On line la terza edizione del San Martino Puppet Fest

Promosso da "La Compagnia dei Pupari Vaccaro-Mauceri"

0
168

Il San Martino Puppet Fest “trasloca”. Dal cuore di Ortigia alla rete. Si terrà on line, sul sito www.pupari.com, da domani al 15 novembre prossimo, la terza edizione della manifestazione che, anche in quest’anno così difficile, si prefigge di donare cultura ai bambini. «Perché il teatro – Alfredo Mauceri de “La Compagnia dei Pupari Vaccaro-Mauceri” ne è certo – rappresenta un volano per la crescita formativa dei bambini che, senza un’adeguata trasmissione di valori, cresceranno in un mondo che produrrà solo pensieri aridi. L’arte teatrale stimola infatti la fantasia dei piccoli e li apre anche alla diversità, sviluppa l’empatia e una migliore percezione del corpo nello spazio. Guardando “mondi diversi” si stimolano la creatività e l’apertura verso gli altri, trascorrendo del tempo di qualità con i genitori».

Perciò, nonostante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e in ottemperanza all’ultimo Dpcm, Alfredo Mauceri de “La Compagnia dei Pupari Vaccaro-Mauceri”, porterà avanti il San Martino Puppet Fest con grandi nomi del panorama nazionale che hanno offerto la loro ineccepibile arte in aiuto e supporto dei pupari.

Spettacoli, video musicali, testimonianze storiche, tutorial e giochi per vivere serenamente da casa la magia del festival «aspettando la possibilità – continua Alfredo Mauceri – di rivedere tutti al teatro Alfeo di Siracusa. Quest’anno nefasto sottolinea ancor di più il senso profondo di questo festival e il suo tema fondante, ovvero il “dono”. San Martino donò infatti il suo mantello al mendicante e noi, con questa terza edizione del Festival, doniamo a tutti liberamente la possibilità di partecipare a una grande festa di colori e fantasia che vuole valorizzare e celebrare il teatro nelle sue varie forme – conclude Alfredo Mauceri – mettendo a confronto le varie realtà per uno scambio di esperienze e modalità dello spettacolo».

L’evento si chiuderà con un convegno in streaming sul tema: “La tradizione popolare oggi?” in programma il 15 novembre alle 18.

LEAVE A REPLY