Tre Belle Domeniche

Dal 25 ottobre all’8 novembre nella provincia di Pesaro e Urbino

0
267

Tre Belle DomenicheTre Belle Domeniche in versione autunnale dal 25 ottobre all’8 novembre 2020 per conoscere la bellezza di una terra straordinariamente ricca di storia, arte e natura e i tesori nascosti della provincia di Pesaro e Urbino. Ogni appuntamento è l’incontro guidato con la visione di un luogo d’arte e l’ascolto di un concerto di musica classica in un meraviglioso sito storico. Tre preziose occasioni per piccole, grandi Gite di Piaceri organizzate da AMAT, in collaborazione con i Comuni di Mondavio, Sassocorvaro-Auditore e Urbania, con il contributo di Regione Marche e MiBACT nel rispetto di tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid19 previste dalla normativa vigente.

Si inizia domenica 25 ottobre alle 17.30 dal suggestivo Teatro della Rocca di Sassocorvaro raccontato dalla Proloco di Sassocorvaro e il concerto Romanze senza parole di Eugenio della Chiara alla chitarra su musiche di Franz Schubert, Niccolò Paganini, Fernando Sor. Nato a Pesaro, all’età di diciannove anni Eugenio De Chiara si diploma con il massimo dei voti e la lode nel conservatorio della sua città sotto la guida di Giuseppe Ficara. Tra i suoi maestri vi sono Piero Bonaguri, Andrea Dieci e Oscar Ghiglia, con cui si perfeziona all’Accademia Chigiana di Siena. Tra i riconoscimenti ricevuti si segnalano – primo musicista a conseguire questo risultato più di una volta – le due borse di studio della Fondazione Rossini vinte nel 2008 e nel 2010. La sua attività concertistica lo ha portato a suonare in Giappone, Austria, Turchia, Spagna e Norvegia; in Italia ha tenuto recital solistici per alcune tra le maggiori istituzioni musicali del Paese, tra cui il Rossini Opera Festival, le Società del Quartetto di Milano e di Bergamo, l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, la Società dei Concerti di Parma e l’Associazione “Angelo Mariani” di Ravenna.

Di luogo d’arte in luogo d’arte domenica 1 novembre sempre alle 17.30 è Daniele Targhini a illustrare a Urbania il Refettorio Convento San Giovanni Battista al Barco Ducale. Il concerto Il viaggio di Amarilli è affidato al bravissimo Ensemble Le Bucoliques formato da Alida Oliva soprano flauti e Willem Peerik clavicembalo su musiche di Giulio Caccini, Cipriano de Rore, Giovanni Stefani Paolo Benedetto Bellinzani, Josquin Desprez, Michel Pignolet de Montéclair , Henry Purcell, John Dowland, Georg Friedrich Händel Willem de Fesch, Orlando di Lasso.

Cantante e flautista, Alida Oliva ha studiato al conservatorio di Bologna dove si è diplomata e laureata con il massimo dei voti e la lode in canto rinascimentale e barocco. Ha arricchito la propria formazione artistica con lo studio della recitazione e recentemente con quello della Musicoterapia. Presente nei più importanti festival e rassegne di Europa, Stati Uniti e Canada, ha avuto occasione di perfezionare tecnica ed interpretazione anche grazie alla collaborazione con musicisti e registi di fama internazionale maturando esperienza di un repertorio molto ampio che spazia dalla musica medievale a quella contemporanea. Willem Peerik nato nei Paesi Bassi, ha iniziato i suoi studi musicali all’età di 7 anni con il pianoforte, prima al Conservatorio di Twente con Piere Ruhlmann diplomandosi in seguito al Conservatorio di Utrecht sotto la guida di Alexander Warenberg. Nel periodo a Utrecht si è avvicinato alla musica da camera seguendo i corsi dei violinisti Victor Libermann e Philip Hirshorn e del baritono Udo Reinemann. Nel 1992 si è trasferito in Italia per seguire i corsi di perfezionamento di pianoforte con Michele Marvulli e Giovanni Valentini con cui due anni dopo si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.

Il Teatro Apollo di Mondavio, rivelato dalla Pro Loco di Mondavio, è la meta per l’ultima Bella Domenica versione autunnale. Ensemble Aurata Fonte con Miho Kamiya soprano e Filippo Pantieri clavicembalo si esibirà nel concerto Sweeter than roses con musiche di Claudio Monteverdi, Barbara Strozzi, Antonio Vivaldi, Henry Purcell. Ensemble Aurata Fonte nasce da preziosi incontri e uno sgorgare continuo di esperienze, di amicizie e collaborazioni periodiche dei suoi componenti con vari gruppi ed ensemble di musica antica. Sviluppa la sua attività dedicandosi alla ricerca sia delle fonti musicali antiche csia della loro rappresentazione. La formazione si è creata nelle migliori scuole ed accademie: Scuola di Musica di Fiesole, Accademia Chigiana di Siena, Scuola Civica di Milano, Fondazione Cini di Venezia, Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Parma, Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Cesena.

Biglietti (5 euro posto unico numerato) posti limitati, consigliata la prenotazione. Prevendita online www.vivaticket.com. Biglietterie nei giorni di spettacolo dalle ore 17, biglietteria AMAT 071 2072439. Informazioni: 0721.849053, 366.6305500.

———

EUGENIO DELLA CHIARA – chitarrista

Nato a Pesaro, all’età di diciannove anni si diploma con il massimo dei voti e la lode nel conservatorio della sua città sotto la guida di Giuseppe Ficara. Tra i suoi maestri vi sono Piero Bonaguri, Andrea Dieci e Oscar Ghiglia, con cui si perfeziona all’Accademia Chigiana di Siena. Tra i riconoscimenti ricevuti si segnalano – primo musicista a conseguire questo risultato più di una volta – le due borse di studio della Fondazione Rossini vinte nel 2008 e nel 2010. Parallelamente agli studi musicali, completa la sua formazione umanistica presso l’Università Cattolica di Milano. La sua attività concertistica lo ha portato a suonare in Giappone, Austria, Turchia, Spagna e Norvegia; in Italia ha tenuto recital solistici per alcune tra le maggiori istituzioni musicali del Paese, tra cui il Rossini Opera Festival, le Società del Quartetto di Milano e di Bergamo, l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, la Società dei Concerti di Parma e l’Associazione “Angelo Mariani” di Ravenna. È stato ospite degli Istituti Italiani di Cultura di Vienna, Istanbul, Oslo e Tokyo. Appassionato camerista, collabora con il violinista Piercarlo Sacco, con il chitarrista Andrea Dieci e con i pianisti Davide Cabassi e Alberto Chines. Il suo interesse per la vocalità e per il teatro musicale lo porta a frequenti collaborazioni con cantanti lirici, su tutti i tenori Juan Francisco Gatell e Mert Süngü. Insieme ad Alessio Boni ha portato in scena “Tutto il resto è silenzio”, lettura dell’Amleto di Shakespeare accompagnata da musiche inglesi del Seicento. Nel 2018 ha inciso il suo primo cd con Universal, “Guitarra Clásica” – in cui sono incise alcune rare trascrizioni chitarristiche da Haydn, Mozart e Beethoven – e “Paganini Live”, EP registrato dal vivo con Piercarlo Sacco. È docente a contratto presso la sede di Gaeta del conservatorio “O. Respighi” di Latina. Suona una chitarra Domingo Esteso del 1935 e una Masaki Sakurai del 2009.

———

ENSAMBLE LE BUCOLIQUES

ALIDA OLIVA – soprano

Cantante e flautista, ha studiato al conservatorio di Bologna dove si è diplomata e laureata con il massimo dei voti e la lode in canto rinascimentale e barocco. Ha arricchito la propria formazione artistica con lo studio della recitazione e recentemente con quello della Musicoterapia. Presente nei più importanti festival e rassegne di Europa, Stati Uniti e Canada, ha avuto occasione di perfezionare tecnica ed interpretazione anche grazie alla collaborazione con musicisti e registi di fama internazionale. Apprezzata e competente interprete della musica barocca , ha maturato esperienza di un repertorio molto ampio che spazia dalla musica medievale a quella contemporanea . Ha collaborato con Compagnie d’operetta, Enti lirici, Teatri d’opera barocca e Orchestre sinfoniche. L’intensa attività concertistica e discografica non la distolgono da quella di docente presso il Conservatorio di Bologna ed altre prestigiose istituzioni pubbliche e private italiane presso le quali tiene oltre ai normali corsi di Canto, e Strumento, Workshop e Master specialistici. Attiva nel sociale lavora musicalmente con persone in disagio psicofisico ,segue e dirige vari gruppi corali infantili e di adulti curandone, oltre alla direzione, anche la tecnica vocale.

WILLEM PEERIK – clavicembalista

Nato nei Paesi Bassi, ha iniziato i suoi studi musicali all’età di 7 anni con il pianoforte, prima al Conservatorio di Twente con Piere Ruhlmann diplomandosi in seguito al Conservatorio di Utrecht sotto la guida di Alexander Warenberg. Nel periodo a Utrecht si è avvicinato alla musica da camera seguendo i corsi dei violinisti Victor Libermann e Philip Hirshorn e del baritono Udo Reinemann. Nel 1992 si è trasferito in Italia per seguire i corsi di perfezionamento di pianoforte con Michele Marvulli e Giovanni Valentini con cui due anni dopo si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Pur mantenendo sempre un’attività pianistica impegnata, gli ultimi anni Willem Peerik si è dedicato soprattutto alla musica antica, intraprendendo lo studio di clavicembalo allo stesso Conservatorio di Pesaro con la M.L. Pascoli, diplomandosi sotto la guida di M.L Baldassari e laureandosi nel 2007 brillantemente con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito corsi di perfezionamento con Gustav Leonard, Luigi Ferdinando Tagliavini, Fabio Biondi ed è risultato vincitore in vari concorsi musicali ottenendo molti riconoscimenti tra cui: 1° Premio Assoluto al concorso nazionale di esecuzione musicale “F.Feroci” – città di San Giovanni Valdarno (1998), 2° premio al concorso internazionale di musica da camera “Città di Chieti” (1997), al concorso musicale europeo “Città di Moncalieri” (1998) e al 11° Concorso Nazionale “Dino Caravita” – città di Fusignano nella sezione Clavicembalo (2002). L’interesse per tutti ambiti della musica ha spinto Willem Peerik ad un’attività molto impegnata ed eclettica. Insegna pianoforte presso la scuola di musica “iNMusica” a Pesaro, collabora come pianista/clavicembalista accompagnatore presso il conservatorio “G. Rossini”, è maestro collaboratore all’Accademia Flautistica di Imola “Incontri col Maestro” ed è accompagnatore al pianoforte/clavicembalo in numerosi corsi di perfezionamento e masterclass tenuti da docenti di chiara fama quali D. Bokdanovitch, M. Chen, P. Carlini, M. Marasco, G. Pretto, R. Leone, P.L. Graf, M. Larieu, G. Zagnoni, A. Persichilli, G. Cambursano, B. Cavallo. R. de Reede. Dal 2002 è direttore musicale ed artistico del Coro Polifonico “Jubilate” di Candelara (PU) che sotto la sua guida si è dedicato quasi esclusivamente al repertorio antico dalla musica medievale al barocco e sempre nello stesso anno ha formato il gruppo di musica antica La Calandria. Dal 2004 è direttore artistico del festival di musica antica ‘Musicae Amoeni Loci’ nella provincia di Pesaro e Urbino. Willem Peerik svolge una fervente attività concertistica in Italia ed all’estero come pianista, clavicembalista, organista e direttore. Le sue ricerche musicali e produzioni innovative sono state accolte sempre da un largo consenso da parte del pubblico e della critica.

———

ENSEMBLE AURATA FONTE

Nasce da preziosi incontri e uno sgorgare continuo di esperienze, di amicizie e collaborazioni periodiche dei suoi componenti con vari gruppi ed ensemble di musica antica. Sviluppa la sua attività dedicandosi alla ricerca sia delle fonti musicali antiche che della loro rappresentazione. Un ensemble che sperimenta le esperienze musicali trovando la gioia e la complicità durante l’evolversi del percorso. La formazione si è creata nelle migliori scuole ed accademie: Scuola di Musica di Fiesole, Accademia Chigiana di Siena, Scuola Civica di Milano, Fondazione Cini di Venezia, Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Parma, Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di  Cesena. I componenti hanno studiato con insigni maestri quali Roberto Gini, Wieland Kujken, Mauro Valli, Enrico Onofri, Luigi Mangiocavallo, Maurizio Naddeo, Gloria Banditelli, Masaaki Suzuki, Giovanbattista Columbro, Marcello Gatti e Barthold Kujken. L’ensemble ha maturato esperienze musicali eterogenee. Nel repertorio Barocco e con l’uso di strumenti originali ha avuto collaborazioni con gruppi specializzati come  Europa Galante, Ensemble Concerto, I Barocchisti, Armonia delle Sfere, La Calandria, Ensemble “Terre d’Otranto, Albanian Baroque Ensemble, Harmonicus Concentus, Ensemble Cantar Lontano, Canalgrande, Ensemble Il Continuo, orchestra barocca di Cremona, orchestra del festival Lodoviciano, Bach Colegium Japan, Orchestre da camera e sinfoniche. Hanno suonato in molte sale importanti nel mondo: Salle Playel di Parigi, Teatro Real di Madrid, Palau della musica di Barcellona, Barbican center di Londra, Albert Hall Londra, Concertgebouw Amsterdam, Cina, Giappone, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda.

LEAVE A REPLY