Weekend con Abbecedario del Reale

Ospiti Paolo Rumiz e Vittorio Lingiardi. Tra isolamento e sogni, continua la rassegna online di MACMA . Venerdì 11 e sabato 12 dicembre, ore 18, gratis su lefornaci.org

0
192

Come continuare a vivere e resistere, seppur da soli, in questi tempi difficili. All’isolamento fa compagnia il sogno, nel nuovo appuntamento di “Abbecedario del Reale”: venerdì 11 dicembre dalle ore 18, sul sito lefornaci.org arriva “I come Isolamento”, sabato 12 invece “O come Oniro”. Saranno visibili gli interventi di pensatori e scrittori come Paolo Rumiz e Vittorio Lingiardi, oltre alle proiezioni dei cortometraggi selezionati a tema.

Il festival è la prima firma online di MACMA, realtà che lavora con il cinema documentario e nell’ambito dell’audiovisivo. Ha inaugurato la nuova stagione Extra dell’Auditorium Le Fornaci, che continuerà fino ai primi di gennaio: gli appuntamenti saranno gratuiti e tutti online, sul sito lefornaci.org.

Si inizia con la giornata dedicata all’Isolamento, venerdì 11 dicembre dalle 18. “Il veliero sul tetto. Appunti per una clausura”: si presenta così, come il nome del suo nuovo lavoro in libreria (edito nel 2020 per Feltrinelli) l’intervento di Paolo Rumiz. Scrittore e giornalista, soprattutto viaggiatore, costretto come tutti nell’isolamento fisico delle proprie dimore, racconta di come i nostri corpi hanno scoperto una nuova dimensione, memore dei percorsi inesplorati che, si augura, presto riprenderemo, ma figlia di un ambiente diverso, seppur familiare. Il viaggio può continuare, con le parole e la fantasia. Segue il contributo video di Luis Cobelo, artista indipendente venezuelano, con il suo “Afuera”, in cui racconta il lockdown a Barcellona, dalla prospettiva di una terrazza che offre uno sguardo a 180 gradi sulla città, dove esplora l’umanità nelle sue nuove abitudini e i nuovi luoghi di incontro e socialità a distanza. Prima dell’estratto del web-documentary che chiude la giornata (“Cesare nella grotta”, da Setteponti Walkabout), spazio anche all’intervento dello psichiatra Vittorio Lingiardi, che connette e rimanda l’appuntamento al giorno successivo con “Soglie”.

 Il tema è d’indagine soprattutto sabato 12 dicembre, sempre dalle ore 18: “O come Oniro”, termine greco per riferirsi appunto al sogno, dove ragione e sentimento si incontrano, creando storie melliflue quanto reali. Firma di quotidiani come il Sole24Ore e Repubblica (con cui collabora ne Il Venerdì), lo psicanalista Vittorio Lingiardi apre i lavori con la sua specialità, “Cinema e sogno”, per poi lasciare spazio ai cortometraggi. Il primo è “Sogni al campo”, opera di Magda Guidi e Mara Cerri, già protagonista alla Biennale di Venezia, impreziosita da animazioni con le musiche dei Massimo Volume e Stefano Sasso. Chiude la giornata “I sogni di Roma” di Mo Scarpelli, dove la pandemia e la chiusura in quarantena sono raccontate dagli abitanti della città eterna, in questa serie di cinque cortometraggi.

MACMA dal 2006 vive e opera nell’ambito del cinema documentario e dell’audiovisivo, in Toscana, nel Valdarno Superiore. Qui ha creato Sguardi sul Reale Festival e l’appuntamento di cinema d’essai Cinema 9 e 1/2. Ha prodotto una serie di opere audiovisive e ibride, le ultime sono il web documentary Setteponti Walkabout, realizzato all’interno di una residenza artistica,  e il film Pratomagno, cortometraggio che ibrida documentario e animazione, selezionato in vari festival italiani e internazionali. Ha realizzato anche vari progetti di formazione e di alta formazione sui linguaggi audiovisivi e del racconto del reale in genere. Ha ideato e realizzato progetti vari e variegati, con una costante sempre presente: mescolare la ricerca con l’invenzione, il documentario con la finzione, il cinema con l’animazione e con molte altre sfere della creazione. Dal 2012 MACMA, con l’associazione Valdarno Culture, gestisce l’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (Ar).

Sito: http://macma.it/
Facebook: https://www.facebook.com/macmassociazione/
Instagram: https://www.instagram.com/m_a_c_m_a/

INFORMAZIONI TECNICHE: 

  • tutti i contenuti sono gratuiti
  • i contenuti saranno fruibili direttamente sul sito de Le Fornaci
  • i film saranno visibili dietro registrazione per 24h o 48h
  • gli interventi di ospiti, di autori e le produzioni MACMA e Valdarno Jazz invece saranno caricati nella data in calendario e poi sempre disponibili

LEAVE A REPLY