Che fine hanno fatto i bambini?

Intemporanea ospita Annalisa Cuzzocrea, in dialogo con Sergio Staino e Paolo Hendel

117

“Che fine hanno fatto i bambini. Cronache di un Paese che non guarda al futuro”, edito da Piemme, è l’ultimo libro della giornalista che sarà presentato mercoledì 15 settembre alle 18 al Cinema La Compagnia di Firenze, alla presenza dell’autrice, del vignettista toscano e dell’attore fiorentino.

Prossima ospite di Intemporanea festival sarà la giornalista Annalisa Cuzzocrea,firma de La Repubblica che mercoledì 15 settembre (ore 18) al cinema La Compagnia, presenterà “Che fine hanno fatto i bambini. Cronache di un Paese che non guarda al futuro” (Piemme, 2021), insieme allo storico fumettista Sergio Staino e all’attore Paolo Hendel, che leggerà alcuni passi del nuovo libro. L’ingresso è gratuito, previa prenotazione. L’evento è realizzato in collaborazione con Cinema La Compagnia.

La rassegna ideata e diretta da Pinangelo Marino continua fino al 28 settembre per un appassionante viaggio tra le novità editoriali del momento negli spazi della cultura di Firenze: dalle biblioteche comunali fiorentine (Oblate, Nova Isolotto, Buonarroti, Luzi) al Museo Zeffirelli, dal cinema La Compagnia a Piazza delle Murate.

«Che fine hanno fatto i bambini?» chiedevano alcuni striscioni comparsi in diverse città italiane durante il primo lockdown, quando le scuole erano chiuse e i ragazzi erano spariti dal discorso pubblico. Quando il presidente del Consiglio e il comitato scientifico avevano dimenticato di decidere se un bambino, accompagnato, potesse fare almeno un giro intorno al palazzo, capire che il mondo non era scomparso, avere un’idea di quel che stava accadendo davvero. Nel suo ultimo libro-inchiesta l’autrice indaga sul perché bambini e ragazzi non siano stati visti dal governo alle prese con l’emergenza Covid-19. Perché siano serviti mesi prima di rendersi conto di quanto pesante sarebbe stata la conseguenza dell’isolamento nelle case, soprattutto per i più fragili e per chi vive in contesti difficili. Attraverso il dialogo con psicologi, scrittori, economisti, demografi, sociologi, registi, insegnanti, genitori, nel viaggio che la porta fino ai Quartieri spagnoli di Napoli e dentro la sezione nido del carcere di Rebibbia, l’autrice scopre le ragioni di fondo dell’invisibilità di infanzia e adolescenza nel nostro Paese.

Cuzzocrea è inviata de «la Repubblica» per cui si occupa soprattutto di politica. È nata a Reggio Calabria, ma vive a Roma da quasi trent’anni. Ha cominciato la sua carriera giornalistica a Radio Capital nel 2000, per poi passare alla web tv e infine alla carta stampata del quotidiano nazionale.

La rassegna è realizzata con il sostegno del Comune di Firenze nell’ambito dell’Estate Fiorentina. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione (su www.intemporanea.eu o tramite mail a info@intemporanea.eu).