Romanzi teatrali. Come la narrativa incontra la scena

Dal 27 aprile al 1° giugno sul sito e sui profili social del Piccolo Teatro di Milano

0
236
Foto di Masiar Pasquali

Dal 27 aprile, sul sito e sui profili social del Piccolo Teatro, un romanzo, scelto da Paolo Di Paolo, in virtù della sua affinità al linguaggio teatrale, sarà al centro di una conversazione, in video, incorniciata da letture e illustrazioni.

Ogni martedì alle 18, fino al 1° giugno, il curatore incontrerà Nadia Fusini, Valerio Magrelli, Claudio Magris, Sandra Petrignani, Igiaba Scego, Serena Vitale. Le letture saranno affidate alle voci di Lino Guanciale e Camilla Semino Favro.  

Lo scrittore Paolo Di Paolo crea per il Piccolo Teatro di Milano un itinerario tra parole e immagini per raccontare il teatro attraverso altre forme e linguaggi.

Nella costruzione del percorso, pensato in pillole video per la diffusione e la fruizione digitale, Di Paolo sceglie una serie di romanzi, appartenenti a momenti diversi della storia della letteratura mondiale ma accomunati dalla presenza di elementi di teatralità nella narrazione: descrizioni, dialoghi, opere teatrali che “entrano” nello sviluppo della trama, irrompono nella vita dei personaggi, costruiscono un sottotesto. Questi frammenti, in cui il teatro diventa protagonista della parola scritta, saranno il punto di partenza del progetto. 

I brani scelti verranno letti da Lino Guanciale e Camilla Semino Favro e saranno oggetto di una serie di sei conversazioni condotte dal curatore con importanti scrittori italiani contemporanei a cui sarà chiesto di raccontare e commentare, attraverso il proprio gusto e la propria sensibilità, l’autore e il romanzo scelto per loro.  

Ad impreziosire il racconto, un illustratore, Andrea Colombo, trasformerà in immagini le suggestioni scaturite dalla lettura dei brani selezionati e dalle conversazioni con gli scrittori presenti. 

Quando in una storia romanzesca si apre un sipario, accade qualcosa di imprevedibile. Non si tratta solo di vicende che hanno per protagonisti attori e attrici; si tratta di una misteriosa dialettica fra narrativa e teatro, che sommuove la prosa, anima lo stile, e alimenta riflessioni sulla “recita della vita”, tra un atto e l’altro della nostra esistenza. Uno spettacolo va in scena nelle pagine di un romanzo: c’è il grande attore in lotta con la decadenza del proprio corpo, c’è una comunità di villeggianti che indossa nuove maschere, diverse da quelle del quotidiano, c’è una drammaturga che finalmente vede su un palco prestigioso un suo testo (e nel buio della platea immagina le reazioni degli spettatori e delle persone che ama), c’è uno scrittore che ingaggia la sua battaglia con il suo tempo e con i teatri del suo paese, c’è l’antica passione per i burattini che porta un uomo a inseguire per tutta la vita il sogno del teatro. Ogni vicenda aggiunge un punto di vista, un differente materiale emotivo. Lo scricchiolio delle assi del proscenio, le luci che si accendono, l’applauso che infine arriva, il chiacchiericcio del pubblico – e tutte le inquietudini, i turbamenti, tutto lo stupore, l’indignazione, tutte le scoperte e i sogni dei “romanzi teatrali” che viviamo sul palco e giù dal palco. 

Paolo Di Paolo

———— 

CALENDARIO

Martedì 27 aprile 2021, ore 18

Romanzo teatrale di Michail Bulgakov

Conversazione con Serena Vitale e Paolo Di Paolo

Letture di Lino Guanciale e Camilla Semino Favro

Martedì 4 maggio 2021, ore 18

Le persiane verdi di Georges Simenon

Conversazione con Valerio Magrelli e Paolo Di Paolo

Letture di Lino Guanciale

Martedì 11 maggio 2021, ore 18

Tra un atto e l’altro di Virginia Woolf

Conversazione con Nadia Fusini e Paolo Di Paolo

Letture di Camilla Semino Favro

Martedì 18 maggio 2021, ore 18

A colpi d’ascia di Thomas Bernhard

Conversazione con Sandra Petrignani e Paolo Di Paolo

Letture di Lino Guanciale e Camilla Semino Favro

Martedì 25 maggio 2021, ore 18

Ragazza, donna, altro di Bernardine Evaristo

Conversazione con Igiaba Scego e Paolo Di Paolo

Letture di Camilla Semino Favro

Martedì 1° giugno 2021, ore 18

Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister di Johann Wolfgang von Goethe

Conversazione con Claudio Magris e Paolo Di Paolo

Letture di Lino Guanciale

Perché PiccoloSmart?

Perché, proprio in questo momento di riavvicinamento alla presenza, dare il via ad un progetto on line? Perché, forse, non tutto quello che è accaduto in questi mesi va buttato. Perché il mondo sta cambiando e non dobbiamo sottrarci ai cambiamenti del mondo. Perché finalmente la presenza potrà tornare, ma questo non dovrà spingerci a rinunciare ai vantaggi e alle possibilità che il digitale ci ha dischiuso…

Il teatro – in altri termini – presto tornerà nelle nostre vite. La comunità si potrà ritrovare. Ma quegli strani spazi sospesi regno della virtualità, unica dimensione possibile di confronto nei mesi che ci siamo lasciati alle spalle (ci riferiamo – naturalmente – agli spazi digitali), forse potrebbero continuare ad esistere, in dialogo con lo spettacolo dal vivo, come spazi di risonanza, di approfondimento, di reinvenzione e dilatazione, di ricerca del nuovo.

Spazi di una nuova libertà tutta da esplorare, non per negare la presenza, ma per evocarla e rileggerla sotto nuove angolazioni. Spazi di grande libertà che ci consentiranno, speriamo, anche di allargare la nostra comunità.

Claudio Longhi

——–

Piccolo Smart – L’altro spazio del Piccolo Teatro di Milano è un’ideale cornice tematica che riunisce e riunirà, nei prossimi mesi, una serie di iniziative fruibili interamente online. Non un canale, non una piattaforma, ma un’altra sala, virtuale, nella quale si generano percorsi di approfondimento destinati a intrecciarsi con gli spettacoli, anche dopo la riapertura dei sipari.

La programmazione prevede già, ogni giovedì, un incontro in video sul tema Rappresentazione e Potere, e ogni venerdì, sabato e domenica, i podcast di Abbecedario per il mondo nuovo.

———–

PICCOLO SMART

Calendario dei prossimi appuntamenti

Rappresentazione e Potere

Giovedì 29 aprile 2021, ore 18

Divi e Duci – Il fantasma del potere nell’immaginario italiano

Conversazione con Gianni Canova e Massimo Popolizio

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 30 aprile 2021, ore 15

Garbo di Tobia Rossi

Sabato 1° maggio 2021, ore 15

Hollywood di Tommaso Fermariello

Domenica 2 maggio 2021, ore 15

Isola di Rosalinda Conti

Rappresentazione e Potere

Giovedì 6 maggio 2021, ore 18

La rappresentazione del potere, da Aristofane a Brecht

Conversazione con Luciano Canfora

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 7 maggio 2021, ore 15

Justine di Tatjana Motta

Sabato 8 maggio 2021, ore 15

Katabasis di Marco Morana

Domenica 9 maggio 2021, ore 15

Letteratura di Fabrizio Sinisi

Rappresentazione e Potere

Giovedì 13 maggio 2021, ore 18

Corpo, potere e rappresentazione

Incontro con Michela Marzano

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 14 maggio 2021, ore 15

Marinai di Carlo Guasconi

Sabato 15 maggio 2021, ore 15

Nibbio di Luca Tazzari

Domenica 16 maggio 2021, ore 15

Omissis di Martina Ruggeri/Industria Indipendente

Rappresentazione e Potere

Giovedì 20 maggio 2021, ore 18

Rappresentazione del potere e crisi di civiltà

Incontro con Roberta De Monticelli

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 21 maggio 2021, ore 15

Pnìgos di Margarita Egorova

Sabato 22 maggio 2021, ore 15

Quasi di Stefano Fortin

Domenica 23 maggio 2021, ore 15

Rovesciato di Maria Teresa Berardelli

Rappresentazione e Potere

Giovedì 27 maggio 2021, ore 18

La rappresentazione del potere nella narrativa italiana del Novecento

Conversazione con Chiara Valerio e Mario Desiati

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 28 maggio 2021, ore 15

Simultaneità di Christian Di Furia

Sabato 29 maggio 2021, ore 15

Tu di Pier Lorenzo Pisano

Domenica 30 maggio 2021, ore 15

Unni di Michelangelo Zeno

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 4 giugno 2021, ore 15

Vuoto di Francesco Bianchi

Sabato 5 giugno 2021, ore 15

Wireless di Ian Bertolini

Domenica 6 giugno 2021, ore 15

Xabaras di Pablo Solari

Abbecedario per il mondo nuovo

Venerdì 11 giugno 2021, ore 15

Y.E.T.I. di Niccolò Matcovich

Sabato 12 giugno 2021, ore 15

Zitta di Fabio Pisano

LEAVE A REPLY