“Semele” di Händel dall’Opera di Zurigo

Cecilia Bartoli nel ruolo della protagonista

0
343
Foto di Suzanne Schwiertz

La serie in streaming “Souvenirs” dell’opera di Zurigo (https://www.teatrionline.com/2021/03/la-nuova-serie-souvenirs-allopera-di-zurigo/) si conclude con Semele di George Frideric Händel, un lavoro che riunisce tratti tipici dell’oratorio e dell’opera. La vicenda di Semele, figlia del re di Tebe, narra degli intrecci amorosi tra gli dei e gli esseri umani. Il personaggio, fascinoso e psicologicamente sofisticato, è un ruolo classico per Cecilia Bartoli. Il regista canadese Robert Carsen è riuscito a creare una produzione visivamente potente e ironica che trabocca di fantasia e che fa leva sui rimandi fra la Corte dell’epoca greca e la famiglia reale britannica dei tempi recenti. In questa cornice Cecilia Bartoli restituisce una Semele sensuale, autoironica e alla fine dolorosamente emozionante. In buca l’Orchestra “La Scintilla” e il direttore William Christie, dopo tanti progetti comuni, si intendono quasi a occhi chiusi.

La registrazione del 2007 sarà disponibile gratuitamente come video on demand sul sito web del Teatro dell’Opera di Zurigo da venerdì 7 maggio alle 18.00 a domenica 9 maggio:

https://www.opernhaus.ch/digital/corona-spielplan/semele/

———–

Foto di Suzanne Schwiertz

SEMELE

George Frideric Handel

Regia: Robert Carsen

Direzione: William Christie

Con (tra gli altri): Cecilia Bartoli, Orchestra “La Scintilla

Registrato al Teatro dell’Opera di Zurigo 2007

LEAVE A REPLY