“Sound of salame” di Mattia Bortesi

Le spassose, intellettualistiche, e talvolta inutili, avventure di un giovane che vuole a tutti i costi emergere nel panorama della musica. In libreria, edito da Arkadia Editore

0
207

Sound of salame

Il protagonista di Sound of salame non ha un nome, vive nella periferia di Ferrara e si bea allidea che presto diventerà una pop star. Alterna momenti di vera esaltazione compositiva ad altri in cui allestisce autentici processi alle azioni di chiunque gli stia vicino. Tremendamente radical chic, ancorato alla propria bettola prediletta, circondato spesso da ubriaconi e uomini che pare si siano arresi alla quotidianità, lattesa di una risposta dalle case discografiche lo sfibra e manda in bestia, cosa che comunque non gli porta altro che una sfilza di le faremo sapere”. La sua esistenza sembra avvitarsi sempre più in unillusione che si nutre di speranze, di momenti di inconsapevole ironia, di birre e bianchini trangugiati senza sosta al bar. Finché, un giorno, ecco apparire allorizzonte Margherita, la bibliotecaria. Sarà capace, laspirante pop star, di costruire, almeno con lei, una prospettiva che non si riduca a una semplice battuta?

Mattia Bortesi ha 30 anni e insegna italiano nelle scuole medie della provincia di Mantova. Dopo la laurea in Italianistica, conseguita all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, propone da qualche anno, presso associazioni culturali, una sua personale Lectura Dantis, incentrata sullInferno dantesco. Mattia collabora, nel suo paese, Sermide e Felonica, allorganizzazione di eventi letterari. Ama fare passeggiate lungo largine del fiume Po e suonare la chitarra nel suo progetto cantautorale, chiamato Matija. Le sue passioni sono i film di Nanni Moretti e di David Lynch e i romanzi di John Fante. Sound of salame è il suo romanzo desordio.

———

arkadia | narrativa

Collana Senza rotta

Pagine 140

Euro 13,00

LEAVE A REPLY