Second life :tutto torna

Alia lancia un concorso per giovani artisti e artiste fino al 26 novembre 2021 per presentare le opere

289

Arte, bellezza e sostenibilità ambientale.

 

Nuovi linguaggi per parlare di sostenibilità. “Second life: tutto torna” è un concorso e una successiva mostra itinerante che nasce per valorizzare la creatività dei giovani artisti impegnati a lanciare attraverso le loro opere un messaggio di attenzione verso la sostenibilità ambientale, il riciclo e il recupero della materia. È promosso da Alia Servizi Ambientali SpA, l’azienda toscana che gestendo il ciclo integrato dei rifiuti urbani nelle province di Firenze, Prato e Pistoia, offre una seconda vita ai nostri scarti. Da qui il nome del concorso.

 

La call è rivolta a giovani artiste e artisti italiani, o residenti in Italia, che non abbiano ancora compiuto 29 anni. I progetti dovranno essere presentati entro il 26 novembre 2021 e le opere selezionate saranno esposte in prestigiose sedi tra Pistoia, Prato e Firenze, a partire da dicembre 2021 per circa un anno. Curatore del progetto, che intende diventare un appuntamento annuale, è Marco Meneguzzo, docente di storia dell’Arte all’Accademia di Brera con una straordinaria esperienza da curatore di mostre per le più importanti istituzioni pubbliche e private italiane.

Alia invita le artiste e gli artisti a misurarsi sul grande tema della salvaguardia del pianeta, della sostenibilità ambientale, del riciclo, riuso e recupero della materia, della valorizzazione degli scarti che ogni giorno produciamo nelle nostre case che, se ben differenziati e valorizzati attraverso una moderna rete impiantistica, possono avere una seconda vita e tornare ad essere utili limitando il nuovo spreco di risorse, inquinamento, emissioni.

“Second life: tutto torna” è rivolto a coloro che vogliono cimentarsi nella realizzazione di opere sui temi sopra indicati, realizzate su qualunque supporto e con qualsiasi materiale (pittura, scultura, fotografia, audiovideo).

« Questa “call for art” nasce per diventare una tappa fissa ed annuale rivolta a tutti i giovani artisti italiani che vogliono dedicare la loro opera ai temi della sostenibilità – commenta Giuseppe Meduri, Direttore Relazioni Esterne, Comunicazione e Sostenibilità di Alia – avendo la Toscana, simbolo del binomio arte e bellezza, come loro palcoscenico. La sostenibilità è il grande tema del nostro tempo e Alia è lieta di poter dedicare una nuova attenzione a ciò che si muove nel campo artistico, investendo sulla creatività giovanile, offrendo luoghi espositivi prestigiosi in partnership con le principali istituzioni locali, valorizzando le opere in un percorso di mostre aperto ai ragazzi delle scuole, alle associazioni e a tutti i cittadini. Informazione, partecipazione e comunicazione sono leve strategiche per rendere i nostri territori sempre più sostenibili e circolari.»

 

«Il ruolo dell’artista – afferma Marco Meneguzzo – è quello di interpretare il mondo, guardando alle criticità e alle prospettive da un punto di vista diverso, in grado di muovere le emozioni e da lasciare un segno non effimero nelle coscienze. La società virtuosa deve favorire questa vera e propria “produzione di idee” rese oggetto: il confronto, la discussione, il commento che un concorso pubblico può favorire è impareggiabile».

 

Una giuria composta da autorevoli rappresentanti delle principali Istituzioni italiane del mondo dell’arte – tra cui Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, Valentina Gensini, Direttore Artistico centro Murate Art District, Sergio Risaliti, Direttore Artistico Museo Novecento Firenze, Alexander Pereira, Sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino, Monica Preti, direttrice di Pistoia Musei ed Emanuele Lepri, segretario generale del Museo Pecci di Prato – valuterà, entro la prima settimana di dicembre, tutte le candidature e selezionerà tra le 20 e le 30 opere finaliste, che troveranno spazio nelle mostre, nel catalogo ufficiale edito da Mandragora, nella vetrina online e in tutti gli altri canali di promozione e comunicazione.

Tra i progetti selezionati, ne saranno scelti tre che Alia si impegna ad acquisire con un premio in denaro rispettivamente di 2500 euro al primo, 1500 euro al secondo e 1000 euro al terzo.

 

Il bando, scaricabile nella sezione Educational sul portale www.aliaserviziambientali.it oppure sul sito www.secondlifecontest.it prevede la consegna di una riproduzione dell’opera inedita entro il 26 novembre 2021 presso Alia Servizi Ambientali Spa, Via Baccio da Montelupo 52 – 50137 Firenze, oppure all’indirizzo mail secondlife.alia@gmail.com.

“Second life: tutto torna” è ideato e promosso da Alia Servizi Ambientali S.p.A.; partner dell’iniziativa sono Fondazione Palazzo Strozzi, Maggio Musicale Fiorentino, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci.

Alia Servizi Ambientali S.p.A.