“La mia Città è un Giardino” (2° edizione)

Venerdì 29 e sabato 30 ottobre 2021, Roma

286
Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE
I mercati di Roma come spazi espositivi e luoghi di condivisione. 
A Monteverde va in scena la seconda edizione del progetto “La mia Città è un Giardino”.

 

A distanza di un anno dalle incursioni performative e dalla realizzazione di opere murarie che hanno rivitalizzato il Mercato De Calvi a Monteverde, l’associazione ZIP – Zone d’Intersezione Positiva, attiva da anni come animatore artistico e connettore sociale nel tessuto territoriale in cui interviene, torna nei mercati rionali di Roma, partendo proprio dal De Calvi per poi spaziare a quelli di San Giovanni di Dio e Niccolini, per la seconda edizione de “La mia Città è un Giardino”, i cui lavori avranno inizio il 15 ottobre. 

Nelle giornate di venerdì 29 e di sabato 30 ottobre, “La Mia Città è un Giardino” raggiungerà il suo culmine e sarà aperto ai cittadini intenti nei quotidiani acquisti nei mercati di riferimento. 

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020–20212022 curato dal Dipartimento Attività Culturali e realizzato in collaborazione con SIAE.

“La mia Città è un Giardino” è un percorso che punta all’interscambio ed alla condivisione tra uomo e spazio urbano, che inneschi un intervento che non si esaurisca con lo scadere dei tempi dedicati al progetto, ma che generi un processo partecipativo continuato e replicabile, mediante l’attivazione di una rete di territorio ed un processo partecipato.

Venerdì 29 e sabato 30 ottobre, a partire dalle ore 10.00, i cittadini saranno accolti da incursioni artistiche che abbracceranno differenti linguaggi. 

Tra questi, spicca la partecipazione di Zip con Arcipelago-19, una rete nazionale di Fotografi Professionisti formatasi durante la pandemia per raccontare storie dall’Italia, la cui opera fotografica è centrale in questa edizione. L’attività di Arcipelago-19 inizierà nei 15 giorni precedenti al pre-opening del 29 ottobre, data in cui i fotografi presenteranno il proprio lavoro e distribuiranno delle borse “d’artista” ai frequentatori del mercato. Sarà possibile così assistere alla mostra diffusa dal titolo “Ossimori – paralleli convergenti”, dove stampe dal grande formato realizzate su carta blueback andranno a decorare le pareti dei box chiusi ormai da anni nei mercati del XII Municipio (il mercato Niccolini e quello di piazza San Giovanni di Dio), mentre al mercato De Calvi saranno esposte sia all’interno che sulle mura esterne della struttura. Intesa come naturale proseguimento delle azioni fotografiche già operate da Arcipelago-19 in questi anni di pandemia (‘Anticorpi’-Italia 2020; ‘L’inizio del Futuro’- Lucca 2021; ‘Le persone dietro i numeri’- Manziana 2021), ‘Ossimori – paralleli convergenti’ si apre idealmente (ma i tre mercati saranno visitabili autonomamente) con la serie fotografica esposta al mercato Niccolini e dedicata alle persone guarite dal Covid. I volti di alcuni guariti in Italia raccontano la propria personale esperienza dalle serrande dei banchi del mercato. Il viaggio visivo proposto da Arcipelago-19 proseguirà al mercato De Calvi e a quello di san Giovanni di Dio, dove il gruppo presenta una serie di dittici e fotografie singole dal significato ambivalente che rappresentano le contraddizioni del nostro presente e invitano riflettere sulla condizione attuale. Fotografie dal carattere simbolico ma effimero, sottoposte agli agenti esterni della strada, alle condizioni meteo, alla vita che, lentamente, torna ad una nuova normalità. Al mercato di san Giovanni di Dio le fotografie in mostra saranno inoltre stampate su delle borse per la spesa riutilizzabili, che il 29 ottobre verranno consegnate ai clienti del mercato. In questo modo, l’esposizione condivisa con il pubblico potrà viaggiare e comporsi spontaneamente all’interno del mercato e poi nel quartiere, andando ad accostare delle sequenze casuali di ‘Ossimori’ ogni volta che gli avventori del mercato con le borse si incontreranno.

L’insieme della mostra diffusa ‘’Ossimori-Paralleli convergenti’’ è presentato da un testo scritto a quattro mani da Michela Monferrini e Paolo di Paolo. Tutta l’esposizione sarà sonorizzata grazie all’intervento artistico di Roberto Di Maio, ascoltabile tramite QR code.

Parallelamente alle foto di Arcipelago-19, sarà installato nel Mercato di San Giovanni di Dio, dal 25 al 30 ottobre, un “banco poetico”, che prende il nome di “Il Banco delle Parole”, a cura del collettivo artistico Amori Difficili, per una produzione di Sardegna Teatro curata da Francesco Bonomo, che si propone di indagare la memoria affettiva della comunità in cui risiede e restituire la mappatura dei sentimenti di quella stessa comunità. Le vite e i sentimenti personali troveranno così connessioni inaspettate, rivelando una drammaturgia originale e allo stesso tempo realmente accaduta. “Il Banco delle Parole” sarà un luogo dove gli avventori del mercato potranno trovare un momento di contatto con le parole, le emozioni e l’immaginario di Italo Calvino. Qui, attraverso dei dispositivi e dei racconti, gli artisti coinvolgeranno i passanti in azioni di scambio creativo e condivisione artistica. Seguirà l’esplorazione del mercato rionale De Calvi, in cui saranno raccolte storie, impressioni, curiosità e consigli di clienti e venditori, per conoscere la storia del luogo, delle persone e dei prodotti, per un’iniziativa dal titolo “Mercato curioso”, rivolta agli studenti di seconda elementare della Scuola Forlanini.

In questa seconda edizione sarà proposto anche l’audio Walk Moving Agorà, a cura di Elena Tsili, un tentativo di creare uno spazio di riflessione sull’impatto che la pandemia ha avuto sugli individui e sulla riscoperta del potere interconnettivo che attraversa i nostri corpi. L’attività prevede la costruzione di un percorso urbano dedicato ad un pubblico ampio e differenziato, che guiderà i partecipanti attraverso dei segnali acustici trasmessi da audio-file. Le sollecitazioni sonore stimoleranno i corpi ad agire con consapevolezza, a tornare alla curiosità e a considerarsi all’interno dello spazio. Una voce guiderà gli ascoltatori a compiere dei movimenti, dei percorsi, linee individuali e orbite collettive. L’esperienza di essere presenti nel momento e condividere la potenza del muoversi insieme, seppur a distanza.

Sempre il 30 ottobre, alle ore 10.00, è in calendario la Passeggiata Poetica “Con gli occhi di un Poeta. Monteverde negli anni di Pasolini”, una passeggiata letteraria a cura di Giuliana Zagra, dell’Associazione Monteverde Attiva, accompagnata dalle letture dell’attrice Annamaria Iacopini. Nel pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 17.00 all’interno del Mercato De Calvi, saranno offerte attività ludico-creative di Circo dedicate ai più piccoli, a cura di Daniele Antonini.

Per info e prenotazione scrivere a zipzone.art@gmail.com

Tutte le attività previste dal progetto terranno conto delle restrizioni e della normativa anti Covid-19 in atto nel momento della realizzazione.