Primavera 2021 al Teatro delle Ariette, Bologna

Mentre proseguono le repliche di “Muri” (sino al 12 giugno) si aggiungono due appuntamenti di teatro d’autore il 6 e il 13 giugno

270

VALSAMOGGIA – Mentre proseguono sino al 12 giugno le repliche di “Muri e iniziano i laboratori di teatro di comunità della nuova edizione di “Territori da cucire”, la Primavera 2021 al Teatro delle Ariette si arricchisce di nuovi appuntamenti con artisti straordinari: Mariangela Gualtieri e Cuocolo e Bosetti. Due ritorni a distanza di anni: Mariangela Gualtieri era stata ospite alle Ariette nel 2004 mentre Renato Cuocolo e Roberta Bosetti dal 2005 avevano portato in Valsamoggia molti dei loro spettacoli (da The Secret Room a The Walk).

Domenica 6 giugno alle ore 18 nei campi delle Ariette sarà presentato Il quotidiano innamoramento rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri, con la guida di Cesare Ronconi.

Il quotidiano innamoramento dà voce ai versi di Quando non morivo, ultimo libro einaudiano di Mariangela Gualtieri, li intreccia ad altri del passato e compone tutto in una partitura ritmica ben orchestrata. Il tentativo è quello di rendere ciò che Amelia Rosselli chiamava ‘incanto fonico’, quel bagno acustico che sprofonda ognuno in se stesso e allo stesso tempo tiene viva e affratellata la comunità dei presenti. Tutto muove dalla certezza che la poesia attui la massima efficacia nell’oralità, da bocca a orecchio, in un rito in cui anche l’ascolto del pubblico può essere ispirato, quanto la scrittura e quanto il proferire della voce.

Domenica 13 giugno alle ore 20 al Teatro delle Ariette sarà presentatoRoberta cade in trappola/The Space Between di e con Roberta Bosetti e Renato Cuocolo, tredicesima parte di Interior Sites Project. 

Roberta cade in trappola parla di relazioni: quella con gli amici, con la loro assenza, con la memoria, col passato e con quello che del passato rimane. Partendo da elementi presi dalla loro vita, provano a toccare quella di molti. Roberta cade in trappola attraversa e mette in scena il passato, un vecchio registratore che dopo quarant’anni riappare con il suo carico di promesse, la labilità delle relazioni in un mondo in cui più le distanze si rimpiccioliscono, più le relazioni sembrano diventare distanti. Roberta cade in trappola mette in scena la Cosa Brutta di cui parla David Foster Wallace, un’opera sgangherata di magia e un libro di una mostra di Duane Hanson, vista molto tempo fa. Quel libro è diventato col tempo un’opera esso stesso, una specie di diario in cui si sono accumulate foto, ricami, disegni. 

Gli appuntamenti si realizzano con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e la collaborazione del Comune di Valsamoggia.

Gli spettacoli si svolgeranno nel massimo rispetto delle norme antiCovid-19.

Il costo dei biglietti è 12,00 (intero), 8,00 (ridotto).

Posti limitati con prenotazione obbligatoria 051 6704373
www.teatrodelleariette.it

fb @Teatro delle Ariette  –  ig @teatrodelleariette

PROGRAMMA
4-5-10-11-12 giugno ore 19,30
nella casa delle Ariette
Teatro Delle Ariette
MURI. Autobiografia di una casa
di e con Paola Berselli
regia Paola Berselli e Stefano Pasquini

Domenica 6 giugno ore 18,00
nei campi delle Ariette
Mariangela Gualtieri
IL QUOTIDIANO INNAMORAMENTO
rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri
con la guida di Cesare Ronconi

Domenica 13 giugno ore 20,00
al Teatro delle Ariette
Cuocolo-Bosetti
ROBERTA CADE IN TRAPPOLA/The Space Between
di e con Roberta Bosetti e Renato Cuocolo
Tredicesima parte di Interior Sites Project