National Geographic Festival delle Scienze: al via la 15° edizione

Aprono il festival Sandra Savaglio e Alessandra Sensini

1257
National Geographic Festival

National Geographic FestivalÈ ufficialmente iniziato il National Geographic Festival delle Scienze, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, con la partnership progettuale di Codice Edizionionline fino a domenica 29 sulla Pagina Facebook e sul sito ufficiale della manifestazione. A inaugurare la XV edizione lincontro con Sandra Savaglio e Alessandra Sensini, il primo degli oltre 130 appuntamenti che caratterizzeranno la settimana di incontri dedicati al binomio Ottimismo e Scienza, con protagonisti alcuni dei più brillanti esponenti del panorama scientifico nazionale e internazionale. 

Chiave di volta del dibattito lOttimismo nonostante, “quella forza invisibile che ci spinge a reagire davanti alle avversità spiega Vittorio Bo, direttore del Festival e moderatore dellincontro e che anche in una situazione drammatica come quella che abbiamo attraversato ha permesso di continuare a cercare soluzioni adeguate ed efficaci senza abbattersi. Attitudine positiva, mentalità aperta, capacità di adattarsi davanti alle difficoltà: tante le somiglianze tra le due grandi ospiti del National Geographic Festival delle Scienze che attraverso il loro esempio professionale e la diretta testimonianza hanno saputo ispirare la platea virtuale degli spettatori e gli alunni dellIIS Cammarata, attenti e partecipi con moltissime domande. 

Molti mi chiedono se quella di tornare in Italia è stata un scelta coraggiosaha esordito la prima delle due relatrici intervistate, Sandra Savaglioma io credo che il coraggio stia più nel partire e girare il mondo. Tornare a casa dopo averlo fatto, come nel mio caso, è più che altro confortante”.

Dalla copertina del “Time” nel 2004 al ritorno in Italia su invito dell’Università della Calabria, uno dei migliori tra i grandi Atenei del nostro Paese, lastronoma e astrofisica di fama mondiale ripercorre le tappe della sua brillante carriera alternando ricordi del passato con riflessioni sulla parità di genere nel mondo scientifico e accademico. Nelle situazioni di emergenza le donne vengono accantonate ma già parlare del problemadel loro ruolo è un passo avanti: il tetto di cristallo prima o poi verrà infranto”. 

Un esempio pratico dellOttimismo nonostante leit-motiv dellincontro, in cui risalta perfettamente la figura di Alessandra Sensini, prima donna italiana a vincere una medaglia doro nella vela, e la cui presenza ai vertici del CONI in qualità di Vicepresidente ha un importante significato. Ho assunto questo ruolo come una sfida, unulteriore occasione per mettermi in gioco e imparare, resa possibile anche grazie al presidente Giovanni Malagò che incoraggia moltissimo la professionalità femminile. Dalla prima Olimpiadi nel 1992 alloro di Sydney, la campionessa di windsurf ha raccontato vittorie esaltanti e sconfitte dolorose, tutte affrontate facendo ricorso a volontà, tenacia e grande lavoro, qualità indispensabili nello sport, nella scienza e nella vita. 

Dopo linaugurazione di questa mattina, il National Geographic Festival delle Scienze prosegue con incontri, laboratori, mostre virtuali e corsi di formazione docenti, tutto in digitale. Tra gli incontri di oggi, alle 18.30 la maratona Il covid e noi, introdotta e moderata da Vittorio Bo, in cui si susseguiranno appuntamenti con Peter Frankopan e Paolo Vineis, Alberto Mantovani, Elias Mossialos e Mario Monti, Maurizio Cecconi, Maki Galimberti e Giuseppe Ippolito, Paolo Giordano e Alessandro Vespignani. Tutti i dettagli sono disponibili qui. 

Prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, con la partnership progettuale di Codice Edizioni, il National Geographic Festival delle Scienze è realizzato insieme a National Geographic, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, realizzato con ASI – Agenzia Spaziale Italiana e INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con la partecipazione delle Biblioteche di Roma e di Scuola dello Sport di sport e salute.

Partner scientifici del festival sono  CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche, CMCC Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, ESA Agenzia Spaziale Europea, Rete GARRGSSI – Gran Sasso Science Institute, IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica, INGV Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Planetario di Roma Capitalee i partner culturali Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi, Wonderful Education e Future Education ModenaCasa degli Alfieri, Fablabforkids.

Fondamentale per la realizzazione del Festival è il supporto dei nostri Partner tra i quali Rolex è Main Partner, TIM Digital Partner, Enel Corporate Partner, Leonardo Educational Partner e Informa Sistemi come sponsor tecnico. Confermata la partnership con Radio3 Scienza che racconterà il Festival venerdì dalle 11.30 alle 12 e sabato dalle 10.50 alle 11.20 e dalle 16 alle 16.30. La manifestazione fa parte di Romarama, il programma culturale promosso da Roma Capitale.

———

Gli appuntamenti saranno disponibili su: 

Pagina Facebook e sito ufficiali del National Geographic Festival delle Scienze

www.ngfestivaldellescienze.com

https://www.facebook.com/NationalGeographicFestivaldelleScienze

https://www.youtube.com/c/AuditoriumTV