Lucia, la radio al cinema: confermata la seconda edizione

Festival ideato e curato da Radio Papesse e co-prodotto da NAM – Not A Museum, il programma dell’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi. Confermata la seconda edizione del Festival che celebra l'arte del racconto senza immagini.

0
188

Lucia, la radio al cinema, il Festival che celebra l’arte di raccontare senza immagini curato da Radio Papesse e co-prodotto da NAM – Not A Museum, torna a Firenze il 12 e 13 dicembre in diretta streaming dagli spazi di Manifattura Tabacchi e in ascolto online su luciafestival.org e manifatturatabacchi.com.

Una seconda edizione radiofonica e digitale che ospiterà live talk, digital masterclass, sessioni guidate di ascolto, narrazioni sonore, podcast, curiosità e backstage di produzioni audio da tutto il mondo.

Durante Lucia si potranno ascoltare documentari e fiction, produzioni radiofoniche e podcast internazionali, molti dei quali saranno sottotitolati per la prima volta in assoluto in lingua italiana.

Le prime anticipazioni sul programma                                                              Abbiamo bisogno tutti di altre storie, di narrazioni diverse, per conoscere e fabbricare nuovi mondi. È per questo che LUCIA torna con un programma di storie che oltrepassano i formati narrativi e i confini fisici ma anche altre che – tra umano e non umano, animato e inanimato – sconfiggono silenzi privati e collettivi.

LUCIA presenta una serie di produzioni audio – radio e podcast – che ampliano le frontiere dell’ascolto e viaggiano al confine tra Stati Uniti e Messico, a Kobane, nel Ruanda degli anni ’90, in un albergo occupato lungo la Prenestina, a Roma, in Amazzonia, a Cernobyl ma anche tra le ombre di storie familiari e casi personali. Lavori che invitano ad andare oltre la pura comprensione antropocentrica del mondo e che riconoscono, attraverso l’ascolto, una vitalità e una agentività anche in quegli altri non umani che Timothy Morton chiama strange strangers, negli oggetti, nei paesaggi e persino nei bot.

Nasce il programma di mentorship YASS! You are so sound!                                  Tra le novità di questa edizione 2020 YASS! You are so sound!, il programma europeo di mentorship e digital masterclass per producer audio. Ideato da Radio Papesse ambisce a contribuire a una maggiore diversità di prospettive, linguaggi e rappresentazione, nella produzione audio europea, fornendo produttori audio e ai podcaster europei e mediterranei le competenze e le risorse per avanzare nei loro progetti e nelle loro carriere.

L’iniziativa, della durata di 5 mesi, è dedicata a producer e artisti del suono (emergenti o esperti, di tutte le età) che abbiano una comprovata esperienza di narrazione audio. L’open call sarà lanciato a dicembre, nel corso del Festival, così come le prime masterclass che avranno come mentori Ann Hepperman, Catalina May e Martín Cruz.

La prima – produttrice radiofonica, sound artist e docente con base a Brooklyn – è stata descritta da Bitch Magazine come una “sorta di divinità del podcasting”. Le storie di Hepperman sono state trasmesse da NPR e BBC – tra gli altri – e presentate in programmi come This American Life, 99% Invisible e Radiolab. Insieme a Martin Johnson ha fondato The Sarahs Audio Fiction Award ed è attualmente produttore esecutivo per Audible US.

Catalina May invece è una giornalista cilena di base a Santiago del Cile, ed è senior editor di Adonde Media; mentre Martín Cruz è ingegnere del suono, sound designer e musicista. Insieme sono i creatori e le voci di Las Raras, un podcast in lingua spagnola, dedicato alle storie di chi resiste e sfida lo status quo, di chi lavora per il cambiamento sociale.
YASS! è realizzato in collaborazione con Oorzaken Festival (Amsterdam), Atelier de Création Sonore et Radiophonique (Bruxelles), Temporeale (Firenze). È supportato dalla European Cultural Foundation e dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi.

Maggiori informazioni sono disponibili su luciafestival.org/yass.

Il Premio Lucia                                                                                                      Chiude in questi giorni il bando della prima edizione del Premio Lucia per la produzione audio, iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Archivio Diaristico Nazionale (ADN) Pieve Santo Stefano (Arezzo).

Nel piccolo comune della provincia aretina è custodito un patrimonio storico e culturale unico nel suo genere, composto di oltre 9000 tra diari, memorie ed epistolari. Sono storie private, letteratura involontaria, scritti di gente comune in cui si riflette, in varie forme, la vita di tutti e la storia d’Italia, e che poi hanno trovato spazio in numerose pubblicazioni.

Tra questi diari, Radio Papesse e Fondazione Archivio Diaristico Nazionale ne hanno selezionati sei. Ai partecipanti al bando è stato richiesto di sceglierne uno e pensare a come vorrebbero raccontalo nel formato del documentario radiofonico. Le domande di partecipazione sono oltre 100 e giungono da tutta Italia.

Per questa prima edizione sono stati istituiti due premi: il primo di 2500 € e il secondo di 1000 €. I lavori prodotti saranno presentati a LUCIA Festival 2021, pubblicati su radiopapesse.org e sulla piattaforma di digital storytelling di ADN (online nel 2022). I vincitori saranno annunciati il 13 dicembre 2020, durante il LUCIA Festival. La giuria è composta da Ilaria Gadenz e Carola Haupt (Radio Papesse), Natalia Cangi, Martina Magri e Tiziano Bonini (ADN).

LUCIA, la radio al cinema
www.luciafestival.org | Instagram | Facebook

Manifattura Tabacchi
www.manifatturatabacchi.com | Instagram | Facebook | YouTube | Spotify

NAM – Not A Museum
www.notamuseum.it/ | Instagram

LEAVE A REPLY