Fabbrica Europa 2021

XXVIII edizione | 2 settembre > 17 ottobre, Firenze

129
  • giovedì 23 settembre ore 21.00

PARC Performing Arts Research Centre, piazzale delle Cascine 4 – Firenze

 PIETRO PIREDDU

Panimundu

 

coreografia: Pietro Pireddu
interpreti: Carolina Amoretti, Chiara Casiraghi, Giulia Gilera
musica: Spartaco Cortesi
coproduzione: Fabbrica Europa, Compagnia degli Istanti
con il sostegno di PARC Performing Arts Research Centre, Company Blu

nell’ambito di Dance4Gardens, con il contributo e il patrocinio di Città Metropolitana di Firenze

 

Della malva è ben noto il fiore che dà nome al colore. Meno appariscente è il suo frutto verde, nutriente, tondo e schiacciato: il panimundu, “pane del mondo”.

Panimundu è una pratica coreografica dove spazialità, sensazioni, energie si modulano attraverso una serie di ripetizioni che divengono possibili solo con l’emergere di uno scarto rispetto all’attimo appena esauritosi. Questo scarto, spesso minimo, segna una svolta, per quanto lieve, nelle relazioni tra le performer e con il pubblico. La prossimità tra le interpreti non diviene mai spettacolare (se non reazionario, di questi tempi) contatto-a-tutti-i-costi. Le relazioni rimangono visibili in quel moltiplicarsi di dettagli che è dono del senso del tempo compositivo di Pietro Pireddu con le tre danzatrici e il musicista. Partecipare a Panimundu è fare esperienza di un oggi intempestivo, di un tempo anticlimatico, senza quelle angosce o accelerazioni pandemiche alle quali la ricerca coreografica di Panimundu ha saputo resistere. [Melissa Melpignano]

 

  • Biglietti: intero 7 € / ridotto 5 €. Prevendita su ticketone.it

 

  • venerdì 24 settembre ore 19.00

PARC Performing Arts Research Centre, piazzale delle Cascine 4 – Firenze

 ANTONIO AIAZZI / GIANNI MAROCCOLO

17RE

 

Il talk è coordinato da Fulvio Paloscia, giornalista

 

In un flusso di musica e parole, Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi raccontano ed evocano la creazione di una delle pietre miliari del rock italiano, “17RE”.

A 35 anni dalla pubblicazione e a 40 dalla formazione dei Litfiba, i due musicisti portano nel cuore del secondo capitolo della “trilogia del potere”, per fotografare un momento sociale e culturale molto particolare della musica indipendente italiana.

Inizialmente pubblicato come album doppio, “17RE” si contraddistingue per la presenza di quattro facciate e sedici brani, tutte composizioni originali della band fiorentina formata da Antonio Aiazzi, Ringo De Palma, Gianni Maroccolo, Piero Pelù e Federico Ghigo Renzulli. Gli arrangiamenti di tutte le canzoni presenti nell’album sono stati curati dai Litfiba con l’aiuto di Francesco Magnelli con suoni ed effettistiche molto varie sulla base dei contenuti delle canzoni, tutti elementi che fanno di “17RE” non solo un album new wave ma anche post-punk, psichedelico e rock.

Le sessioni di registrazione in studio avvennero nell’estate/autunno del 1986 a Firenze, ma i brani erano stati precedentemente rodati dal gruppo nei concerti dal vivo.

 

  • Biglietti: intero 7 € / ridotto 5 €. Prevendita su ticketone.it

 

 

  • sabato 25 settembre ore 21.00 e domenica 26 settembre ore 19.00

PARC Performing Arts Research Centre, piazzale delle Cascine 4 – Firenze

FRANçOISE PARLANTI

Partie Vide

 

ideazione e coreografia: Françoise Parlanti

in collaborazione con Eleonora Chiocchini

interprete: Françoise Parlanti

scenografia: Paolo Morelli

disegno luci: Gabriele Termine

musiche: Ezio Bosso

produzione: Compagnia degli Istanti

organizzazione: Marika Errigo

segreteria amministrativa: Claudia Sannazzaro

con il sostegno di MiBACT, Dip. Spettacolo dal Vivo; Regione Toscana Residenza MAD Murate Art District

 

Partie Vide è un lavoro ideato da Françoise Parlanti, in collaborazione con Eleonora Chiocchini, che indaga il concetto dell’abitare il vuoto, inteso come spazio di relazione e dialogo fra un corpo femminile e tre elementi scenografici presenti sulla scena: due sedute e una cornice.

È proprio la scenografia, realizzata appositamente da Paolo Morelli, che diventa un tutt’uno con il corpo che la muove e contemporaneamente architettura spaziale da esso separata.
Il tempo dell’azione si snoda in un pieno: un flusso continuo, un unico viaggio in cui musica, scenografia e partitura fisica riempiono i sensi di chi osserva. Un pieno reale, concreto, fatto di immagini che compaiono come fragili essenze, come spunti emotivi e come pezzi di un puzzle che non ha un’univoca composizione. Creazione e disgregazione di spazi, abitati costantemente dal pieno della presenza: forse solo un necessario rito preparatorio o la premessa di un vuoto di solitudine, di una “Partie Vide” che è la fine ma forse anche l’inizio del racconto. Il vuoto porta con sé la memoria dei pieni che lo hanno abitato.

 

  • Biglietti: intero 7 € / ridotto 5 €. Prevendita su ticketone.it

 

 

È obbligatorio il green pass

Tutti gli eventi si terranno nel rispetto delle norme anti Covid in vigore.

Prevendite su ticketone.it

o presso PARC, Piazzale delle Cascine 7, dal martedì alla domenica h 18.00 > 20.00

 INFO: +39 055 2638480 – 055 365707 | www.fabbricaeuropa.net