Per la prima volta con l’ORT: Valentin Uryupin e Alexandra Conunova

Due musicisti poco più che trentenni propongono la loro caratura di interpreti e musicisti

360

Un debutto importante con l’Orchestra della Toscana per due musicisti poco più che trentenni: la violinista moldava Alexandra Conunova e il direttore russo Valentin Uryupin. Per il nostro pubblico sarà possibile conoscere ed apprezzare il loro valore artistico in un programma che comprende musiche di Salieri, Mozart e Shubert.

Lui, carriera equamente divisa tra clarinetto e bacchetta, in Russia è considerato una stella nascente. Al momento è direttore principale a Rostov e direttore residente all’Opera di Perm. Lei ha grande virtuosismo e musicalità; non c’è grande orchestra in Europa con cui non abbia suonato imbracciando il violino, un Guarneri del Gesù datato 1730. Qui interpreta il Concerto K.219 di Mozart, l’ultimo dei cinque scritti per lo strumento. A Uryupin la direzione della sinfonia introduttiva al divertissement teatrale di Antonio Salieri seguita dalla Quarta Sinfonia di Schubert, chiamata “Tragica”.

Vincitore nel 2017 del prestigioso Sir Georg Solti International Conductor’s Competition di Francoforte, Valentin Uryupin è un eccellente musicista già affermato nel panorama musicale russo. La sua carriera è equamente divisa tra il teatro d’opera e il palcoscenico sinfonico, e continua ad esibirsi come clarinettista solista (si è diplomato al Conservatorio di Mosca come clarinettista nel 2009 e come direttore d’orchestra nel 2012). Dal 2015 ricopre il ruolo di direttore principale e direttore artistico della Rostov-on-Don Symphony Orchestra. È inoltre direttore stabile alla Perm Opera House dell’orchestra MusicAeterna.

Nata in Moldavia nel 1988, Alexandra Conunova ha vinto il Primo premio alla Joseph Jochim Violin Competition di Hannover nel 2012: la giuria era stata impressionata dalla sua tecnica e dalla sua musicalità e riconobbe all’unanimità il suo virtuosismo. Nel 2015 è stata premiata all’International Competition di Singapore e ha vinto il Terzo premio alla Concorso Čajkovskij di Mosca (in quell’occasione il Primo premio non fu assegnato); nel 2016 le viene assegnato a Londra il prestigioso Borletti-Buitoni Trust. È stata insignita del titolo Maître ès Arts (Maestro delle Arti) dal Presidente della Moldavia, e ha fondato a Chisinau un’organizzazione benefica, “ArtaVie”, per aiutare giovani studenti di musica disabili.

Firenze, Teatro Verdi

venerdì 11 dicembre 2020 ore 21:00

VALENTIN URYUPIN direttore

ALEXANDRA CONUNOVA violino

Orchestra della Toscana

Antonio Salieri/’Prima la musica e poi le parole’ ouverture

Wolfgang Amadeus Mozart/Concerto n.5 per violino e orchestra K.219

Franz Schubert/Sinfonia n.4 D.417