“Recalled” per la rassegna Apriti Cinema

Il thriller che ha vinto il premio del pubblico al 19th Florence Korea Film Fest, sabato 3 luglio al Piazzale degli Uffizi

0
295

Visioni inquietanti, perdita di memoria e la lotta disperata di una donna per scoprire la verità sul suo passato: sono questi gli ingredienti di “Recalled” il thriller sudcoreano che sarà proiettato sabato 3 luglio alle 21.30 ad Apriti Cinema, la rassegna estiva inserita all’interno del calendario dell’Estate Fiorentina al Piazzale degli Uffizi. La pellicola è proposta dal Florence Korea Film Fest, la rassegna interamente dedicata alla cinematografia sudcoreana, che si è aggiudicata il premio del pubblico “Audience Award” nella passata edizione del festival. (Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria).

Campione di incassi al botteghino coreano, stando alle classifica stilata dal Kofic (Korean Film Council), al centro della trama troviamo Soo-jin, una donna che si risveglia dopo un brutto incidente senza ricordi. Persino suo marito Ji-hoo, che le è rimasto sempre accanto, le sembra un estraneo. La donna però ha maturato l’abilità di percepire quando le persone che le vivono accanto potrebbero essere in grave pericolo. Ji-hoo si dimostra molto scettico e teme che l’incidente abbia compromesso l’emotività della moglie.

Il film rientra in una più ampia programmazione che pone il focus sulle donne coreane dietro la macchina da presa, che si svolgerà dal 23 luglio al 28 luglio al MAD – Murate Art District. In programma: “Mal- mo- e: The Secret Mission”, opera prima della regista Eom Yoo-na che racconta l’importanza delle radici coreane legate al proprio dizionario; “Our Midnight”, un’ode in bianco e nero alle anime perdute e agli incontri casuali che racconta di incontri tra personaggi nelle strade notturne di Seoul; “New Year Blues”, film corale sull’amore e i sentimenti, sesto lavoro della regista Hong Ji-young; “A Bedsore”, primo lungometraggio della regista Shim Hye-jung, che cattura le più piccole frustrazioni di tre generazioni di una famiglia (vincitore della giuria per la sezione Independent Korea); “Take Me Home” della regista Han Jay è un film che affronta il concetto di famiglia, con le lenti e le attenzioni alla tematica LGBTQI+; “More than family” è una commedia on the road, primo lungometraggio di Choi Ha-na e racconta di una 21enne alle prese con la rivelazione della sua maternità in famiglia.

La manifestazione, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, è organizzata con il supporto Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, KOFIC – Korean Film Council insieme ai main sponsor Conad e Unipol Sai.

Il film sarà proiettato in lingua originale con sottotitoli in italiano e inglese. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. 

Informazioni: Florence Korea Film Fest; Via San Domenico, 101 (Fi); Tel: 055 5048516; info@koreafilmfest.com; www.koreafilmfest.com; Cinema La Compagnia: 055 268451

LEAVE A REPLY