Premio Internazionale Buone Pratiche 2020: il riconoscimento a Francesca Chialà

La regista e sociologa fra le personalità che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento

0
829

Premio Internazionale Buone Pratiche 2020, il riconoscimento a Francesca ChialàLa Regista e Sociologa Francesca Chialà ha ricevuto il Premio Internazionale Buone Pratiche 2020 nella Cultura dal Parlamento Europeo ufficio Italia e NewsReminder per il Documentario realizzato per RAI 5 7 Concerti in 7 Giorni. Un Ponte di Musica e Solidarietà tra Italia e Terra Santa, in cui racconta il viaggio in 7 città con un orchestra sinfonica di giovani talenti musicali provenienti da diversi paesi del mondo per promuovere la pace tra Israeliani e Palestinesi.

La motivazione: l’aver svolto con competenza, umanità e una comunicazione efficiente ed efficace le proprie attività contribuendo al rilancio dellinformazione, della cultura e delleconomia italiana ed europea”.

Tra le altre personalità che hanno ricevuto l’importante riconoscimento figurano larchistar Stefano Boeri, la giornalista Myrta Merlino, la presidente della Fondazione MAXXI di Roma Giovanna Melandri, il vice direttore di La7 Andrea Pancani.

Sono molto felice di ricevere questo bellissimo premio a distanza di un anno dal Premio Maria Callas che ritiravo precisamente il 25 novembre 2019, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, allItalian Academy della Columbia University di New York per il mio impegno nel saper coniugare le 7 Arti con il socialeha dichiarato Francesca ChialàDedico questo nuovo premio internazionale al coraggio di tutte le donne del mondo che si impegnano ogni giorno per rendere la nostra società più sana, inclusiva e meritocratica.

I Premi Buone Pratiche hanno l’obiettivo di far emergere le best practices e le iniziative più lodevoli di coloro la cui esperienza ha effetti sulla nostra società interconnessa. “Le buone pratiche a livello europeo sono la strada per rafforzare una comune strategia contro la pandemia e creare una base sinergica di iniziative tra gli stati membri capace di portare ad una graduale ripresa economica – ha dichiarato Carlo Corazza, direttore dell’ufficio per l’Italia del Parlamento Europeo – Solo da questa unità di intenti si potrà uscire rafforzati dopo l’emergenza sanitaria che ha colpito profondamente tutti gli stati dell’unione”.

LEAVE A REPLY