Il Circo danza con la Musica al Salieri Circus Award

Un Festival competitivo di arti circensi diretto da Antonio Giarola ha portato in scena 31 artisti internazionali, accompagnati da musica classica, e valutati da una giuria presieduta da Arturo Brachetti

328

Dal 23 al 27 settembre il Teatro Salieri di Legnago ha ospitato la prima edizione dell’International Salieri Circus Award, un festival ideato e diretto da Antonio Giarola che ha proposto una selezione di performance di circo internazionali accompagnate da musica classica: opere di Vivaldi, Puccini, Chopin, Beethoven e Rossini, ma anche Einaudi, Bosso e Coulais hanno accompagnato i numeri di 31 artisti provenienti da 13 nazioni. A valutarli una giuria tecnica internazionale presieduta dal maestro internazionale del quickchange Arturo Brachetti. Giarola, regista di circo e già ideatore negli anni Novanta del Festival del Circo di Verona, agli inizi della propria carriera nel 1984 creò il primo modello di circo-teatro dando vita al Clown’s Circus in collaborazione con la famiglia Cavedo. Un esperimento che non riscosse l’interesse e il successo che avrebbe meritato, ma che gettò le basi per il rinnovamento del linguaggio del Circo. Oggi, con lo stesso entusiasmo e la stessa capacità di sorprendere e spiazzare con una proposta originale e innovativa, ha dato vita a una manifestazione, curata in ogni aspetto, che unendo l’arte circense alla musica classica, ha saputo destare curiosità e attenzione portando a Legnago il gotha del circo internazionale con rappresentanti, tra gli altri, del Cirque du Soleil, del Festival di Monte Carlo, del Festival Mondial du Cirque di Parigi, del Moulin Rouge e della Scuola di Teatro di Bologna. E proprio ad Alessandra Galante Garrone, fondatrice della Scuola di Teatro di Bologna e precorritrice del circo contemporaneo in Italia era dedicata questa edizione del Festival, attraverso un quadro di apertura portato in scena dal Piccolo Circo dei Sogni di Paride Orfei e Sneja Nedeva. La giuria tecnica ha premiato con l’Oro l’acrobata alle cinghie aeree Antony Cesar, eccellente danzatore sia a terra che in aria, che ha proposto una intensa performance sulle note di Antonio Vivaldi. E Vivaldi accompagnava anche Sarah Togni (Argento), discendente della celebre dinastia circense, impegnata in una serie di evoluzioni alla ruota canadese, attrezzo circense sviluppato da Daniel Cyr e proposto nel 2006 nel corso della cerimonia di apertura delle olimpiadi invernali di Torino 2006. Il giocoliere russo Viktor Krachinov (Argento) sui ritmi di Bach, Rossini e Beethoven
ha confezionato un momento di grande spettacolo grazie a un innato carisma e ad una tecnica eccellente. Gli italiani Giulia Serra e Mattia Rossi Ruggiero (Argento) han fatto dell’acrobatica mano a mano una danza leggera sapientemente accompagnata dal vivo dal violinista Virtuoso Artale: la loro esibizione è quella che forse, più di tutte, rappresenta la vocazione di questo festival che punta a creare delle esibizioni in armonia con la musica classica e neoclassica. In quest’ottica Giarola intende nelle prossime edizioni incentivare lo sviluppo di nuove creazioni affidate a registi e coreografi internazionali che fondano il linguaggio circense con la musica. Esaltandone l’efficacia attraverso l’accompagnamento di un’orchestra dal vivo. Nel Gala finale, condotto come tutti gli spettacoli del Festival dal cerimoniere Principe Maurice (Maurizio Agosti, istrionico cantante, vocalist e performer a tutto tondo), si sono esibiti come ospiti i ballerini solisti dell’Arena di Verona Elisa Cipriani e Luca Condello sulle note di Antonio Salieri a cui è dedicata la manifestazione. Una manifestazione originale (sostenuta dal Ministero della Cultura) che propone l’arte circense sotto una luce nuova e diversa, che porta il circo in un teatro storico per confezionare un omaggio al grande compositore nella sua città natale e che è destinata ad affermarsi come laboratorio creativo e fucina di spunti artistici interessanti.
Immaginare un evento di questo tipo in periodo di pandemia significa accettare una sfida e in questo caso la sfida è stata vinta. Il successo è andato oltre a ogni aspettativa, gli operatori internazionali e il pubblico hanno apprezzato la proposta e l’organizzazione del team della famiglia Giarola ha curato al meglio ogni dettaglio. Se da un lato la proposta di Giarola ha diviso gli operatori del settore inclini a riconoscersi in modelli espliciti afferenti all’ambito del circo di tradizionale e a quello del circo contemporaneo, dall’altro ha dimostrato la possibilità di superare queste categorie per andare nella direzione di un Circo d’Arte in cui il vocabolario del circo viene messo al servizio della creazione di opere che fondono i linguaggio per dar vita a performance nuove in cui la musica classica assume un rilievo maggiore.
Dario Duranti

International Salieri Circus Award – 1° edizione
Teatro Salieri, Legnago (VR) 23-27 settembre 2021
Direzione Artistica Antonio Giarola
Produzione ProEventi
Info saliericircus.it

PALMARES
Salieri Circus Award d' Oro
Antony Cesar – cinghie

Salieri Circus Award d'Argento
Viktor Krachinov – giocoliere
Duo Hoop – cerchio aereo
Salieri Circus Award di Bronzo
Sarah Togni (Italia) – ruota Cyr
Giulia e Mattia (Italia) – mano a mano
Men's World – acrobatica
Joao Godinho – trapezio
Nirio Rodriguez Tejeda – verticali
Premio della Critica
Duo Hoop – cerchio aereo