Disconnect code, sperimentazione sonora e nuovi linguaggi visivi

Venerdì 4 giugno l'artista Heith si esibirà in Sala Vanni, Firenze

0
200

Disconnect <code>, la rassegna dedicata alla sperimentazione sonora e ai nuovi linguaggi visivi, frutto della collaborazione fra Musicus Concentus e Disconnect Media, torna finalmente dal vivo (e in presenza) con un’anteprima esclusiva.

Venerdì 4 giugno sul palco della Sala Vanni arriva infatti Heith, alias di Daniele Guerrini: artista che investiga le molteplici possibilità del suono in diverse direzioni, dalla musica elettroacustica al rave, incorporando l’influenza di varie istanze della musica folk tradizionale e della musica rituale (inizio concerti ore 21 – ingresso 13 € + d.p). Il live è un estratto dal suo prossimo album in uscita a settembre, e nasce dalla collaborazione con Leonardo Rubboli, con lui in scena.

Heith fonda le sue basi su alcune intuizioni esoteriche, e in questo live in particolare, esplora la dimensione psichica e gestuale. Sul palco si andranno a mescolare flauti, chitarre e percussioni, in un ambiente sonoro digitale che include un largo utilizzo dei synth e ogni tipo di fonte sonora come sound design, field recordings, drum machines e computer programming. Una performance influenzata dalla tradizione italiana dei Goblin, da Morricone e dallo stoner metal, dove paesaggi sonori della musica ambient e psichedelica di ogni epoca si intersecano a più livelli.

Fondato nel 2013 Heith è un output di esplorazioni delle qualità strutturali del suono, dove si dà forma compositiva alle armonie invocando impulsi psichici e visioni ancestrali. L’uso disorientante delle ritmiche e del sound design è largamente indirizzato al far riemergere la memoria di pensieri sogni e amnesie psichedeliche. Insieme a svariate pubblicazioni musicali, il suo lavoro è stato mostrato in colonne sonore, gallerie d’arte e performance dal vivo.

Nel 2019 le sue release sono apparse su importanti label di settore, tra cui Saucers, intitolate Mud e Stone Lizard. Fra le sue collaborazioni troviamo un importante numero di musicisti internazionali e visual artists: Jesse Osborne-Lanthier, Kareem Lofty, Tarawangsawelas, ZULI, Ruben Patino, Hazina Francia, Asger Hartvig, Pietro Agostoni. Heith, con Francesco Birsa Alessandri, è anche il cofondatore della Haunter Records, una delle principali etichette di musica elettronica dell’underground italiano.

Per garantire il distanziamento e predisporre l’organizzazione delle sedute, è fortemente consigliata la prevendita disponibile nei circuiti Boxoffice e Ticketone (inizio concerti ore 21 – ingresso 13 € + d.p).

Il concerto rientra nel programma di Network Sonoro: la più importante rete toscana dedicata alle nuove musiche che diffonde su tutto il territorio della regione, nelle grandi città come nei piccoli centri. Fondata nel 2005 e curata da Music Pool e Musicus Concentus, gode del contributo di: Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze ed è sostenuta da Fondazione CR Firenze con il contributo di Intesa Sanpaolo.

Sala Vanni
Piazza del Carmine 14, Firenze
Inizio concerti ore 21
Posto unico numerato ridotto in prevendita: 13 € +d.p
Prevendita Boxoffice Toscana e TicketOne
Per garantire il distanziamento e predisporre l’organizzazione delle sedute, è fortemente consigliata la prevendita.

LEAVE A REPLY