Festival Exister_21

Dal 21 ottobre fino al 12 dicembre a Milano

343

REPLAY

REPLAY come nuova possibilità,
una supplica alla natura affinché ci sia data una nuova chance.
È attraverso l’arte che ci trasformiamo e che ridisegniamo i confini fra l’uomo e i sogni.
Solo nella natura incontaminata, l’artista è così grandiosamente piccolo davanti alla sua immensità e alla sua forza generatrice. Con questo spirito restiamo in ascolto dei segnali che ogni singolo danzatore ci consegnerà, spunti di riflessione, miraggi, speranze, desideri…
«e quindi uscimmo a riveder le stelle»
L’immagine scelta è tratta dai viaggi di Annalì Rainoldi e del fotografo Nicolò Asashi Cameroni.

L’edizione numero quattordici del Festival Exister diretto da Annamaria Onetti e promosso da DANCEHAUSpiù – Centro Nazionale di Produzione della Danza sostenuto dal Ministero della Cultura, dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, nasce nel segno del mutamento e della creazione di nuove forme e formati per rinsaldare il rapporto con il proprio pubblico affezionato e collocare l’opera dell’artista al centro.

Accanto alla sala performance di DanceHaus Susanna Beltrami e al palcoscenico del Teatro Franco Parenti dove il 15 novembre è atteso il grande ritorno di Enzo Cosimi con Glitter in my Tears. Agamennone, il festival tornerà ad animare nelle sue giornate di apertura lo Spazio Tertulliano – Black Box. 

In occasione della prima serata, il 21 ottobre, la scena si apre con Matteo Marchesi in Bob, un solo scaturito dall’incontro con i più piccoli in esplorazione del mondo dei mostri. Il 22 ottobre è il momento di Padova Danza Project con le nuove creazioni di Nicoletta Cabassi, Tanz eines fahrenden geselle, e di Cristina Kristal Rizzo con Water Dance (New Road). A seguire e in chiusura delle prime due serate del festival con un doppio appuntamento, The Existence of the Mirrors, un trasporto nella dimensione onirica di Niyayesh Nahavandy. 

Tra i protagonisti di Exister 14, le artiste associate di DanceHauspiù con un programma di spettacoli creati per la stessa DanceHaus Company Junior: Michela Priuli in scena il 24 ottobre con PRIMO MOVIMENTO, una ricerca maturata durante il periodo di isolamento che trae origine da una riflessione sull’uomo e sulle diverse sfaccettature della psiche; Annalì Rainoldi attesa per la serata del 13 novembre con la performance NATUUR ispirata a Il giardino delle delizie di Bosch e l’artista Paola Lattanzi che, con un doppio appuntamento in chiusura del festival, presenta in scena la sua nuova creazione e prima nazionale MY DUTY ispirata all’omonimo romanzo di William Golding Il signore delle mosche.

Ospiti del Festival il 23 ottobre anche l’autrice Giselda Ranieri con Re_play in cui sperimenta l’uso del device come potenziale testimone per facilitare una presa di distanza da sé e la Compagnia Petranuradanza con la coreografia Agua di Salvatore Romania e Laura Odierna, al centro della loro ricerca il concetto di resilienza. Il 24 ottobre è il momento di Gennaro Lauro con Mondo un solo nato grazie al sostegno dell’Associazione Sosta Palmizi e il 13 novembre
-binary di Jessica D’Angelo con una produzione della Compagnia Artemis Danza. 

Uno spazio importante è dato anche alla Compagnia AltraDanza che promuove e sostiene le creazioni dei suoi giovani autori in scena il 14 novembre con Playroom di Mimmo Linsalata, 1Self di Giada Ferrulli e Sara Mitola, You di Simona Cutrignelli e Boh di Marika Mascoli.

L’ultima serata di novembre è dedicata in via esclusiva ai Centri Nazionali di Produzione della Danza che, con una doppia replica prevista per il giorno 27 nelle rispettive ore 19.00 e 21.00, porteranno in scena le creazioni di Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza, di DANCEHAUSpiù e della Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto. 

Tra le attività collaterali il Festival organizza, con la collaborazione di HangarQ, un aperitivo serale previsto per le ore 18:30 per le tre giornate di apertura, il 21-22-23 ottobre. Un aperitivo, all’interno del distretto Tertulliano, che vuole proporsi come un’occasione di incontro tra gli artisti e il pubblico per creare uno spazio di convivialità e di condivisione con l’intento di poter diventare un punto di riferimento e di ritrovo durante le giornate del Festival. 

Exister 14 aderisce inoltre alla rete Dance Card garantendo agevolazioni sul prezzo dei biglietti, incentivando l’ingresso ai propri spettacoli e contribuendo alla promozione condivisa della danza su tutto il territorio lombardo.

Il festival sarà disponibile sulla APP Danzadove garantendo una rapida consultazione e prenotazione degli eventi. 

INFO | PRENOTAZIONI

DanceHaus Susanna Beltrami
Via Tertulliano 68, Milano | tel. 02 36515997
 329 6005802
promozione@dhpiu.com  

Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14, Milano | tel. 02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it 

Prezzi:
Intero 16€     

Ridotto Under25/Over65 12€

Dance Card 8€

www.exister.it