Il Festival Puccini 2021

Tanti baci da Torre del Lago

0
478

La Fondazione Festival Pucciniano guarda con fiducia e ottimismo alla prossima estate e presenta per l’edizione 2021 del Festival Puccini un programma ricco di novità, che si snoderà nei mesi di luglio e agosto 2021 tra opera, concerti ed eventi speciali. Un cartellone che, riprendendo il filo della stagione 2020, fa dialogare tradizione e contemporaneità̀. Un festival quello ideato da Giorgio Battistelli che affianca alle opere del grande repertorio eventi ed attività ispirate dalla creatività dei nostri giorni e dai linguaggi contemporanei.

Tanti Baci è il titolo scelto per l’edizione numero 67 del Festival Puccinitema e fil rouge che unisce i tanti eventi in programma. Un tema quello del bacio che viene anche “rappresentato” nell’immagine del Festival Puccini 2021, un sipario che si apre sul dipinto The Lovers di René Magritte, genio del surrealismo, che esprime quell’impossibilità dell’amore che il mondo tutto, oggi, sta provando; ma anche quel desiderio di ritrovarsi e di poter tornare a manifestare con gesti più significativi i propri sentimenti. Il sipario che si apre è il segno della speranza, della volontà di far riaprire i teatri e di far ripartire lo spettacolo e il desiderio di lenire attraverso la musica quel dispiacere che ci costringe ancora oggi a rinunciare ai nostri abituali gesti di affetto.

Il cartellone porta in scena 3 titoli d’opera per 10 rappresentazioni: Tosca che vedrà il debutto alla regia di Stefana Sandrelli; un nuovo allestimento di Turandot, coprodotto con il Teatro Goldoni di Livorno, con la firma di un grande regista come Daniele Abbado; e la Bohème nella ripresa dello spettacolo di Ettore Scola affidata a Marco Scola di Mambro, già assistente del grande regista. Ma il programma va ben oltre. “Giacomo Puccini è senza dubbio uno dei compositori tra i più attenti ai cambiamenti, aperto alla modernità e da questo suo spirito di apertura verso il nuovo, verso l’oggi che traiamo lo spunto per coinvolgere artisti del nostro tempo” dichiara Battistelli. Il Festival Puccini diventa contenitore produttivo e anche nel 2021 “committente” di nuove opere: con lo spettacolo Tanti Baci che vede protagonisti giovani compositori e lo scrittore e poeta Franco Marcoaldi; un nuovo spettacolo anche quello del 2 agosto che riporta Stefano Massini sul palcoscenico per parlarci del modernissimo Enrico Caruso a 100 anni dalla scomparsa. Toni Servillo e Giuseppe Montesano saranno i protagonisti del “Melologo- Concerto su e con Puccini” in cui i protagonisti ammettono di non apprezzare il “melodico” Puccini per arrivare alla fine dell’ascolto a comprenderne la straordinaria genialità. Nel segno della sperimentazione anche il Pierrot Lunaire di A. Schonberg in collaborazione con l’Accademia del Teatro alla Scala. Sul podio dell’Orchestra del Festival Puccini torna Roberto Abbado per il Concerto Sinfonico in programma il 5 agosto.

Il Festival Puccini 2021 sarà anche occasione per ascoltare nuove voci; artisti già attivi nel panorama internazionale che calcheranno per la prima volta il palcoscenico del Gran Teatro Giacomo Puccini. Nel cast, curato da Clarry Bartha, nuova casting director della Fondazione, tanti debutti sul palcoscenico di Puccini: sarà la prima volta a Torre del Lago del tenore Vincenzo Costanzo, Cavaradossi; del baritono Franco Vassallo Scarpia; di Ivan Magrì Calaf e di Ivan Avon Rivas Rodolfo. I soprano che calcheranno per la prima volta il palcoscenico di Puccini: Catherine Naglestad, Turandot, Polina Pastirchak Mimì e Maria Chabounia Musetta, mentre nel ruolo di Floria Tosca il ritorno a Torre del Lago di Hiromi Omura.

Tutto il programma a https://www.puccinifestival.it/

LEAVE A REPLY