Teatro Civico 14 – il collettivo EST debutta con la performance Disintegrazione

Venerdì 1 ottobre

162

La performance live Disintegrazione apre la stagione di Teatro Civico 14

Il collettivo EST mette in scena una pièce tra teatro, visual art e sound design per sperimentare insieme al pubblico nuove contaminazioni e nuove suggestioni.

La stagione teatrale 2021/2022 di Teatro Civico 14, a Caserta, si apre con un debutto nazionale che ha già collezionato date in tutta Italia per l’anno 2022: da venerdì 1 ottobre fino a domenica 3, va in scena DISINTEGRAZIONE del collettivo Electroshock Therapy [EST] grazie al sostegno di Mutamenti/Teatro Civico 14. Questa tredicesima stagione inaugura all’insegna della contaminazione delle arti: più che uno spettacolo vero e proprio, DISINTEGRAZIONE è una performance artistica in cui la voce di Ilaria Delli Paoli insieme al progetto sonoro di Paky Di Maio e alle suggestioni estetiche del visual artist Francesco Zentwo Palladino danno vita a un evento coinvolgente e oltre i tradizionali confini del teatro.

Il collettivo Electroshock Therapy [EST], composto da Ilaria Delli Paoli, Paky Di Maio e  Francesco Zentwo Palladino, nasce a Caserta, durante il lockdown ai tempi del COVID-19 per sperimentare tra i confini del teatro e della musica, passando per le arti visive, dando vita a performance ibride non strettamente legate agli schemi dell’una e dell’altra disciplina, coinvolgendo di volta in volta artisti diversi per indagare nuovi linguaggi e possibilità di creazione collettiva.

“Sul palco condividiamo col pubblico semplicemente quello che siamo, viaggiatori del tempo, sovversivi, ammutinati, eretici, anarchici. La piaga e la cura. In due parole: tre performer.”

DISINTEGRAZIONE è la prima produzione del collettivo EST che ha dato vita a questa performance dal vivo tra teatro, musica e visual art, attraverso la distruzione e ricostruzione di artisti, storie e icone che hanno caratterizzato la formazione e il percorso dei tre componenti del progetto. Si va da David Bowie a Marilyn Monroe, da J. C. Ballard ai The Cure, ma anche Sarah Kane, Baudelaire fino ad una preghiera in onore della Santissima Muerte messicana.

La voce dell’attrice Ilaria Delli Paoli è accompagnata dal sound artist Paky Di Maio, che manipolerà e genererà suoni al di fuori del contesto tradizionalmente musicale, e dal visual artist Francesco Zentwo Palladino, che riprodurrà con la tecnica visual le sensazioni e le suggestioni sonore attraverso giochi di ombre, luci, colori ed effetti digitali.

Paky Di Maio, musicista e sound designer, e Ilaria Delli Paoli, attrice e organizzatrice teatrale, lavorano da dieci anni insieme realizzando spettacoli per il teatro con la compagnia Mutamenti/Teatro Civico 14. I loro percorsi si intrecciano con quello di Francesco Zentwo Palladino, designer e visual artist per dare vita al collettivo EST.

La creatività propugnata dalla performance è una forza umana universale, un’energia vitale, poco importa quale forma assuma questo conatus. Tutto infatti può farvi parte: l’intero mondo della vita ne è oggetto, nel suo più comune dispiegarsi in routine, abitudini, atteggiamenti e attività banali come mangiare, scrivere, parlare, sedersi, camminare“, così recita il manifesto del collettivo.

Sul palcoscenico, gli artisti performativi non “rappresentano” altri che se stessi, anche qualora l’intento performativo sia di lasciare che la pluralità discorde degli Io si dispieghi davanti al pubblico.

EST – Disintegrazione