Are we not drawn onward to new erA

L'11 e 12 maggio, ore 20, alla Triennale Milano Teatro

0
228

regia: Alexander Devriendt / con: Angelo Tijssens, Charlotte De Bruyne, Maria Dafneros, Karolien De Bleser, Ferre Marnef, Michaël Pas / drammaturgia: Jan Martens / scenografia: Philip Aguirre / luci, suono, video: Jeroen Wuyts, Babette Poncelet / assistenza tecnica: Seppe Brouckaert / costumi: Charlotte Goethals, Valerie Le Roy / composizione: William Basinski / arrangiamenti: Joris Blanckaert / rifinitura della statua: Daan Verzele, Jelmer Delbecque, Jesse Frans / fotografia: Mirjam Devriendt / stage: Morgan Eglin, Tim De Paepe / un ringraziamento a: Ilona Lodewijckx, Luc De Bruyne, Matthieu Goeury, Simon Stokes, Björn Doumen, Les Ballets C de la B, coinvolti nel pre-studio ‘koortsmeetsysteemstrook’ al Toneelacademie Maastricht e al fantastico pubblico-test / produzione: Ontroerend Goed / coproduzione: Spectra, Kunstencentrum Vooruit Gent, Theatre Royal Plymouth, Adelaide Festival, Richard Jordan Productions / la performance mette in scena Disintegration Loops di William Basinski eseguita da Spectra Ensemble 

spettacolo in inglese con sovratitoli in italiano e inglese

durata 70’

prima italiana

———-

La nuova edizione di FOG prende il via con la prima nazionale dell’ultimo lavoro di Ontroerend Goed, compagnia fiamminga tra le massime espressioni del teatro europeo contemporaneo.

Lo spettacolo, vincitore nel 2019 del Fringe First Award e nominato per il Total Theatre Award al Fringe Festival di Edimburgo, rappresenta – come il suo titolo – un palindromo perfetto: alcune persone credono che l’umanità stia andando avanti, mentre altri credono il contrario. Alcuni sostengono che il mondo stia per finire, altri non sono d’accordo e pensano dei primi che siano profeti del giudizio. Indipendentemente da chi abbia ragione, è cambiato sensibilmente il mondo in cui viviamo. Le nostre azioni sono irreversibili o si possono annullare?

Are we not drawn onward to new erA è una delle opere teatrali più pure firmate Ontroerend Goed: il suo stesso concept, a partire dal titolo, riesce a fondere perfettamente la forma e il contenuto. Al centro della performance c’è un “punto zero”, una catastrofe fittizia, ma rivendicata scientificamente, descritta e predetta: il segnale che è arrivato il momento in cui l’umanità ha causato così tanti danni al pianeta da renderlo inabitabile per la nostra specie. A partire da questo momento, la rappresentazione si dipana in entrambe le direzioni temporali, dando vita sotto agli occhi dello spettatore a un incredibile viaggio di andata e ritorno, creando un palindromo di inevitabilità e insieme di contemplazione melanconica.

La compagnia teatrale belga Ontroerend Goed produce creazioni innovative “radicate nel qui e ora”. Durante i loro spettacoli il pubblico è invitato non solo a osservare, ma spesso anche a prendere parte alla rappresentazione, offrendo un’esperienza immersiva e profonda. Con Alexander Devriendt come guida e direttore artistico, Ontroerend Goed è legato al seguente concetto: ogni persona che ha contribuito all’opera diventa il suo “proprietario”, dall’attore al light designer, dallo scenografo al concept designer. Per la compagnia, il teatro è essenzialmente un’esperienza che condividiamo, in tutti i suoi aspetti. Nel tempo, l’imprevedibilità nei contenuti e nella forma è diventata il loro segno distintivo. Ontroerend Goed è divenuta celebre grazie al folgorante Once and for All We’re Gonna Tell You Who We Are So Shut Up And Listen (2008), prima coproduzione del gruppo, realizzata con Kopergietery (la casa del Teatro di Gand) e interpretata esclusivamente da attori teenager, che si è aggiudicata ben tre premi al Fringe Festival di Edimburgo (tra i quali il Fringe Firsts e l’ambitissimo Total Theatre Award). Negli ultimi 15 anni, Ontroerend Goed ha girato il mondo con The Personal Trilogy [The Smile off Your Face, Internal, A Game of You] (2007), A History Of Everything (2012) con la Sydney Theatre Company, Fight Night (2013), Sirens (2014), World Without Us (2016) e £¥€$ (2017).

ontroerendgoed.be

———

PHOTO GALLERY (click): Ontroerend Goed pics

PHOTO GALLERY (cut+paste): https://bit.ly/3dFzZTT

INFO

Prezzi

22 euro (intero) – 16 euro (under 30/over 65/gruppi) – 11 euro (studenti)

Biglietteria

T. 02 72434258

e-mail biglietteria@triennale.org

I biglietti si possono acquistare sui siti www.triennale.org e www.vivaticket.com oppure presso i punti vendita Vivaticket e la biglietteria di Triennale Milano.

Nei giorni di programmazione la biglietteria resta aperta fino all’inizio dello spettacolo.

———-

Abbonamenti

FOG 1+1=3

Comprende 3 spettacoli a scelta tra quelli a Tariffa 1, Tariffa 2 e Tariffa 3.

40 euro: intero

30 euro: ridotto under 30/over 65

21 euro: ridotto studenti

Gli abbonamenti sono nominativi e non cedibili.

———-

web triennale.org

facebook triennalemilanoteatro

Instagram triennale teatro

Triennale Milano

viale Alemagna 6

20121 Milano

T. +39 02 724341

triennale.org

LEAVE A REPLY