“La pecora” di Nour Gharbi vince il Premio “Immaginari della Migrazione Globale”

Il progetto premiato propone un soggetto originale, che evoca in modo efficace e poetico le differenze culturali e religiose, l’abilismo e lo specismo

0
284

Il progetto propone un soggetto originale, che evoca in modo efficace e poetico le differenze culturali e religiose, labilismo e lo specismo, mostrandone le intersezioni e le risonanze metaforiche. Inoltre, il progetto dimostra grande professionalità e possibilità di realizzazione, ha alle spalle una casa di produzione molto solida e impegnata nel sociale, e un regista che ha dato ampia prova delle proprie qualità.

——–

Il Premio “Immaginari della Migrazione Globale, promosso dal Dipartimento in collaborazione con lAAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico), intende sostenere la produzione di un film diretto da un* regista dal background migrante.

Il Premio consiste in un contributo di 3000 euro ai quali si aggiungono attrezzature di ripresa e servizi di postproduzione offerti dal CPA – Centro Produzione Audiovisivi e filmati di repertorio offerti da AAMOD (destinati alla realizzazione del film).

La missione del Premio è quella di incentivare le voci di background migrante ad esprimere la propria sensibilità e visione su un tema così attuale sul quale purtroppo raramente vengono chiamati in causa come autori/autrici della narrazione i soggetti direttamente coinvolti.

www.cpa-uniroma3.it

https://filosofiacomunicazionespettacolo.uniroma3.it/

l Dipartimento Filosofia Comunicazione e Spettacolo – Università Roma Tre

in collaborazione con

AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) 

ASSEGNA IL PREMIO

IMMAGINARI DELLA MIGRAZIONE GLOBALE 

a 

Nour Gharbi 

con il progetto “LA PECORA”

punteggio: 88/100

LEAVE A REPLY