Giornata Mondiale del Teatro: “L’acrobata”

Il 27 marzo, ore 21.15, su Rai 5

0
369
Foto di Luca Del Pia

In occasione della Giornata mondiale del teatro, che si celebra ogni anno il 27 marzo, va in onda su Rai 5 (alle ore 21.15) L’acrobata, successo del Teatro dell’Elfo diretto da Elio De Capitani. Lo spettacolo replica domenica 28 marzo (ore 16.00) e sarà poi disponibile su Raiplay dal 29 marzo per 7 giorni.

L’acrobata

di Laura Forti

uno spettacolo di Elio De Capitani/ regia

con Cristina Crippa e Alessandro Bruni Ocaña

ed Elio De Capitani in video

regia video Paolo Turro

suono Giuseppe Marzoli

luci Nando Frigerio

riprese dello spettacolo a cura di Paolo Turro

operatori Martina Daeder, Simone Mazzoleni

produzione Teatro dell’Elfo

———

In onda su Rai5 L’acrobata, successo del 2018 diretto da Elio De Capitani che mette in scena un testo teatrale di Laura Forti. Un viaggio concreto e al tempo stesso onirico attraverso tre continenti, tre dittature e tre fughe, mondi ed epoche apparentemente lontani che vengono evocati nei video di Paolo Turro.

Due soli interpreti, Cristina Crippa e Alessandro Bruni Ocaña, che si calano nei loro personaggi (e ne richiamo in vita molti altri) con un’intensità necessaria e toccante.

Una storia familiare, un racconto che lascia senza fiato e traccia un filo fra episodi che hanno segnato il Novecento: dalla Russia dei Pogrom all’Italia fascista, dal Cile di Allende e poi di Pinochet fino alla Svezia.

La scrittrice fiorentina ricostruisce la vita tragica e avventurosa di suo cugino José, chiamato Pepo in famiglia e Comandante Ernesto (in onore di Che Guevara) dai compagni di lotta. Un romanzo di formazione di un giovane guerrigliero e un omaggio alla madre di Pepo, come a tutte le madri che hanno perso un figlio perché ha scelto di morire per un ideale. 

—–

DALLA RASSEGNA STAMPA

«L’acrobata, spettacolo pieno, denso, che Elio De Capitani regista mette in scena al Teatro dell’Elfo, è anche teatro della memoria. In scena Cristina Crippa e Alessandro Bruni Ocaña, con i filmati di Paolo Turro, autore del ‘corto’ che è costola e anima della messa in scena: lo spettacolo è una scossa alla memoria. Il giovane Paolo Turro, classe 1990, è autore già autorevole, e premia la coraggiosa idea del regista che con questo contributo realizza una pièce innervata dal documentario di guerra, o del reportage. La recita dei due attori in scena si intona armoniosamente al movimento cinematografico. Cristina Crippa e Alessandro Bruni Ocana dialogano spesso come monologando, ognuno nella sua propria storia».

Roberto Mussapi, Avvenire

«Tratto da un romanzo autobiografico di Laura Forti, L’acrobata è diretto da Elio De Capitani, affiancato dalla preziosa regia video di Paolo Turro, e interpretato magistralmente da Cristina Crippa e Alessandro Bruni Ocaña. La regia è impeccabile, fredda e perciò ancora più commovente, chirurgica nella scena bianca, spigolosa e spoglia, illuminata dalle belle luci di Nando Frigerio».

Camilla Tagliabue, il fatto quotidiano

LEAVE A REPLY