“World Music Festival” musicisti da cinque continenti

Sabato 16 ottobre a Legnano

101
L’orchestra e il coro Amadeus con la solista ivoriana Diane Olga Ahikoua propongono nella chiesa del SS. Redentore un concerto di musica internazionale promosso dall’associazione Ensemble Amadeus con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate

 

Un’orchestra multiculturale con una solista ivoriana. Sono loro i protagonisti del concerto in programma sabato 16 luglio alle 21 nella chiesa del SS. Redentore a Legnano (via Barbara Melzi 27). Dopo l’avvio nel varesotto e le tappe d Milano, si chiude il World Music Festival, evento finale del progetto europeo MoSaiC – Music for Sound Integration in the Creative sector, cofinanziato dal programma “Creative Europe” dell’Unione Europea.

Organizzato dall’associazione Ensemble Amadeus, capofila del progetto europeo che è stato realizzato con altre tre formazioni musicali internazionali, con il supporto di Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Fondazione Cariplo, Fondazione Ticino Olona e parrocchie SS. Redentore, il concerto avrà come ospite eccezionale la pop singer Diane Olga Ahikoua della Costa d’Avorio«È l’ultimo tassello di un percorso che ci ha visti mettere la musica al centro di una nuova cultura europea», osserva Marco Raimondi, presidente dell’associazione Ensemble Amadeus. «Accanto all’Italia, rappresentata dall’orchestra dell’Accademia Amadeus, sono infatti intervenute formazioni musicali provenienti da Romania, Belgio e Danimarca; tutte ad affermare l’importanza della musica nel favorire l’integrazione di culture e tradizioni diverse, esplorando vari generi musicali».

A Legnano l’Orchestra dell’Accademia Amadeus, composta da musicisti provenienti da cinque continenti (Europa, Asia, Africa, Nordamerica e Sudamerica) e il Coro Sinfonico Amadeus diretti dal maestro Marco Raimondi propongono un concerto con strumenti e musiche dal repertorio internazionale, accompagnato da immagini caratteristiche di ogni nazione. Voce solista Diane Olga Ahikoua, una giovane cantante, in Italia per studio, che eseguirà musiche del mondo in chiave europea con un arrangiamenti sinfonici inediti di Enrico Raimondi.

«Un appuntamento assolutamente unico, come unico è il progetto promosso da Amadeus», commenta il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Roberto Scazzosi. «La musica non è solamente cultura e passione, ma è un importante strumento di integrazione tra i popoli. E come banca locale che vuole far crescere il territorio abbiamo voluto essere al fianco di MoSaIC nel promuovere un’azione che mette al centro i valori di rete e di cooperazione».

 

Inizio alle 21. Ingresso fino ad esaurimento posti.

Per prenotazionihttps://ensembleamadeus.org/product/legnano_20211016/