Antonello Venditti “Sotto il segno dei pesci”

Arriva in edicola dal 24 novembre un altro tassello della storia della musica italiana "SOTTO IL SEGNO DEI PESCI" di ANTONELLO VENDITTI, quinta uscita de I GRANDI ALBUM ITALIANI.

0
736

È il marzo 1978 e il segno zodiacale dei pesci assiste dall’alto il successo di Antonello Venditti in classifica con l’album dal titolo che gli rende omaggio.

Da “Francesco” a “Bomba o non bomba…”, da “Chen il cinese”“L’uomo falco” ,“Giulia”“Il telegiornale” alla ben nota “Sara”, una tracklist da ascoltare e cantare, guidata proprio dal singolo “Sotto il segno dei pesci”, un perfetto mani­festo generazionale, resoconto di storie della rivoluzione socio-culturale e dei figli del ’68.

LA COLLANA

Ogni uscita, a cadenza settimanale, è composta da edizioni curate in ogni minimo dettaglio, accompagnate da un booklet con speciali approfondimenti incentrati sul singolo disco e sulla carriera di ogni artista, oltre a note di colore sui principali avvenimenti culturali in Italia e nel mondo che hanno caratterizzato l’anno di uscita di ogni album della collana. Tutte le sezioni sono documentate con foto e immagini d’archivio di difficile reperibilità.

La collana e i contenuti di ciascuna uscita sono ora una serie di podcast curati da Paolo Maiorino e dal DJ Speaker Carlo Nicoletti, prodotti da NoLogic Podcast e disponibili in streaming gratuitamente su SpotifyApple Music e Spreaker.

Dopo “Lucio Dalla”, “Una donna per amico”, “La voce del padrone”, “Concerto per Margherita” e  “Sotto il segno dei pesci” arriveranno in edicola (in ordine di uscita): “Burattino senza fili” (Edoardo Bennato); “Mio fratello è figlio unico” (Rino Gaetano); “Laura” (Laura Pausini); “Via Paolo Fabbri 43” (Francesco Guccini); “Siamo solo noi” (Vasco Rossi); “Crêuza de mä” (Fabrizio De André); “Mina” (Mina); “Buon compleanno Elvis” (Luciano Ligabue); “Il giorno dopo” (Mia Martini); “Tutto il resto è noia” (Franco Califano); “Profumo” (Gianna Nannini); “Nero a metà” (Pino Daniele); “Pazza idea” (Patty Pravo); “Samarcanda” (Roberto Vecchioni); “Paris milonga” (Paolo Conte); “Dove c’è musica” (Eros Ramazzotti); “La vita è adesso” (Claudio Baglioni); “Alla fiera dell’est” (Angelo Branduardi); “Hanno ucciso l’Uomo Ragno” (883); “Mangio troppa cioccolata” (Giorgia); “Zerolandia” (Renato Zero); “Mi fai stare bene” (Biagio Antonacci); “Parsifal” (Pooh); “T’innamorerai” (Marco Masini); “Carboni” (Luca Carboni).

LEAVE A REPLY