Tre prime assolute al Teatro alla Scala (Milano) con Mariangela Vacatello

La pianista interpreta in prima assoluta brani di Marco Stroppa, Yan Maresz e Georges Aperghis affiancandoli a due Studi di Debussy e a Kreisleriana di Schumann

0
354
 Teatro alla Scala
Foto di Davide Cerati

Domenica 18 ottobre alle ore 20 il primo appuntamento del Festival CAMINANTES al Teatro alla Scala è il recital della pianista Mariangela Vacatello. Il programma include la prima esecuzione assoluta di tre nuove composizioni per pianoforte di cui la pianista è dedicataria: i Trois études pour piano di Marco Stroppa, lo Scherzo II di Georges Aperghis, le Miniatures di Yan Maresz, In programma anche due studi di Claude Debussy, il n. 1 pour les sonorités opposées e il n. 10 pour les cinq doigts d’après Monsieur Czerny, e le otto fantasie di Kreisleriana di Robert Schumann.

Alle ore 19 il concerto è preceduto da una conferenza introduttiva con Luciana Galliano. A differenza di quanto precedentemente annunciato, la partecipazione di Marco Stroppa, Georges Aperghis e Yan Maresz non sarà possibile a causa delle ulteriori disposizioni di contenimento del contagio da nuovo coronavirus sul territorio nazionale.

Per i Trois études pour piano, Marco Stroppa ha «escogitato una serie di “cammini” deformanti sugli studi di Debussy, tanto nei titoli che nelle scelte compositive». Mariangela Vacatello presenta l’ultima versione degli studi, pensati “d’après Monsieur Claude”, e incorniciati da due dei dodici “Études” di Claude Debussy.

Come secondo episodio di una collaborazione iniziata con lo Scherzo I, presentato alla Biennale di Venezia nel 2019, Georges Aperghis dedica a Mariangela Vacatello lo Scherzo II, dove «la propensione del compositore all’esperimento e alla provocazione è qui particolarmente sorridente, nonostante la complessità della tessitura» (Luciana Galliano, note di sala).

Yan Maresz concepisce le sue “Miniatures”, commissionate da Milano Musica, come «satelliti» attorno a quattro brani principali, ancora allo stato embrionale, nei quali si propone di indagare i «modi fondamentali di produzione del suono

I biglietti (€ 40/20/10 al Teatro alla Scala) sono in vendita sul sito di TicketOne e presso la biglietteria di Milano Musica, largo Ghiringhelli, 1 (biglietteria del Teatro alla Scala) dal lunedì al sabato, dalle ore 12 alle ore 18.

A causa della limitata disponibilità di posti, eventuali richieste di accredito dovranno essere comunicate con anticipo.

——–

  • Domenica 18 ottobre 2020, ore 20

Teatro alla Scala

Mariangela Vacatello, pianoforte

Claude Debussy (1862-1918)

Étude n. 10 pour les sonorités opposées (1915, 4′)

Marco Stroppa (1959)

Trois études pour piano (2020, 12′)

Prima esecuzione assoluta nella versione definitiva

Claude Debussy

Étude n. 1 pour les cinq doigts d’après Monsieur Czerny (1915, 3′)

Georges Aperghis (1945)

Scherzo II (2020, 8′)

Prima esecuzione assoluta

Yan Maresz (1966)

Miniatures (2020, 10′) per pianoforte

Commissione Milano Musica

Prima esecuzione assoluta

Robert Schumann (1810-1856)

Kreisleriana op. 16 (1838, 28′) otto fantasie per pianoforte

****

ore 19

Il concerto sarà preceduto da una conferenza introduttiva di Luciana Galliano.

in coproduzione con

Teatro alla Scala

con il sostegno di

Institut français

Fondazione Nuovi Mecenati

sponsor istituzionale

Intesa Sanpaolo

Biglietti € 40 / 20 / 10

Acquista online: https://bit.ly/2S9c1EO

———

BIGLIETTERIA

Da lunedì a sabato (ore 12-18), è possibile acquistare biglietti e abbonamenti presso la Biglietteria del Teatro alla Scala, largo Ghiringhelli, 1.

CONTATTI +39.02.861147 ore 12-18 / biglietteria@milanomusica.org

Biglietteria online www.ticketone.it

Per favorire il rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza sanitaria,
consigliamo di effettuare online l’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti.

Biglietti per i singoli concerti del Festival

Concerti al Teatro alla Scala, Concerto straordinario al Conservatorio G. Verdi
Biglietti € 40, € 20, € 10

Auditorium San Fedele, Casa degli Artisti, Palazzo Reale, Pirelli HangarBicocca, Santeria Toscana 31, Teatro Elfo Puccini
Posto unico € 10

———-

ABBONAMENTO LIBERO A 6 CONCERTI DEL FESTIVAL € 80

con posto assegnato in platea o palco al Teatro alla Scala, e programma di sala in omaggio.

Ai Soci e agli Abbonati al Festival è riservato diritto di prelazione all’acquisto e una riduzione del 30% sui biglietti per il Concerto Straordinario di Maurizio Pollini al Conservatorio G. Verdi. Inoltre, sono riservati biglietti a € 5 anziché € 10 per gli altri concerti fuori abbonamento.

Ai Soci di Milano Musica è riservato un abbonamento a 6 concerti alla tariffa speciale di € 70.

Agli Studenti di Scuole Superiori, Università, Conservatori e Accademie d’Arte è riservato un abbonamento al prezzo speciale di € 35, con programma di sala in omaggio, dietro presentazione della tessera di riconoscimento.

Il 29° Festival Milano Musica è realizzato

in collaborazione con il Teatro alla Scala

con il sostegno di

MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Direzione Spettacolo, Regione Lombardia (soggetto di rilevanza regionale), Comune di Milano

Intesa Sanpaolo, sponsor istituzionale

Fondazione Cariplo, Ambassade de France en Italie, Institut français a Parigi, Fondazione Nuovi Mecenati, SIAE – Classici di Oggi 2018/2019, Fondazione Spinola, Casa Ricordi

in collaborazione con

Pirelli HangarBicocca, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Palazzo Reale, Conservatorio di Milano, Casa degli Artisti, San Fedele Musica, Teatro Elfo Puccini, Fondazione Claudio Abbado, Fondazione Achivio Luigi Nono Onlus, Fondazione Antonio Carlo Monzino, SONG Onlus, La Francia in Scena, mdi ensemble, Associazione musicAdesso, Santeria, Amici di Milano Musica

media partner

Rai Radio3

Edizioni Zero

Classica HD

partner tecnico

Audio sistemi

Il Festival Milano Musica è membro di

IntercettAzioni

Un progetto di Circuito CLAPS, Industria Scenica, Milano Musica, Teatro delle Moire e ZONA K,

con il contributo di Regione Lombardia, MiBACT e Fondazione Cariplo.

Italia Festival

EFFE – Europe for Festivals, Festivals for Europe

LEAVE A REPLY