Benozzo Gozzoli e la Capella dei Magi

16 dicembre 2021 – 15 marzo 2022,Museo di Palazzo Medici Riccardi,Firenze

356

Palazzo Medici Riccardi ospita, dal 16 dicembre 2021 al 15 marzo 2022, la mostra “Benozzo Gozzoli e la Cappella dei Magi”, a cura di Serena Nocentini e Valentina Zucchi, dedicata al maestro del Rinascimento e al suo rapporto con Firenze. La mostra è intimamente legata con la storia di Palazzo Medici Riccardi, che proprio al suo interno custodisce la meravigliosa Cappella dei Magi, uno dei più alti capolavori di Benozzo di Lese, più noto come Benozzo Gozzoli, il quale la affrescò, su commissione medicea, alla fine degli anni Cinquanta del Quattrocento.

Rivolgendo un’attenzione particolare all’esecuzione della Cappella, l’esposizione getta infatti luce sull’artista e sui suoi legami con Firenze, città in cui il pittore muove i primi passi e con cui manterrà una relazione speciale per tutta la vita, e con la famiglia Medici. Nell’intreccio fra opere originali e creazioni multimediali, il pubblico sarà accompagnato a scoprire la vita e l’opera di un grande maestro del Rinascimento italiano, per essere poi invitato ad approfondirne le testimonianze pittoriche in città e nell’intero territorio toscano.

Fra i dipinti in mostra si ricordano la giovanile Madonna del Baldacchino con angeli (National Gallery, London), la predella con il Matrimonio mistico di Santa Caterina da Siena (Museo di San Marco, Firenze), ma anche una rosa di disegni dell’artista e della sua bottega riconducibile agli anni fiorentini o correlati all’iconografia della Cappella, in prestito dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze, dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia, dal Musée du Louvre di Parigi.

Ancora, un risalto specifico sarà conferito alle testimonianze documentarie che esplicitano il rapporto di vicinanza dell’artista con la famiglia Medici, attestato dalle lettere custodite presso l’Archivio di Stato di Firenze.

Infine, grazie alla collaborazione con la Biblioteca Medicea Laurenziana, sarà esposto il codice che testimonia la presenza dell’antica iscrizione di accesso alla cappella.

Tutto il percorso espositivo sarà corredato da una serie di supporti filmici d’autore, che permetteranno al grande pubblico di approfondire in forma completa e insieme avvincente il percorso biografico e artistico del pittore, in assoluta complementarietà con la visita della Cappella dei Magi.