Quid on the rooftop

Dal 16 luglio al 21 agosto al Quid, Roma

0
646

Quid on the rooftopDomani 16 luglio torna la musica dal vivo al Quid di Roma, eventi che si terranno nei mesi di luglio ed agosto nella suggestiva location dello storico locale Frontoni (Via Assisi, 117), 1500 metri quadri di terrazza, tra le più grandi della capitale, dove si alterneranno per tutta l’estate generi musicali come il jazz, il soul, il rock e il pop.

Ad aprire l’estate sotto il cielo di Roma saranno i Beat4tet, l’intrigante progetto della cantante e figlia d’arte Beatrice Gatto, accompagnata da Federico Buccini (tastiere), Guglielmo Molino (basso) e Simone Lanzillotti (batteria).

La band che trova le proprie radici nel soul e nel jazz americano, propone i sui brani originali presenti nell’EP e alcune cover rivisitate di artisti del calibro di Jorja Smith, H.E.R. e Lauryn Hill.

Un calendario ricco di nomi che si esibiranno ogni settimana dalle ore 21.30 (ingresso libero previo prenotazione) al “Quid on the rooftop”, tra tribute band e musica inedita e che vedrà la ripresa anche della rubrica “Quid Live Studio”, dove ogni giovedì ospiterà la musica originale più interessante della capitale.

Sarà Radiosonar, tra le radio in streaming più seguite e dinamiche del web, a seguire in diretta ogni giovedì in programma dalla terrazza del Quid, dove la serata verrà raccontata dalla voce di Dario, speaker radiofonico col programma RockMania in onda dalle 21:30 alle 22:30.

——-

La programmazione di luglio

GIOVEDI’ 16 BEAT4TET – Jazz/Soul

Quando una voce magnetica incontra le vibrazioni sinuose del jazz è subito magia. Beat4tet è l’intrigante progetto della cantante e figlia d’arte Beatrice Gatto,  che incontra Federico Buccini (tastierista), Guglielmo Molino (bassista). Il progetto, in questa occasione in trio in versione unplugged, nato inizialmente come cover band si è sviluppato nel corso degli anni dando vita a composizioni inedite in italiano. Ispirandosi al soul e al jazz americano cercano di accomunare i loro gusti musicali incanalandoli in un unico genere che li rappresenti.

DOMENICA 19 LA BANDA DELL’UKU – Pop/Rock 

Il fantasioso trio rivisita in chiave grottesca grandi classici della canzone italiana ed internazionale. A dispetto degli strumentini (apparentemente solo tre ukulele) il suono della band è di forte impatto grazie alle ricercate armonizzazioni vocali delle tre voci e trovate tecnologiche quali la footdrum (batteria suonata con i piedi) e l’ukulele sintetizzatore: chiudendo gli occhi si ha la sensazione di avere davanti una band con basso, batteria, tastiere e chitarre, il tutto suonato dal vivo e senza basi preregistrate. La Banda è attiva da cinque anni ed alterna la sua attività live in giro per l’Italia a lavori teatrali al fianco di attori comici e non. La line-up: Fabrizio Sartini (voce, ukulele, footdrum), Fabio Fedra (voce, uku basso) e Luca Sgamas (voce, uku synth).

GIOVEDI’ 23 CARASERENA – Pop / canzone d’autore

In equilibrio tra generi musicali e registri espressivi, la vocazione essenziale di cui si nutrono le canzoni dei Caraserena è la ricerca perenne di una sintesi che contenga tutte le loro diverse attitudini.
Musicisti spericolati e parolieri chirurgici, i Caraserena sono un gruppo romano che negli anni ha ricevuto numerosi riconoscimenti (Musicultura, premio Lunezia, tra gli altri) e ha portato le proprie canzoni nei palchi più prestigiosi della capitale. Canzone d’autore, quindi,  innaffiata di jazz, pop e falanghina. Nell’occasione si presentano al Quid negli spazi aperti del trio, all’interno del quale le loro canzoni troveranno forme nuove e insospettate.

DOMENICA 26 IESAINO’ BAND – Tributo a Pino Daniele 

Un tributo speciale ben lontano dal concetto di cover, una band capitanata da una vocalist d’eccezione del calibro di Giulia Maglione, che riesce ad interpretare i testi di Pino Daniele con originalità ma anche con una profonda conoscenza dello stile vocale del grande musicista napoletano. Ad accompagnarla sono Andrea Panzera alla chitarra, Umberto De Santis al basso e contrabbasso, Andrea Borrelli alla batteria. Una serata ricca di poesia e di grandi suggestioni quindi, ma anche piena di musica e ritmi, grazie ad una band capace di suscitare emozioni e rimpianti per un artista che ci ha lasciato troppo presto.

GIOVEDI’ 30 YAKSHI KOA & SILVIA OLIVIER  – Pop/jazz

Yakshi Koa è il nome del progetto solista di Anna Bielli, chitarrista e cantautrice. In attesa dell’uscita del suo primo EP, si è presentata con due singoli: “Can You Get” e “Glue” pubblicati su tutte le piattaforme digitali tra novembre 2019 e marzo 2020. Ad accompagnare Anna Bielli sulla terrazza del Quid è la pianista  e compositrice Silvia Olivier.

——-

La programmazione di agosto

DOMENICA 2 AGOSTO ROKAGE – Rock e non solo

Training, Hey man what do you do?, Bitter Blues e Time (will never change who we are), sono solo alcuni dei brani che hanno sorpreso il pubblico italiano ed estero. Un mix esplosivo che va dagli Inediti composti dal frontman Jordan Trey e dal chitarrista Marco Giuliani, fino ai Successi Internazionali di band e artisti come: Queen, The Beatles, Elvis Presley, Michael Jackson, Bryan Adams, Iron Maiden e tanti altri che hanno ispirato i due compositori italiani. Un repertorio che diverte ed emoziona, ripercorrendo la storia della musica dagli anni 50 ad oggi e come punta di diamante, gli energici e coinvolgenti brani dei ROKAGE che hanno sempre riscosso successo con pubblico di tutte le età.

GIOVEDI’ 6 AGOSTO LORA AND THE STALKERS  – Rock/Wave

Per la rubrica Qud Live Studio, rigorosamente in diretta sulle frequenze di RadioSonar.net salgono sul palco Lora and The Stalkers. La band è guidata dal duo formato da Lora Ferrarotto (cantante/chitarrista e autrice dei testi) e Alessandro Meozzi (polistrumentista – cantautore e produttore, anche leader della band Statale 66). In scaletta il meglio del loro repertorio rivisitato in versione unplugged  e forse qualche anticipazione del loro 3 album in uscita nel 2020 per la Blind Faith Records.   Completano la formazione  Alessio Morelli al  basso e  Giovanni Campanella al cajon. Una serata di indubbio interesse per tutti gli amanti del Rock-wave.

DOMENICA 9 AGOSTO VANESSA ELLY ACOUSTIC TRIO – Pop Soul

Una line-up davvero entusiasmante per una serata all’insegna del groove e di un sound di rara qualità. Ad accompagnare la splendida voce di Vanessa Elly, già finalista a Castrocaro nel 2014 e selezionata per le blind audition a The Voice of Italy e che qualcuno ricorderà come concorrente nel  format in onda su Canale 5  All Together Now 2019, sono il poliedrico chitarrista Stefano Profazi, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Anna Oxa, Diodato, Noemi e Rinky Tinky Jazz orchestra, per citarne solo alcune e il groove di Manuel Moscaritolo, che ha suonato con artisti quali Anastacia, Alex Britti, Baby K, Ketty Passa ed molti altri ancora.  In repertorio i grandi successi italiani e internazionali rivisitati in chiave acustica spaziando dal pop, al soul, al funk, all’Rnb.

 GIOVEDI’ 20 AGOSTO ANDREA GENTILI – Musica d’autore

A calcare il palco del Quid questa sera per la rubrica Quid Live Studio è l’apprezzato chitarrista e compositore Andrea Gentili, che ha collaborato con artisti quali Eliot Fisk, Sidiki Conde, Melaku Belay, e la lista continua. Diplomato in chitarra jazz con il massimo dei voti presso il Conservatorio di musica Licinio Refice di Frosinone, in questa sua esibizione propone il meglio del suo repertorio originale e qualche hit da non mancare, il tutto in versione one man band, accompagnato soltanto  dalla sua chitarra e la loop station.

VENERDI 21 AGOSTO RINALDUZZI RINAUDO DUO – Pop Rock e non solo

La Voce  è quella di Riccardo Rinaudo, che vanta collaborazioni con artisti del calibro  Baglioni, Fedez, Gazzè, Mengoni, Britti, Noemi, Patti Pravo, Giorgia e Zero, per citarne solo alcuni. La Chitarra è quella di Marco Rinalduzzi, che  ha suonato e inciso per mostri sacri del calibro di  Cocciante, Mina,  Dalla, Morandi, Venditti, Baglioni, Zucchero, Sting, Keith Emerson e la lista continua… Produzioni importanti quali quella di Giorgia, con la quale ha composto tutte le canzoni del suo primo disco, compresa “E Poi”, e  Alex Baroni per il quale ha scritto e prodotto tre dischi, rappresentano un valore aggiunto e un esempio di musica nostrana di grande qualità.  In scaletta una selezione di grandi hit internazionali ed italiane, che attinge a piene mani anche dalle composizioni di Rinalduzzi, per una serata da non perdere.

LEAVE A REPLY