Lucio Dalla chiude la rubrica “Ma che musica!”

Il ciclo si chiude l'11 maggio alle ore 16 sul canale YouTube

0
216

Ultima puntata di “Ma che musica!”, la rubrica del Teatro Cristallo dedicata alla storia della canzone internazionale, diretta da Greta Marcolongo. Il ciclo si chiude l’11 maggio alle ore 16 sul canale YouTube con uno speciale dedicato a Lucio Dalla. Ospite dell’incontro l’attore Salvatore Cutrì.
Lucio Dalla è stato uno dei più innovativi cantautori della musica italiana. Alla ricerca costante di nuovi stimoli e orizzonti, si è addentrato in vari generi musicali, collaborando e duettando con molti artisti di fama nazionale e internazionale. Autore inizialmente solo delle musiche, si è scoperto in una fase matura anche paroliere e autore di testi. Nell’arco della sua carriera, che ha raggiunto i cinquant’anni di attività, ha sempre suonato il pianoforte, il sax, il clarinetto. La sua produzione artistica ha attraversato più fasi: dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d’autore. A partire dai primi anni ’70 arrivano brani di un certo successo come “4 marzo 1943”, “Il gigante e la bambina”. Ma il vero successo arriva più tardi con la collaborazione di Roberto Roversi. Nel 1978 realizza il suo disco forse più importante, che prende il suo nome, con brani come “Anna e Marco”, “L’anno che verrà”, “Stella di mare”. Nello stesso periodo avvia una florida amicizia con Francesco De Gregori che porta a nuove canzoni in coppia come “Cosa sarà” e “Ma come fanno i marinai”. Nel disco che ricalca il tour con De Gregori, Banana Republic, partecipa anche Ron. Dalla ha lanciato, durante la sua carriera, molti artisti e gruppi musicali della sua Bologna come gli Stadio, con cui ha girato in tour attraverso tutta l’Italia, Luca Carboni, Samuele Bersani. Nel 1986 incide “Caruso”, il suo maggiore successo. Nel 1988 inizia la collaborazione con Gianni Morandi. Nel 1990, Dalla canta una canzone di Ron, “Attenti al lupo”, che diventa uno dei suoi brani più conosciuti. Non ha mai smesso di cantare, suonare, produrre canzoni, fino all’ultimo, quando se ne è andato, improvvisamente, l’1° marzo 2012 per un infarto, mentre era in Svizzera in tour.

LEAVE A REPLY