Alexanderplatz Jazz Club di Roma, Parole e Musica: omaggio ad Arrigo Polillo

Giovedi 18 novembre ore 21,00 a Roma, il Touch trio di Lorenzo Tucci, batteria, Claudio Filippini, pianoforte, Daniele Sorrentino, contrabbasso

319

ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

GIOVEDI’ 18 NOVEMBRE ORE 18.30-20.30
“PAROLE E MUSICA:OMAGGIO AD ARRIGO POLILLO”
presentazione del libro
Arrigo Polillo (1919-1984). Un maestro internazionale della critica jazz
Luca Cerchiari,Roberto Polillo,Lino Patruno,Giovanni Tommaso,Enrico Zanisi, Rossana Buono,Dario Salvatori, Enrico Cogno

giovedi 18 novembre ore 21,00
LORENZO TUCCI “Touch trio”
Lorenzo Tucci, batteria
Claudio Filippini, pianoforte
Daniele Sorrentino, contrabbasso

Doppio appuntamento, giovedì 18 novembre all’Alexanderplatz Jazz Club di Roma. Alle 18,30,” Parole e Musica: omaggio ad Arrigo Polillo” con la presentazione del libro, Arrigo Polillo (1919-1984). Un maestro internazionale della critica jazz con scritti di Roberto Polillo e Luca Cerchiari. E inoltre, brevi esecuzioni dal vivo del grande esperto ed interprete di jazz tradizionale Lino Patruno, col suo trio, e di una coppia di musicisti italiani, già insieme nel Perigeo, il contrabbassista Giovanni Tommaso e il batterista Bruno Biriaco, che si esibiranno assieme accompagnati da una rivelazione del pianoforte jazz, Enrico Zanisi.Alle 21,00, il concerto di Lorenzo Tucci “Touch Trio”.Si intitola “Touch” questo progetto di Lorenzo Tucci che continua la sua ricerca sulla possibilità espressiva offerta da un trio batteria pianoforte e contrabbasso, riunendo attorno a sé due personalità di spicco nel panorama jazz italiano: Claudio Filippini e Daniele Sorrentino.
Avvocato, dirigente alla Mondadori, critico musicale acuto e brillante su quotidiani e periodici, attivissimo organizzatore di concerti e festival dal 1951 al 1976, presidente dell’Associazione italiana critici discografici, direttore per decenni della rivista mensile Musica Jazz, autore di alcune opere di saggistica di grande valore e impatto (come Jazz. La vicenda e i protagonisti della musica afro-americana, 1975, Mondadori 1975, tutt’ora in catalogo, tradotto anche in Germania), Arrigo Polillo è stato, restando vivo nella memoria collettiva, il maggior critico jazz italiano del secondo Novecento.Alla sua figura di maestro della disciplina, rilevante anche in senso internazionale, hanno dedicato un libro appena uscito nelle edizioni Mimesis il figlio Roberto Polillo, notissimo fotografo di jazz e di viaggio, già attivo come docente e imprenditore in ambito informatico, e Luca Cerchiari, “allievo” di Arrigo Polillo nella rivista Musica Jazz a fine anni Settanta, noto studioso della materia e oggi titolare dell’unico corso universitario sulla “Storia della musica jazz(e pop)” dell’Università italiana, alla IULM di Milano.Il libro Arrigo Polillo (1919-1984). Un maestro internazionale della critica jazz, collana “Musica contemporanea” Mimesis, viene presentato in questo periodo in varie città italiane, e prossimamente anche in Svizzera e Francia. Il volume contiene scritti di Roberto Polillo e Luca Cerchiari, quindici testimonianze di musicisti e operatori, e inoltre, in appendice, numerosi inediti di Arrigo Polillo (disegni, documenti, lettere e immagini), al cui reperimento e ordinamento ha collaborato Valentina Voto.
La presentazione di Roma, una coinvolgente serata parlata e suonata, animata “in voce” da critici ed esperti (Rossana Buono, docente di “Storia dell’arte contemporanea” all’Università di Roma 2 e critico jazz), Enrico Cogno (esperto di comunicazione e saggista), Dario Salvatori (personaggio radio-televisivo e critico musicale), con contributi parlati on-line del musicologo Pierre Fargeton (Università di Saint Denis, Francia) e del celebre pianista Franco D’Andrea. E con brevi esecuzioni dal vivo del grande esperto ed interprete di jazz tradizionale Lino Patruno, col suo trio, e di una coppia di musicisti italiani di gran nome, il contrabbassista Giovanni Tommaso e il batterista Bruno Biriaco, che si esibiranno assieme accompagnati da una rivelazione del pianoforte jazz, Enrico Zanisi. Lino Patruno, Giovanni Tommaso e Bruno Biriaco ricorderanno anche, personalmente, i loro rapporti professionali e umani con Arrigo Polillo.
La serata prosegue con Lorenzo Tucci “Touch Trio”.Si intitola “Touch” questo progetto di Lorenzo Tucci che continua la sua ricerca sulla possibilità espressiva offerta da un trio batteria pianoforte e contrabbasso, riunendo attorno a sé due personalità di spicco nel panorama jazz italiano: Claudio Filippini e Daniele Sorrentino. Lorenzo Tucci, batterista e jazzista di fama internazionale, per questo trio, di cui è leader, decide di eseguire tutti “originals” di sua composizione.I brani spaziano da atmosfere intimistiche e riflessive a ritmiche più complesse e articolate, senza perdere di vista l’importanza della melodia, che Tucci in questo progetto vuole esaltare.

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)
349 977 0309 (WhatsApp)
prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com
www.alexanderplatzjazz.com