I Pomeriggi Musicali: riapertura al pubblico il 6 maggio

A giugno nuovo festival "A tutto Brahms"

0
208

L’atteso passaggio della Lombardia in “zona gialla” permette la riapertura delle sale teatrali. Così giovedì 6 (ore 10 e ore 20) e sabato 8 maggio (ore 17), i concerti già in programma al Teatro Dal Verme per la 76a Stagione 2020/2021“Europa, volti di una tradizione” dei Pomeriggi Musicali potranno svolgersi nuovamente con il pubblico in sala. Sono ancora disponibili biglietti per tutte le date e tutti i settori (da euro 9 a euro 20).

La stagione, apertasi a inizio ottobre, dopo i primi due appuntamenti con il pubblico, è continuata in streaming settimanalmente senza saltare alcun appuntamento: adesso, grazie ai protocolli già attivati lo scorso anno e aggiornati alle più recenti disposizioni, l’Istituzione milanese è pronta ad accogliere nuovamente i propri abbonati e tutti gli appassionati nella massima sicurezza, così come gli artisti e tutti i lavoratori del Teatro.

La locandina dei concerti di questa settimana prevede sul podio uno dei più celebri direttori della scuola ungherese, Gábor Takács-Nagy, impegnato in un programma dal titolo fortemente significativo “Musica alata per tempi difficili” che si apre con l’ouverture dall’Idomeneo di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), quindi il Divertimento per orchestra d’archi BB118 di Bela Bartók (1881-1945) e la Sinfonia n 101 in Re maggiore Hob: I: 101 “L’Orologio” di Franz Joseph Haydn (1732-1809).

Protagonista del “Foyer digitale” della settimana, sui canali social dei Pomeriggi Musicali da giovedì 6 maggio, è Paolo Speziale, primo contrabbasso dal 2001, che risponderà alle domande del pubblico giunte sui social.

«I Pomeriggi Musicali – sottolinea il direttore generale e artistico Maurizio Salerno – sono pronti ad accogliere il pubblico e a riprendere le esecuzioni dal vivo con gli appuntamenti già previsti in calendario. D’altro canto, non avendo mai interrotto in questi mesi la programmazione dei concerti in Stagione che abbiamo settimanalmente trasmesso in live streaming, eravamo sempre pronti per una riapertura “naturale”, che adesso ci auguriamo possa essere definitiva. Per questo motivo siamo in grado anche di fare un regalo che speriamo sia apprezzato dal pubblico per il mese di giugno: un festival interamente dedicato a Brahms, che offrirà più appuntamenti ogni settimana con solisti e direttori di rilievo internazionale, per ricominciare a fare sempre più musica tutti insieme».

A tutto Brahms”, otto concerti con più repliche si svolgerà al Teatro Dal Verme dal 2 al 24 giugno, costruendo un percorso narrativo in più tappe che lega i concerti alle quattro sinfonie del compositore tedesco e vedrà alternarsi accanto all’Orchestra dei Pomeriggi Musicali solisti e direttori di fama internazionale, per festeggiare insieme la ripresa delle attività.

Lo schema generale prevede il mercoledì alle ore 17 e alle ore 20 una doppia esecuzione dei concerti, mentre il giovedì sempre alle ore 17 e alle ore 20 quelle delle sinfonie.

In dettaglio mercoledì 2 giugno (ore 17 e ore 20) si comincia con il celebre violinista Julian Rachlin interprete del Concerto in Re maggiore op. 77 e la bacchetta di George Pehlivanian che giovedì 3 giugno (ore 17 e ore 20) sarà impegnato anche nella Sinfonia n. 1 in Do minore op. 68.

La settimana successiva mercoledì 9 giugno (ore 17 e ore 20) interpreti del Doppio concerto per violino e violoncello in la minore op. 102 due star come Sergej Krylov e Mischa Maisky diretti da Donato Renzetti che giovedì 10 giugnoinvece dirigerà la Sinfonia n. 3 in Fa maggiore op. 90.

Terza settimana mercoledì 16 giugno (ore 17 e ore 20) con il Concerto per pianoforte n. 1 in Re minore op. 15 affidato a Louis Lortie e sul podio ancora Donato Renzetti impegnato giovedì 17 giugno (ore 17 e ore 20) nella Sinfonia n. 4 in Mi minore op. 98.

Il festival “A tutto Brahms” si chiude con la quarta settimana di programmazione con il ritorno sul podio del direttore musicale James Feddeck mercoledì 23 giugno (ore 17 e ore 20) con l’ultimo grande solista ospite Pierre-Laurent Aimard che esegue il Concerto per pianoforte n. 2 in Si bemolle maggiore op. 83 e poi giovedì 24 giugno (ore 17 e ore 20) con la Sinfonia n. 2 in Re maggiore op. 73.

Gli abbonamenti agli 8 concerti “A tutto Brahms” saranno in vendita da martedì 11 a sabato 22 maggio. Hanno un costo di euro 70 o euro 60 (speciale abbonati alla 76a Stagione) per i concerti delle ore 17; euro 100 o euro 70 (speciale abbonati alla 76a Stagione) per i concerti delle ore 20, per i quali è previsto anche uno speciale abbonamento ridotto under25 a euro 36.

biglietti, in vendita da martedì 25 maggio), hanno un costo di euro 10 o euro 8 (speciale abbonati alla 76a Stagione) per i concerti delle ore 17; euro 15 o euro 12 (speciale abbonati alla 76a Stagione), euro 5 (speciale ridotto under25) per i concerti delle ore 20.

In ottemperanza alle normative vigenti, gli abbonamenti e i biglietti sono nominativi; i posti non distanziati sono occupati da congiunti conviventi; all’ingresso viene rilevata la temperatura corporea; è obbligatorio disinfettare le mani all’ingresso; è obbligatorio indossare sempre le mascherine, sedere al posto assegnato e seguire le indicazioni del personale e della segnaletica.

_______

 

giovedì 6 maggio ore 10 e ore 20

sabato 8 maggio ore 17

Teatro Dal Verme

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Direttore Gábor Takács-Nagy

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Ouverture dall’opera Idomeneo K366

 

Bela Bartók (1881-1945)

Divertimento per orchestra d’archi BB118

Allegro non troppo

Molto adagio

Allegro assai

 

Franz Joseph Haydn (1732-1809)

Sinfonia n. 101 in Re maggiore Hob.I: 101 “L’Orologio”

Adagio – Presto

Andante

Minuetto: Allegretto e Trio

Finale: Vivace

———-

Gábor Takács-Nagy

Direttore

Nato a Budapest, inizia a studiare violino a otto anni. Ancora studente dell’Accademia Liszt, riceve nel 1979 il primo premio al Concorso Jeno Hubay. Studia poi con Nathan Milstein. Per la musica da camera si perfeziona con Ferenc Rados, Andras Mihaly e György Kurtag. Dal 1975 al 1992 è primo violino e fondatore del celebre Quartetto Takács, che riceve il primo premio nei principali concorsi per quartetto d’archi: Evian (1977) e Londra (1979). Nel 1982 riceve il Premio Liszt e nel 1996 fonda il Takacs Piano Trio, con cui incide in prima esecuzione i lavori dei compositori ungheresi Franz Liszt e Laszlo Lajtha e l’opera completa per violino di Sandor Veress. Dal 1997 è professore di quartetto al Conservatorio di Ginevra e tiene master class in prestigiose accademie internazionali. Nel 1999 dà vita al quartetto Mikrokosmos con Miklos Pereny, Zoltan Tuska e Sandor Papp e nel 2009 la loro registrazione dei quartetti di Bartók si aggiudica il premio Pizzicato-Excellentia. Interprete fra i più autentici della musica ungherese, in particolare di Bartok, Takács-Nagy dal 2001 dedica sempre più energie e spazio alla direzione d’orchestra. È ospite di importanti orchestre internazionali: Irish Chamber Orchestra, Verbier Festival Chamber Orchestra, Budapest Festival Orchestra, Camerata Freiburg, Tapiola Sinfonietta, Toho Gakuen Orchestra. Dal 2010 è Direttore dell’Orchestra Sinfonica MAV di Budapest e della Camerata Manchester.

——

Biglietti per i singoli concerti dalla 76a Stagione

Interi da 11 a 20 euro / ridotti da 9 a 16 euro

La biglietteria è aperta dal martedì al sabato, dalle 10.30 alle 18.30.

Tel. 02 87905 201

Vendita online www.ticketone.it

——–

Informazioni

Teatro Dal Verme

via San Giovanni sul Muro, 2 – 20121, Milano

Tel. 02 87 905  – www.ipomeriggi.it

Il servizio informazioni presso il Teatro Dal Verme è aperto dal martedì al sabato dalle 11 alle 19.

Segui le pagine istituzionali facebook: @teatrodalverme @orchestraipomeriggimusicali @ipomeriggi

LEAVE A REPLY