazione del libro è in programma il 26 giugno in Sala Casella, Roma

0
271

MozartVenerdì 26 giugno (ore 19) lAccademia Filarmonica Romana ospita in Sala Casella (via Flaminia 118) la presentazione dellultimo libro di Sandro Cappelletto Mozart. Scene dai viaggi in Italia (ed. il Saggiatore, 2020). Proprio il 26 giugno 1770 Mozart ritornava a Roma da Napoli; vi resterà due settimane, durante le quali papa Clemente XIV lo nomina Cavaliere dello Speron dOro. Non poteva esserci giorno più adatto, giusto 250 anni dopo, per presentare il nuovo libro di Sandro Cappelletto, dedicato ai tre viaggi italiani di Mozart, così fertili di conoscenze, incontri, concerti, creazioni di nuove opere. Sarà Matteo DAmico, compositore e vicepresidente della Filarmonica, a dialogare con lautore, mentre il soprano Cinzia Forte e il pianista Marco Scolastra eseguiranno alcuni dei tanti lavori composti da Mozart in Italia, tra cui laria Se tutti i mali miei, nata a Roma il 25 aprile 1770, e alcuni estratti dalla festa teatrale Ascanio in Alba, che andò in scena nel 1771 per il Teatro Regio Ducale di Milano.

Nel 1769 il tredicenne Wolfgang Amadeus Mozart si è già esibito davanti alle corti di mezza Europa nel corso di sfiancanti tournée in Austria, Francia, Germania, Inghilterra, Olanda, Svizzera. Il padre Leopold, tuttavia, è preoccupato: di enfant prodige ne nascono ogni anno e Wolfgang non è più un bambino. C’è bisogno di qualcosa di clamoroso, di eclatante, che suggelli il suo talento e faccia capire al mondo che non ha di fronte un musicista promettente, bensì un genio. Nasce così l’idea di un viaggio nella «patria della musica», l’Italia. Padre e figlio si mettono in cammino: attraversano le Alpi, soffrono il freddo in malconce taverne, le sveglie all’alba, gli spossanti trasferimenti in carrozza. Ma i giorni trionfali arrivano: Rovereto, Verona, Mantova, Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e infine Venezia; ogni tappa è un successo, la folla ai concerti a volte è tale che la carrozza non riesce a passare. La nobiltà si innamora del giovane musicista di Salisburgo, ospita i Mozart in lussuosi palazzi, paga generosamente le esibizioni. Wolfgang si guarda intorno, apprezza i paesaggi, scopre le città, conosce compositori e cantanti, assimila, rielabora, giudica. Scrive moltissimo: tre opere – Mitridate, re di Ponto, Ascanio in Alba, Lucio Silla -, i primi sette quartetti per archi, sinfonie, arie da concerto, musica sacra, il mottetto Exsultate, jubilate. E sente nascere dentro di sé nuove esigenze espressive, che nel giro di qualche anno esploderanno nei capolavori della maturità. Mozart. Scene dai viaggi in Italia di Cappelletto non è solo il racconto del viaggio di formazione di uno straordinario musicista. È anche la storia di un padre e un figlio che a mano a mano, tra incomprensioni e affetto, scoprono il loro rapporto. Delle contraddizioni di un uomo, Leopold, diviso tra l’ambizione personale e la consapevolezza della propria missione: far conoscere a tutti il miracolo del giovane Wolfgang, un bambino che ha saputo trasformarsi in uno dei più grandi artisti che siano mai esistiti.

———

LA SETTIMANA PROSEGUE CON

Domenica 28 giugno spazio al giovanissimo pubblico, con il recupero dei fortunati laboratori per bambini dai 0 ai 3 anni di Allegro Capriccioso (ore 9.45 e 11.30), con cinque musicisti dellassociazione AIGAMAssociazione Italiana Gordon per lapprendimento musicale. Saranno loro a condurre i giovanissimi allascolto di un repertorio vario (classica, contemporanea, jazz, rock, pop, etnica, etc) che possa incuriosire e stimolare lapprendimento musicale fin dalla tenera età. Un modo originale e divertente di avvicinare i bimbi al mondo della musica (vocale e strumentale), stimolati da un ambiente accogliente ed emotivamente arricchente.

Nella stessa giornata alle ore 18, la Filarmonica ospita il recital di Giorgio Trione Bartoli, promettente pianista, classe 1996, Premio Casella” (2° premio) al Premio Venezia presso il Gran Teatro La Fenice nel 2018 e attualmente iscritto al Corso di alto perfezionamento dellAccademia Nazionale di Santa Cecilia nella classe di Benedetto Lupo. Per il suo debutto alla Filarmonica presenta un programma interamente dedicato alla musica di Sergey Rachmaninoff. Si apre con i 6 Moments Musicaux op. 16 primo lavoro di piena maturità dellautore, fra ardui passaggi virtuosistici e momenti di liricità con richiami chopiniani, e si prosegue con la Sonata n. 2 in si bemolle minore op. 36. Composta nel 1912, a diciannove anni di distanza, nel 1931, la Sonata venne ritoccata ampiamente dallautore, che ne abbreviò la durata e ne semplificò la scrittura pianistica. È questultima la versione che scelgono in concerto la gran parte dei pianisti, ed è quella che ascolteremo anche in questoccasione.

——–

Biglietti: 10 euro posto unico (più diritto di prevendita).

La Filarmonica invita ad acquistare i biglietti online direttamente dal sito www.filarmonicaromana.org . Sarà comunque attivo il botteghino in Sala Casella unora prima dellinizio dei concerti.

———-

Info: 342-9550100 (tutti i giorni ore 11-13 e 15-18; la domenica ore 9-18), email promozione@filarmonicaromana.org

———- 

Tutti i concerti si svolgono in SALA CASELLA (via Flaminia 118) 

venerdì 26 giugno ore 19

MOZART. SCENE DAI VIAGGI IN ITALIA

Matteo D’Amico presenta, in dialogo con l’autore, il libro

di Sandro Cappelletto dedicato ai tre viaggi italiani di Mozart. 

con Cinzia Forte soprano e Marco Scolastra pianoforte

MOZART

Allegro veronese in sol maggiore K 72a per pianoforte

Se tutti i mali miei aria K 83

Ballettmusik per Ascanio in Alba K Anh. 207

Spiega il desio, le piumearia da Ascanio in Alba K 111

Allegro moderato dalla Sonata n. 10 in do maggiore K 330 per pianoforte

Alleluja dal mottetto Exsultate, jubilate K 165

———-

domenica 28 giugno ore 9.45 e ore 11.30

ALLEGRO CAPRICCIOSO

concerto per bambini 0-3 anni

Nora Iosia voce

Valeria Antenore pianoforte

Paola Conte violoncello

Luigi Farina chitarra

Evi Baba flauto

Roberto Cippitelli percussioni

 

In collaborazione con AIGAM

———

domenica 28 giugno ore 18

GIORGIO TRIONE BARTOLI

Giorgio Trione Bartoli pianoforte

SERGEY RACHMANINOFF

6 Moments Musicaux op. 16

Sonata n. 2 op. 36 (ver.1931)

LEAVE A REPLY