Se la panchina parlasse… diario indiscreto di un sedile malizioso

Pingitore e la sua compagnia in scena a Villa Massimo dal 30 giugno al 4 luglio

0
411

Il Teatro 7 di Roma apre le porte al pubblico in questa estate 2021 con la rassegna Teatro 7 a Villa Massimo, un cartellone di spettacoli proposti all’aperto in totale sicurezza al Giardino Giuseppe De Meo ed ospita dal 30 giugno al 4 luglio alle ore 21, una nuova versione dello spettacolo scritto e diretto dal Maestro Pier Francesco Pingitore, “Se la panchina parlasse..diario indiscreto di un sedile malizioso”. Per il Teatro 7 di Roma la direzione artistica è di Michele La Ginestra.

Pier Francesco Pingitore, regista, drammaturgo, autore televisivo e giornalista ha regalato sorrisi anche nei difficili momenti dovuti all’emergenza sanitaria: dopo i grandi risultati della messa in onda su Canale5 dello scorso 13 ottobre, lo spettacolo torna ad emozionare dal vivo in una versione rinnovata dunque, ed  in grande stile, con questo appuntamento firmato UAO Spettacoli; sul palco Martufello, Manuela Villa, Federico Perrotta, Morgana Giovannetti, Valentina Olla ed Alessandro Tirocchi. 

“Storie, amori, litigi, passioni e quanti tradimenti, quante battute scherzose, quanti scherzi feroci, equivoci, quante scene tragicomiche potrebbe raccontare una panchina di un parco o del giardino pubblico se solo potesse parlare, avrebbe tante di quelle situazioni da raccontare”.

Sulla panchina protagonista di questo spettacolo si alternano fidanzati e mariti, mogli e amanti, artisti e personaggi alternativi, che raccontano le loro storie senza però rendersi conto di essere “monitorati” da “un sedile malizioso”, e dunque parlano dei loro incontri e più ancora degli scontri, dei litigi che li agitano. 

A volte può succedere che l’amante traditore si scopre a sua volta tradito per ironia della sorte, ma quel che è certo è che non ci sono solo amori e infedeltà nei racconti della panchina: addirittura fanno la loro comparsa anche servizi segreti, complotti, tentativi di ammazzamenti, sia pure per finta.  

Se la panchina parlasse.. numero due, cioè l’aggiornamento dello spettacolo che è stato visto già l’altro anno è tutto improntato sull’attualità: ci sono dialoghi sul Covid, sui vaccini, ovviamente sulle discussioni, sulle liti che vediamo in tv e poi su altri argomenti come il politicamente corretto, c’è perfino un concorso relativo alle condizioni di Roma che si chiama ‘Quanto sei zozza Roma’”- spiega Pingitore. Il tutto è realizzato sempre con leggerezza e buonumore e come conclude il Maestro: “si tratta della prima riapparizione del Bagaglino dopo le note vicende del Salone Margherita, di cui aspettiamo ancora nei prossimi mesi una soluzione, che speriamo sia positiva”.

Insomma se la panchina volesse, potrebbe andare anche molto oltre. I dialoghi sulla panchina, o della panchina, costruiscono uno spettacolo veloce e frizzante, di cui bisogna seguire ogni parola, capire ogni battuta, intendere ogni allusione, “altrimenti la panchina potrebbe aversene a male…e restare muta”. 

Le scene ed i costumi sono di Graziella Pera, mentre le musiche originali sono di Edoardo Simeone.

Si precisa che lo spettacolo verrà proposto nel massimo rispetto delle regole vigenti anti-covid, per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero 06.44236382.

LEAVE A REPLY