IBW: I colori di Raffaello nell’Americano, Arie dalla laguna dell’Albufera, Omid Hajili con l’Iran Brass Ensemble

Il 23 luglio a Firenze

0
233

Dan PerantoniAttivate le sinergie tra soul, mind & body con la guida di Elies Monxolì, Gabriella Rania e Luca Benucci, inizia oggi, giovedì 23 luglio 2020, la quarta giornata di formazione dell’Italian Brass Week 2020.

Apre la mattinata didattica Rubén Simeó, giovanissimo trombettista spagnolo, figlio d’arte, pluripremiato nei concorsi internazionali di Parigi, Porcia e Benidorm. Lo seguono, sempre con la tromba, Marco Pierobon, docente del Conservatorio di Musica “Claudio Monteverdi” di Bolzano, già apprezzato nel concerto di inaugurazione del Festival con i Gomalan Brass e nel recital solistico della scorsa giornata; Jonathan Reith, trombone principale dell’Orchestre de Paris; Giuliano Sommerhalder, prima tromba della Rotterdam Philharmonic e, in chiusura, il solista trombettista brasiliano Fábio Brum, membro dell’Orquestra Sinfónica Brasileira e del Royal Brass Quintet di Spagna.

Per pranzo lo Chef Gianni Giorgi del Ristorante ToscaNino Firenze ci preparerà la Tartare battuta al coltello con tartufo estivo, accompagnato da Lirio Mangalaviti che ci farà degustare e apprezzare il Chianti Classico e ci riporterà alla nota ricetta del barone Ricasoli e al suo storico marchio Gallo nero, cuore pulsante della Toscana nel mondo.

Dopo pranzo, largo ai giovani con la sezione Italian Brass Week for Youth. Tre gli ensemble che si esibiranno sul nostro palcoscenico virtuale. Gli Albufera Horns di Valencia ci proporranno pasodobles e opere della tradizione valenciana. Il loro nome è un tributo al parco naturale dell’Albufera, uno dei più suggestivi luoghi della città. Il gruppo, formato da 21 giovani cornisti professionisti, si avvale della collaborazione della voce solista di Jacint Hérnandez Esorihuela. Un’esibizione speciale a bordo delle barche, condotte da Sergio Estevens Soler e Jesus Peris Aleixandre, attraverso la laguna, un’oasi di pace e benessere allo stato puro.

Da Valencia a Pechino con il China Horn Ensemble costituito da 14 cornisti di grande livello professionale, formatisi al Central Conservatory of Music di Beijing. Nella classe del M° Yi Man. Gruppo affiatato, dalle sonorità genuine, dai colori meravigliosi dei diversi timbri, con un repertorio vastissimo che dalla classica arriva alla musica cinematografica, passando per il jazz e i balli latino-americani.

Chiude la sezione dei concerti pomeridiani l’Iran Brass Ensemble. La loro perfomance prevede l’esecuzione della ‘Parsian Suite’ di Pouya Saraei e songs tratte dal repertorio musicale tradizionale iraniano. Con l’ensemble il guest artist Omid Hajili, trombettista e cantante di fama planetaria.

Per le masterclass torniamo in Europa con il trombonista Jamie Williams, statunitense ma prima parte della Deutsche Oper Berlin e docente della Hochschule für Musik und Theatre di Rostock. Con Mike Roylance, tubista della Boston Symphony Orchestra e docente del New England Conservatory, si apre il binomio dei bassi, insieme al collega solista internazionale Pat Sheridan.

Una parentesi trombettistica con Mireira Farrés Bosch della Barcelona Symphony Orchestra e della Catalonia National Orchestra ci allontana dalla gravità, ma per un breve e cosmico respiro.

Con Fernando Deddos, euphonium della Panama Brass Orchesta, docente della Federal University Rio Grande do Norte States e Presidente dell’Associazione brasiliana Tuba e Euphonium, scopriremo gli strumenti utilizzati dai Brass player per migliorare le loro esecuzioni; Deddos passerà la palla ad Alessandro Fossi, solista internazionale e docente di tuba del Conservatorio di Bolzano che esplorerà le profondità del suo strumento.

E poi l’aria in pittura… Antonella Lombardi ci darà una lettura contemporanea di Raffaello e dei colori della sua personalità, delle sue spiccate doti di leader nella Roma dei Papi, maturate al fine di affermarsi sulla scena internazionale e ricevere commissioni artistiche di prestigio.

I colori raffaelliani si rifletteranno nelle creazioni del barman Mattia Capezzuoli dello storico “Camparino” in Galleria Vittorio Emanuele a Milano che ci presenterà l’Americano, cocktail italiano di Campari, Vermouth rosso e seltz.

Casino Royal Quarantina Scenario ci accompagnerà nel live dedicato alla musica elettronica per poi chiudere la serata con i recitals solistici di Andrea Tofanelli e Øystein Baadsvik e della formazione argentina Bayres Horns che ci presenterà i successi del loro ultimo album “ConcerTango”.

Tutti gli appuntamenti sono liberi e gratuiti e si possono seguire sui nostri social Facebook, Instagram e Youtube.

Info, iscrizioni alle Masterclass e contatti: segreteria@italianbrass.com, www.italianbrass.com – Pagina Facebook e Instagram: Italian Brass Week, Youtube Italian Brass Week

LEAVE A REPLY