Veronica Simeoni in recital

Il 24 ottobre, ore 18, al Teatro Goldoni, Firenze

0
189
Veronica Simeoni
Foto di Michele Monasta

Sabato 24 ottobre alle ore 18 al Teatro Goldoni, il piccolo e delizioso teatro in Oltrarno del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, andrà in scena il recital di canto del mezzosoprano Veronica Simeoni  che era inizialmente previsto lo scorso 15 marzo 2020 quando fu annullato per le questioni di sicurezza legate alla pandemia.  Ora “Il salotto musicale”, questo il titolo della serata, conferma la sua programmazione che prevede le  arie di Reynaldo Hahn, Hector Berlioz, Jules Massenet, Gaetano Donizetti, Federico Biscione e Camille Saint-Saëns. Al pianoforte: Michele D’Elia. 

Un pomeriggio musicale, ma anche una presentazione del CD della collana Maggio Live “Voix d’espoir” inciso da Veronica Simeoni e Michele D’Elia nel mese di maggio 2019  in cui, prima della parte musicale, interverranno i critici Elvio Giudici, Alberto Mattioli e Jorge Binaghi moderati da Vincenzina Ottomano per una riflessione sul programma e sul disco. Il Teatro del Maggio, dopo aver realizzato e messe a disposizione del pubblico alcune storiche registrazioni dal vivo di memorabili serate operistiche fiorentine per la prima volta realizza, proprio con questa registrazione, un cd in studio.  

Un programma colto e raffinato sia quello dell’incisione che quello proposto dal vivo al Goldoni  che il mezzosoprano Veronica Simeoni e il pianista Michele D’Elia scelgono dopo anni di collaborazione artistica, studio e amicizia. Fra i due interpreti si coglie quello che nelle note che accompagnano il disco, il critico Alberto Mattioli definisce “complicità ed affiatamento completi”.  La raccolta di brani scelti con cura nel ricco repertorio della musica da camera francese spazia da “Les nuits d’été”, sei liriche di Hector Berlioz, a una scelta di tre melodie di Reynaldo Hahn, letterato, compositore e cantante, noto per l’amicizia che lo unì per l’intera vita a Proust. Inoltre,  “Voix d’espoir”, il brano di Donizetti che dà il nome al disco nella cui linea melodica subito si riconosce il motivo della celeberrima aria “Una furtiva lagrima” dall’ Elisir d’amore. A seguire tre brani di Federico Biscione e per chiudere da Samson et Dalila, l’aria di Dalila “Amour! Viens aider ma faiblesse” di Camille Saint-Saëns. 

Dice Veronica Simeoni nelle pagine del programma di sala: “Questo disco e questo concerto che stiamo presentando al pubblico rappresentano un’occasione preziosa e importante per me e Michele D’Elia, dimostrando quanto amore e dedizione abbiamo impiegato nei confronti della musica francese. Presentare un lavoro come questo è un po’ come mettersi completamente “a nudo”, rivelando le più piccole imperfezioni e rughe, ma anche il miglior sorriso e lo sguardo più accattivante. Un progetto tale mostra il coraggio acquisito dalla confidenza e dall’amicizia, un confronto critico e costruttivo continuo, l’una nei confronti dell’altro, ma anche nei riguardi dei compositori e dei meravigliosi brani scelti per l’impaginazione di “Voix d’espoir”. Queste gemme musicali racchiudono in esse un piccolo mondo, una piccola porzione di sentimento che riteniamo sia importante mostrare a tutti coloro che sapranno coglierne le sfumature più intime e delicate”. Il mezzosoprano continua: “Vorrei dedicare questo lavoro alla persona che più di tutte ha creduto in me e mi ha indicato questo tipo di musica come quella in grado di rappresentarmi al meglio, che potesse esprimere pienamente la mia anima e la mia musicalità: la mia maestra Raina Kabaivanska”.

I possessori del biglietto con la data dello scorso 15 marzo 2020, che non hanno richiesto il voucher, sono invitati a presentarsi alla biglietteria del Teatro del Maggio durante l’orario di apertura (dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, il sabato dalle 10 alle 13) o la sera dello spettacolo al Teatro Goldoni (Via Santa Maria, 15) per ritirare il nuovo titolo di accesso che verrà riassegnato nel rispetto delle norme di sicurezza previste.

——–

Il costo del biglietto è di 10 e 15 euro. 

Programma:

Reynaldo Hahn

“Si mes vers avaient des ailes”

“À Chloris”

“L’énamourée”

 

Hector Berlioz

Da Les nuits d’été, raccolta di sei melodie per voce e orchestra op. 7: “Villanelle” (n. 1), “Le spectre de la rose” (n. 2) e “L’île inconnue” (n. 6)

Da Les Troyens: “Ah, je vais mourir”

 

Jules Massenet

Da Thaïs: “Méditation religieuse” per pianoforte

 

Hector Berlioz

Da La damnation de Faust: “D’amour l’ardente flamme”

 

Gaetano Donizetti

“Voix d’espoir”

 

Federico Biscione

Trois esquisses lyriques pour chant et piano (1992)

 

Camille Saint-Saëns

Da Samson et Dalila: “Amour! Viens aider ma faiblesse”

LEAVE A REPLY