Terrestri d’Estate (3° edizione)

Dal 15 luglio al 5 agosto a Vicenza

0
147
Terrestri d'Estate 2020
Foto di Giuseppe Di Somma

Sarà un omaggio ad Antonio Pigafetta, ad Andrea Palladio e a tutti quegli esploratori, ricercatori, artisti visionari e generatori di bellezza che sono stati ispirati dai nostri paesaggi e che hanno reso il nostro territorio un luogo conosciuto in tutto il mondo: questo il filo conduttore di “TERRESTRI D’ESTATE 2020”, il festival curato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale per il Comune di Vicenza e AIM Gruppo con Biblioteca civica Bertoliana, che torna dal 15 luglio al 5 agosto, nel Giardino del Teatro Astra e in altri luoghi della città, all’interno del cartellone estivo del Comune di Vicenza “Viaggio in città”.

Realizzato in rete con Pigafetta500, Illustri, ALDA European Association for Local Democracy e Festival Vettore Utopia, con il sostegno di Centro Veneto Bassano Banca, la partnership tecnica di Panda Print, Tipografia Unione, Studio Mama e con il contributo del Ministero per i Beni e le attività culturali, “TERRESTRI D’ESTATE 2020” è la 3a edizione di un progetto che unisce teatro, arti visive, performance, itinerari, laboratori e giochi. Venti giorni di spettacolo, dedicate alla diffusione dell’arte in tutte le sue forme; un programma in 3 sezioni – famiglie, silent play, teatro, a cui si aggiunge InChiostro, l’iniziativa della Biblioteca Civica Bertoliana quest’anno realizzata in collaborazione con La Piccionaia – che si rivolge a tutte le età e che quest’anno – spiegano i curatori Nina Zanotelli e Sergio Meggiolan – “vuole essere un invito a prendere esempio da chi ha saputo vedere la bellezza senza perdere mai la voglia di osservare, scoprire, preservare e custodire, nella convinzione che l’esperienza del bello ci apre all’altro e ci dice qualcosa su noi stessi”.

“Piazza dei Signori – continuano i curatori – sarà il porto dal quale salperemo per un lungo viaggio: ci imbarcheremo sulla bianca Basilica Palladiana, incontreremo giovani illustratori, giocheremo insieme ai bambini e impareremo da loro a non perdere la voglia di sognare; ci faremo cullare dolcemente da drammaturgie di voci e suoni sussurrate all’orecchio. Artisti contemporanei si uniranno al nostro equipaggio e scopriremo che nella ciurma si nascondono potenti parolieri intenti a sfidarsi a colpi di versi. Percorreremo le nostre vie d’acqua e, alla fine, prenderemo il volo, per osservare questa volta dall’alto: guidati dal Giorgione, Sir William Shakespeare e alcuni protagonisti del teatro, del cinema e della letteratura del ‘900”.

Come ormai da tradizione, ad aprire il festival, mercoledì 15 luglio (ore 18), sarà l’inaugurazione della mostra internazionale di illustrazione per l’infanzia /e.mò.ti.con/ illustra l’emozione, quest’anno dedicata al tema “viaggi fantastici, incontri straordinari” e ospitata negli spazi espositivi di Palazzo Cordellina (Contrà Riale 12): 22 opere realizzate da altrettanti artisti under35 provenienti da tutto il mondo, per un percorso attraverso le emozioni dei bambini. Tra queste, anche “FILTRO UMANO” di Francesca Rosafio, vincitrice di questa edizione e scelta come immagine di “TERRESTRI D’ESTATE 2020”.

Sempre nella sede istituzionale della Biblioteca civica Bertoliana di Palazzo Cordellina, i più piccoli saranno di nuovo protagonisti in occasione de “L’INCREDIBILE VIAGGIO”, il nuovo gioco teatrale di Aurora Candelli, per coppie composte da un adulto e da un bambino, in programma per sabato 18 e domenica 19 luglio (ore 16.30 e 18): un percorso interattivo ispirato alle avventure dei grandi esploratori, per osservare il mondo con meraviglia (evento gratuito, prenotazione obbligatoria). Completa la sezione “Famiglie” un’altra novità firmata La Piccionaia: “LA PROMESSA ALLA LUNA”, il gioco teatrale di Matteo Balbo, in programma domenica 26 luglio (ore 16.30 e 18) a Parco Querini: un viaggio fantastico dalla terra alla luna, dedicato ai bambini dai 6 anni insieme con i loro genitori.

Per la sezione “Silent Play”, debutta martedì 21 luglio (ore 18 e 20.30) con partenza da Piazza Matteotti “IL CIELO SOPRA VICENZA”, la nuova performance itinerante nata dalla ricerca della Piccionaia sull’eterodirezione, ispirata a “Il cielo sopra Berlino” di Wim Wenders e firmata da Carlo Presotto con tre grandi nomi della scena contemporanea, Massimiliano Civica, Anagoor e Sotterraneo. Repliche sabato 25 e venerdì 30 luglio e sabato 1° agosto. Tornano poi a grande richiesta l’itinerario fluviale sul Retrone “LA PORTA D’ACQUA”, in programma per domenica 26 luglio (ore 11 e 18) con partenza dal Teatro Astra, per scoprire il punto di vista sulla città da quella che è stata per centinaia di anni una delle principali vie d’accesso per merci e viaggiatori, e l’itinerario teatrale alla scoperta di Andrea Palladio “LE VOCI DELLA BASILICA”, giovedì 23 e martedì 28 luglio (ore 18 e 20.30) all’interno della Basilica Palladiana.

Saranno gli stessi Anagoor, Sotterraneo e Massimiliano Civica i protagonisti della sezione “Spettacoli”, che porterà il contemporaneo nel Giardino del Teatro Astra con tre appuntamenti, tutti alle ore 21.30, dedicati all’arte, al paesaggio, alla letteratura e al cinema nel loro rapporto con il tempo presente. Si parte mercoledì 15 luglio con il collettivo di Castelfranco Veneto, Leone d’Argento alla Biennale Teatro di Venezia 2018, e il loro “RIVELAZIONE. SETTE MEDITAZIONI INTORNO A GIORGIONE”: un viaggio attraverso sette fra i più celebri lavori del pittore veneto, un incontro su temi potenti che risuonano vivi ancora oggi – l’attimo fulmineo, il dialogo impossibile e il contatto fisico negato, l’eros funesto e la furia vendicatrice della natura, la nebbia che avvolge la storia interrotta di chi muore troppo presto per contagio: stelle di una mappa divinatoria che da tempo annunciava il futuro presente. Venerdì 17 luglio sarà la volta di Sotterraneo, Premio Ubu per il Miglior Spettacolo 2018, con “SHAKESPEAROLOGY. CONVERSAZIONE IMPOSSIBILE CON WILLIAM SHAKESPEARE”: un catalogo pop di materiali shakespeariani che dà voce al Bardo in persona: rovesciando i ruoli abituali, sarà lui, questa volta, ad interrogare il pubblico del nostro tempo. Infine, venerdì 24 luglio toccherà a Massimiliano Civica, regista, drammaturgo e attore due volte Premio Ubu, che presenterà “SCAMPOLI. DIALOGHI DA ROBERT MITCHUM AD ANDREA CAMILLERI”: un viaggio nella vita di alcuni protagonisti del teatro, del cinema e della letteratura del ‘900 come Robert Mitchum, Roberto Rossellini, Jerry Lewis, Emanuele Luzzati e Andrea Camilleri, per tracciare il ritratto dei nostri artisti ideali, modelli forse irraggiungibili ma proprio per questo esemplari.

Completa il programma “InChiostro… un’ora in viaggio con”, l’iniziativa nata dalla collaborazione della Biblioteca civica Bertoliana con il critico letterario e consulente scientifico Marco Cavalli che, giunta alla sua 4a edizione, torna ad indagare il tema dei viaggi – poetici, fantastici e interiori: un nuovo omaggio della Biblioteca al viaggio di Antonio Pigafetta, nel quadriennio delle celebrazioni per i 500 anni dalla circumnavigazione del globo che il vicentino realizzò al seguito di Magellano. Tre gli appuntamenti in programma, tutti alle ore 19.30 nel chiostro di Palazzo San Giacomo (Contrà Riale 5) e ad ingresso gratuito (prenotazione obbligatoria): mercoledì 22 luglio con Lorenzo Maragoni che presenterà “POETRY SLAM”, una battaglia poetica che sarà anche la restituzione del workshop di poesia performativa condotto nei giorni precedenti dall’attore padovano; mercoledì 29 luglio con Carlo Presotto, protagonista della lettura “ATLANTE DELLE ISOLE REMOTE” di Judith Schalansky; e con Marta Dalla Via che concluderà la rassegna con il testo di Tiziano Scarpa “LA CINGHIALA DI JESOLO”.

“Siamo felici di poter dare di nuovo appuntamento a tutti i nostri spettatori – commenta la direttrice del Teatro Astra Nina Zanotelli -. Una comunità teatrale che durante l’isolamento, seppure a distanza, non ha smesso di nutrire le relazioni al suo interno, e che ora può finalmente ritrovarsi dal vivo, più forte, con una nuova consapevolezza per fare della presenza fisica uno strumento per condividere, crescere, fare comunità. Naturalmente, in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme anti-covid. Vi aspettiamo!”

Programma dettagliato: www.teatroastra.it


Biglietti:

/e.mò.ti.con/ mostra di illustrazione; L’incredibile viaggio > ingresso gratuito
La promessa alla Luna > 6 euro
Le voci della Basilica > 7 euro
La porta d’acqua > 25 euro
Il cielo sopra Vicenza; Rivelazione; Shakespearology; Scampoli > 8 euro (acquisto in prevendita); 10 euro (acquisto la sera dello spettacolo); 20 euro (card estate 3 ingressi).

Per tutti gli eventi (tranne /e.mò.ti.con/) la prenotazione è obbligatoria.

Si raccomanda l’acquisto in prevendita sul suto www.teatroastra.it (con bonifico bancario) e presso l’Ufficio del Teatro Astra (senza diritti di prevendita); tramite circuito Vivaticket dal sito www.teatroastra.it (con diritti di prevendita).

———

Informazioni e prevendite: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza; telefono 0444 323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it

Rassegna InChiostro (Poetry Slam, Atlante delle isole remote, La cinghiala di Jesolo) > ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti – max 40 spettatori), prenotazione obbligatoria a settoreantico.bertoliana@comune.vicenza.it – 0444 578215.

LEAVE A REPLY