Prossimi appuntamenti della rassegna CuneiForme

Sabato 26 giugno con "Cambiamo il clima" e lunedì 28 giugno con l'economista Carlo Cottarelli

0
397

Insieme con Faber Teater per “Cambiare il clima”

Sabato 26 giugno 2021, ore 21.30 SOMS, Via Carlo Costa 23 – Racconigi (Cn)

Dopo il successo con cui sono stati accolti gli alpinisti Nives Meroi e Romani Benet con le loro sfide in alta quota, la rassegna CuneiForme di Progetto Cantoregi e Le Terre dei Savoia, dedicata quest’anno al tema “riCostruire”, prosegue all’insegna dell’ambiente e dell’urgenza della sua tutela, facendo dialogare teatro e scienza.

Sabato 26 giugno 2021 alle ore 21.30 alla Soms di Racconigi (Via Carlo Costa 23 ) va in scena la conferenza spettacolo “Cambiare il clima” della compagnia Faber Teater, per il focus >>riCostruire il rispetto per l’ambiente.

Attraverso la presenza sul palco dei due attori-ingegneri, Marco Andorno e Sebastiano Amadio, e la presenza in video dei ricercatori e delle ricercatrici del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino (DIATI), Faber Teater affronta il tema del cambiamento climatico, della sua urgenza, delle sue cause, delle possibili strade da intraprendere. Propone un viaggio a tappe attraverso il processo vivo e multiforme della ricerca scientifica, per andare ad indagare dal sottosuolo alla cima delle montagne, dalla città ai ghiacciai, per investigare dubbi e certezze, ansie e speranze. Il tutto con leggerezza e metodo allo stesso tempo. Un’ora per raccontare in un’ottica costruttiva e non catastrofista il tema dell’alterazione del clima, con un linguaggio divulgativo leggero e comprensibile, per porsi domande: “Come facciamo ad adattarci al mondo che ci aspetta?”, “Come facciamo a contrastare il cambiamento climatico?”, “Come ricostruire un rapporto sano con l’ambiente”? È un gioco di equilibri, di contrappesi, fatto di scelte e conseguenze, di passione e rigore.

La scienza dialoga con il teatro, attraverso il teatro, e i due linguaggi scoprono nella creatività lo strumento in comune per guardare in faccia il “problema più grande che il mondo deve affrontare” (P.Wadhams, “Addio ai ghiacci”).

Ingresso: 10 euro intero / 8 euro ridotto
Prenotazione consigliata: 349.2459042 – info@progettocantoregi.it.

Uno spettacolo/conferenza di: Faber Teater
Costruito insieme a: DIATI – Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino
per: Biennale Tecnologia
in scena: PhD Marco Andorno e Ing. Sebastiano Amadio
con un contributo di: Prof. Peter Wadhams
video di: Diego Diaz Morales

Con l’economista Carlo Cottarelli “All’inferno e ritorno”

Lunedì 28 giugno 2021, ore 20.45 Cortile del Castello, via Silvio Pellico, Carmangnola (To)

Carlo Cottarelli, ex direttore del Fondo Monetario Internazionale e apprezzato economista a livello mondiale, è ospite alla rassegna CuneiForme di Progetto Cantoregi e Le Terre dei Savoia, dedicata quest’anno al tema “riCostruire”. L’appuntamento è lunedì 28 giugno 2021, ore 20.45, al Cortile del Castello, via Silvio Pellico di Carmangnola (To), durante il quale Carlo Cottarelli dialogherà con il giornalista Paolo Griseri sui temi del suo ultimo libro “All’inferno e ritorno. Idee per la nostra rinascita sociale ed economica” (Feltrinelli).

L’incontro, aperto al pubblico e gratuito, è realizzato in collaborazione con il Comune di Carmagnola e la Fiera Piemontese dell’Editoria.
I diritti d’autore del libro saranno devoluti a Save the Children – Italia.
Bookhop a cura della libreria Mondadori Point di Carmagnola (La Torre di Babele).

Prenotazione consigliata 349.2459042 – info@progettocantoregi.it.
In caso di maltempo l’evento verrà svolto nella chiesa di San Filippo.

All’inferno e ritorno. Idee per la nostra rinascita sociale ed economica, Feltrinelli
Quali sono le sfide che dobbiamo accogliere per raggiungere una crescita sostenibile del 2% l’anno? E che tipo di giustizia sociale vogliamo?

Giustizia sociale e crescita sostenibile: questa è la ricetta per evitare il collasso e cominciare la ricostruzione. Così possiamo cambiare l’Italia. Il mondo sta affrontando la peggiore crisi economica dalla Seconda guerra mondiale. Nel 2020 il Pil globale potrebbe scendere del 5 per cento.

Nel Dopoguerra era sempre cresciuto, a parte una piccola discesa nel 2009, l’anno della grande crisi finanziaria. Il virus sta facendo danni più gravi di Lehman Brothers. E l’Italia? Bisogna tornare al 1945 per trovare un dato peggiore di caduta del Pil. Negli ultimi vent’anni, siamo stati il fanalino di coda dell’Europa in termini di crescita. Oggi, mentre il mondo che conosciamo sembra al collasso, dobbiamo essere all’altezza delle misure necessarie ad ammortizzare la crisi economica, con interventi di lunga durata e con una rapida capacità di attuazione. Dobbiamo chiederci perché non ci sia (ancora) stata una crisi finanziaria. E, a proposito dell’Italia, quanto può salire ancora il debito pubblico? Di certo abbiamo davanti a noi la responsabilità della ricostruzione. Carlo Cottarelli si pone al confine tra il mondo che crolla e il mondo che verrà dopo. Precipitati nel baratro dell’emergenza, abbiamo una grande opportunità: correggere molti errori ripetuti nel passato per aprire strade che accompagnino il nostro Paese in un futuro migliore. L’Italia ha bisogno di tornare a crescere, ma in modo sostenibile dal punto di vista sociale, finanziario e ambientale. Dobbiamo salvare la nostra economia, ma per farlo abbiamo bisogno di più uguaglianza, soprattutto nelle opportunità che vengono fornite alle nuove generazioni.

Carlo Cottarelli (Cremona, 1954), dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 al 2013 è stato nello staff del Fondo monetario internazionale, dirigendo il dipartimento di Finanza pubblica dal 2008 al 2013. È stato Commissario straordinario per la revisione della spesa, nominato dal governo italiano, dall’ottobre 2013 al novembre 2014. Dopo il ritorno per tre anni al Fondo monetario come direttore esecutivo, dal novembre 2017 dirige il nuovo Osservatorio sui conti pubblici dell’Università Cattolica di Milano e insegna all’Università Bocconi, sempre a Milano. Ha scritto numerosi articoli e libri accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato: La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015), Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016), I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018) e Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere (2019).

Carlo Cottarelli
All’inferno e ritorno. Idee per la nostra rinascita sociale ed economica” (Feltrinelli) I diritti d’autore del libro saranno devoluti a Save the Children – Italia
In collaborazione con Fiera Piemontese dell’Editoria
Modera: Paolo Griseri

I prossimi appuntamenti CuneiForme in calendario sono:

–> riCostruire un nuovo inizio

Incontro con l’autore

8 luglio 2021, ore 21

Savigliano, Piazza Turletti

Andrea Marcolongo

Lezione ispirata al libro “La lezione di Enea” (Laterza) In collaborazione con Fiera Piemontese dell’editoria

Ingresso gratuito

–> riCostruire il rapporto con il padre

Spettacolo teatro

9 luglio 2021, ore 21.30

Racconigi, Soms (via Costa 23)

Mario Perrotta
“In nome del padre”
di e con Mario Perrotta
consulenza alla drammaturgia Massimo Recalcati produzione Teatro dell’Argine
Ingresso a pagamento

Modalità di ingresso

Nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento interpersonale, la capienza degli spazi sarà limitata ed è quindi consigliata la prenotazione per gli spazi al chiuso:
349.2459042 – info@progettocantoregi.it
Gli appuntamenti con gli autori sono a ingresso gratuito.

Gli spettacoli sono a ingresso a pagamento: 10 euro intero / 8 euro ridotto.

CuneiForme è realizzato con il sostegno di Le Terre dei Savoia, Fondazione Crt, Fondazione Crc, Compagnia di San Paolo, Regione Piemonte, Comune di Carmagnola, Comune di Racconigi e Centro culturale “Le Clarisse” di Racconigi, Comune di Bra, Comune di Comune di Cavallermaggiore, Comune di Cherasco, Comune di Fossano, Comune di Savigliano, Aiace Torino.

Il logo di CuneiForme è stato ideato dall’agenzia di comunicazione Imperfect di Torino.

Info: 349.2459042 –info@progettocantoregi.it
Web www.progettocantoregi.it – Fb Progetto Cantoregi – Tw @cantoregi – IG Progetto Cantoregi.

LEAVE A REPLY