Presente Italiano (7ª edizione)

Dal 13 al 22 luglio tra le arene estive di Porta al Borgo e Montuliveto a Pistoia

0
239

Storie di famiglie italiane, ritratti della società contemporanea, riflessioni sul passato recente. E ancora, gli omaggi ai registi di ieri e di oggi: dal pistoiese Mauro Bolognini, passando per Pietrangeli, fino a Scola e Martone. Saranno questi i “protagonisti” al centro della settima edizione di Presente Italiano, festival di cinema interamente dedicato alle opere nazionali più interessanti prodotte nell’ultimo anno, che torna a Pistoia dal 13 al 22 luglio nelle arene estive di Porta al Borgo e il parco di Montuliveto, con la direzione artistica di Michele Galardini. 

La scelta – ha spiegato Galardinidi spostare interamente il festival nel periodo estivo, grazie alla collaborazione con le due arene cittadine, è un esperimento che va nella direzione della sicurezza e della piena godibilità dei film. La selezione del Concorso potrebbe chiamarsi, à la Eduardo, “Questi fantasmi!” perché in fondo in tutti e cinque i film il presente dialoga con un rimosso, che sia la guerra, il terrorismo o un trauma familiare. Nella parte cult portiamo invece a Montuliveto alcuni capolavori del passato rendendo omaggio a Nino Manfredi, Antonio Pietrangeli, Stefania Sandrelli (che è l’icona che guiderà questa settima edizione) e Mauro Bolognini e, in più, portiamo l’Opera con “La traviata” per la regia di Mario Martone e un film per i più piccoli che sono i primi e più numerosi frequentatori del parco. La forza di un festival deve essere proprio questa: riuscire a parlare a più persone possibile attraverso opere inaspettate del cinema del presente e del passato“.

Il festival si terrà in un due luoghi a rappresentare due momenti diversi del programma: nell’arena di Porta al Borgo (via delle Pentole, 4), si svolgerà il concorso, l’opera di ricognizione del festival sul cinema italiano contemporaneo, esplorando i territori della piccola e media distribuzione con 5 i film in concorso, usciti tra settembre 2020 e luglio 2021 (ingresso 5,5 euro intero; 4 euro ridotto). Nel parco di Montuliveto, invece, arrivano alcuni dei capolavori del passato rendendo omaggio a Nino Manfredi, Antonio Pietrangeli, Stefania Sandrelli, Mauro Bolognini e Mario Martone (ingresso libero).

Le pellicole in gara selezionate dai critici Marzia Gandolfi (Mymovies), Francesco Grieco (Mediacritica) e Giulio Sangiorgio (FilmTv), sono: “Il cattivo poeta” (13/07) di Gianluca Jodice, un biopic incentrato su Gabriele D’Annunzio, interpretato da Sergio Castellitto, che racconta gli ultimi anni di vita del poeta-vate, delineando il ritratto di uno dei personaggi più rilevanti della letteratura italiana e della storia del nostro Paese; “I predatori(14/07), primo lungometraggio di Pietro Castellitto (qui anche interprete e sceneggiatore), vincitore del David di Donatello come miglior regista esordiente, è una commedia grottesca che mette a confronto due famiglie: i Pavone e i Vismara, intellettuali e borghesi i primi, proletari e fascisti i secondi, accomunati da qualcosa nonostante l’estrema apparente diversità; “Le sorelle Macaluso (15/07) di Emma Dante, affresco poetico del trascorrere del tempo, dall’infanzia alla maturità sino alla vecchiaia, di cinque sorelle nate e cresciute in una casa alla periferia di Palermo; “Il buco in testa (16/07) di Antonio Capuano, la drammatica vicenda di una giovane donna che va alla ricerca dell’estremista che uccise suo padre quando era piccola; “Guerra e pace(17/07) dei registi Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, docufilm legato al tema bellico che parte dai primi anni del Novecento e arriva a oggi, conservando la memoria del passato e una riflessione sui nostri giorni. Quattro le istituzioni che hanno aperto i loro archivi, mettendo a disposizione il loro materiale per costruire questo filo narrativo – Istituto Luce di Roma, Unita di Crisi del Ministero degli Esteri Italiano, Ecpas, Croce Rossa Internazionale. 

I film in concorso parteciperanno alla competizione per due riconoscimenti: quello alla Migliore opera prima, consegnato dalla giuria di selezione, e il premio al Miglior film in concorso, decretato da una giuria popolare composta da tutti gli spettatori che acquisteranno un biglietto. La giuria di selezione ha deciso per il 2021, di assegnare il premio Opera Prima a “Le Eumenidi”, del regista Gipo Fasano. Il regista sarà protagonista dell’incontro che anticipa il festival, giovedì 8 luglio alle 18.30 presso Lo Spazio Pistoia e a seguire presenterà al pubblico il film nell’arena di Porta al Borgo. Intitolato come la terza tragedia dell’Orestea di Eschilo, il film si ispira alla persecuzione delle Erinni nei confronti di Oreste fino al processo ai suoi danni, che culmina con la sua assoluzione grazie al voto di Atena. Allo stesso modo la storia ruota intorno all’ultima notte di un ragazzo dell’alta borghesia romana: dopo aver commesso un delitto, vaga senza meta, fugge da demoni invisibili, in attesa di giudizio.

IL PROGRAMMA – Gli omaggi nel parco di Montuliveto

Da domenica 18 luglio, le proiezioni si sposteranno nel parco di Montuliveto, polmone verde della città (viale Petrocchi Policarpo, 92) a ingresso gratuito con una serie di omaggi a registi italiani e presentazioni di libri collegati. Si comincia alle 21.30 con la proiezione di “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli (1965). Il film, in collaborazione con la storica casa di produzione Titanus, vede una giovanissima Stefania Sandrelli – ritratta anche nel manifesto ufficiale di questa edizione – nella parte di Adriana, una bella ragazza di campagna, che dal Pistoiese si trasferisce a Roma in cerca di fortuna per tentare di entrare nel mondo del cinema, dove farà i conti con la sua ingenuità e la sua crescita. Gli eventi della giornata inizieranno alle 18.30 alla libreria Lo Spazio Pistoia, con la presentazione del libro “Tenebre splendenti. Sul cinema di Roman Polanski” di Marco Luceri (Edizioni ETS), alla presenza dell’autore e del critico Gabriele Rizza (ingresso libero, via dell’Ospizio 26/28). 

Lunedì 19 luglio, in programma “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, piccolo capolavoro di animazione del regista Lorenzo Mattotti, nato dal romanzo di Buzzati. In questo universo che coinvolge uomini e orsi cacciatori, a prestare la sua inconfondibile voce al Vecchio Orso protagonista, troviamo Andrea Camilleri, in una delle sue ultime apparizioni.  Oltre a lui, Toni Servillo, Antonio Albanese, Linda Caridi, Maurizio Lombardi e Corrado Invernizzi. 

Martedì 20 luglio è la giornata dedicata al regista pistoiese Mauro Bolognini, in attesa di festeggiare i 100 anni dalla sua nascita nel 2022. Si comincia alle 18.30 con la presentazione del libro “Venticinque soliste per un coro. Le attrici di Bolognini” di Roberto Cadonici, Lorenzo Codelli, Andrea Bolognini, alla presenza del curatore (ingresso libero, via dell’Ospizio 26/28) e si prosegue alle 21.30 con la proiezione del primo film del regista “Ci troviamo in galleria” (1953), commedia musicale dove protagoniste sono le disavventure di un attore di varietà che tenta di sfondare: fondamentale sarà l’incontro con una ragazza di paese, che grazie a lui diventerà una grande cantante di successo, nonché sua sposa, oltre che infine segreta finanziatrice dello spettacolo che proverà a cambiare le sorti della sua carriera. 

Mercoledì 21, il festival dedica un focus a Mario Martone con la presentazione del volume monografico curato da Roberto Donati con i contributi del Sncci (Edizioni ETS), alla presenza del curatore (ore 18.30 a ingresso libero, via dell’Ospizio 26/28) e alle 21.30 con la proiezione de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, per la regia di Mario Martone (2021). Sul podio dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il suo direttore musicale, il maestro Daniele Gatti. Il nuovo allestimento dell’opera su libretto di Francesco Maria Piave è impreziosito dai costumi di Anna Biagiotti e dalla fotografia di Pasquale Mari.

Il festival si concluderà giovedì 22 luglio con un tributo a Ettore Scola con la proiezione di “C’eravamo tanto amati” del 1974, in versione restaurata, per celebrare i 100 anni di Nino Manfredi. La pellicola, proiettata in collaborazione con CSC Cineteca Nazionale, è tra i più significativi film del regista, è il racconto della storia di tre amici, in trent’anni di storia italiana. I tre si conoscono in montagna facendo i partigiani e affrontano il dopoguerra pieni di energia e di idee, ma la realtà nei primi anni della repubblica porta a due di loro solo delusioni, mesti lavoratori senza carriera come sono, a differenza del più audace, l’avvocato Gianni, che diventa ricco e potente. Quando si incontrano dopo molto tempo, quest’ultimo non avrà il coraggio di confessare agli amici il proprio successo, ottenuto grazie a imbrogli, ad affari avventurosi, a un ricco matrimonio. La giornata inizierà alle 18.30 alla libreria Lo Spazio Pistoiacon la presentazione del libro “Liliana Cavani. Il cinema e i film” a cura di Pedro Armocida (Marsilio Editore), alla presenza del curatore.

Attività con il liceo artistico Policarpo Petrocchi

Anche quest’anno il festival si avvale della presenza degli studenti del Liceo Artistico P. Petrocchi. Durante il festival, gli studenti saranno impegnati a filmare il backstage di ciò che succede dietro le quinte di un festival di cinema, realizzando poi un breve video promo di questa edizione. Sempre in collaborazione con il liceo artistico, è in programma anche la proiezione del cortometraggio dal titolo “Mo(vi)mento” realizzato dagli studenti delle classi quinte, all’interno del bando “Sì … Geniale!” indetto dalla Fondazione Caript.

Cortometraggi 

Dal 15 al 18 luglio e il 22 luglio dalle 18 alle 20 al Cinemino Puccini, da poco inaugurato (situato in Vicolo Malconsiglio, 7) verranno proiettati a ingresso libero alcuni cortometraggi d’animazione selezionati da OTTOmani, associazione culturale che da oltre 10 anni progetta e sviluppa laboratori per la realizzazione di film di animazione con l’utilizzo di computer, videocamere digitali, registratori sonori e materiali concreti da animare.

Presente Italiano è organizzato dall’associazione culturale PromoCinema con il patrocinio del Comune di Pistoia e grazie al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Unicoop Firenze, Unicoop Sezione Soci Pistoia, Vannucci Piante, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, ed è realizzato in collaborazione con Liceo Artistico P. Petrocchi, Amici di Montuliveto, Mabuse Cineclub, Libreria Lo Spazio di Pistoia, CSC Cineteca Nazionale, Titanus, Associazione Ottomani, Centro Mauro Bolognini, Polo Culturale Puccini-Gatteschi e ReportCult.

Infowww.presenteitaliano.it / facebook / Instagram / Youtube / info@presenteitaliano.it / #PresenteIT #PresenteIT21

Luoghi e biglietti: Arena di Porta al Borgo (via delle Pentole, 4) biglietti 5,5€ intero / 4€ ridotto (studenti, over 65, Soci Coop); Arena di Montuliveto (viale Petrocchi Policarpo, 92), ingresso libero; libreria “Lo Spazio Pistoia”, via dell’Ospizio 26/28.

LEAVE A REPLY