Viva la vida con Pamela Villoresi

24-25 novembre, ore 21

201

Libera, passionale, forte e fragile al tempo stesso. Nella vita così come sul palcoscenico. L’omaggio alla figura della pittrice Frida Kahlo, icona internazionale di donna indipendente e rivoluzionaria, ha la voce e il corpo di Pamela Villoresi, attrice pratese dalle indiscusse doti interpretative che l’hanno portata a recitare in teatro con nomi del calibro di Strehler, Gassman, Missiroli, Cobelli, Panici e al cinema con grandi maestri come Paolo Sorrentino nel film premiato con l’Oscar La grande bellezza.
L’interpretazione in Viva la vida, nel riadattamento che il regista Gigi Di Luca ha tratto dall’omonimo romanzo di Pino Cacucci, segna il ritorno nella “sua” Prato di Pamela Villoresi, dal 2019 direttrice del Teatro Biondo di Palermo. La città tessile rappresenta l’unica tappa toscana per lo spettacolo che è andato per la prima volta in scena al Biondo nel marzo 2020, prima del lungo lockdown imposto dalla pandemia. La tournée in programma fino alla fine dell’anno lo vede approdare dunque al Politeama per una doppia data, mercoledì 24 e giovedì 25 novembre (alle 21). In concomitanza con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, lo spettacolo vede il patrocinio del Comune di Prato ed è stato inserito nella programmazione delle iniziative di sensibilizzazione contro la violenza di genere sul territorio.

«La vita, l’opera, il corpo di Frida Kahlo sono un grido di libertà, di autonomia e di inviolabilità delle donne – sottolinea Beatrice Magnolfi, presidente del Teatro Politeama Pratese – Portare in scena Viva la vida ci è sembrato il modo più corretto, attraverso la forza di denuncia intrinseca del teatro, per partecipare alla Giornata del 25 novembre. Lo faremo con una straordinaria artista pratese, Pamela Villoresi, una delle poche donne a dirigere un grande teatro italiano come il Biondo di Palermo».

Quello che andrà in scena al Politeama sarà uno spettacolo innovativo, che racconta una Frida Kahlo intima e contemporanea. In scena Pamela Villoresi nel ruolo dell’artista messicana, Veronica Bottigliero, la body painter che le dipinge sul corpo nudo i segni della sua arte, e Lavinia Mancusi che interpreta la cantante Chavela Vargas portando in scena l’ultimo atto della sua esistenza.

Tre donne in scena, per un canto alla vita, un urlo di amore e di libertà in un ultimo viaggio costellato da pensieri, immagini e ricordi che si muovono in un’atmosfera onirica.
L’omaggio a Frida Kahlo riallaccia inoltre il filone del rapporto fra cinema e teatro che fa parte dell’identità del Politeama e attraversa tutta la nuova stagione della grande prosa: non si può dimenticare, in questo senso, la pellicola Frida interpretata dall’attrice candidata all’Oscar Salma Hayek.

Lo spettacolo Viva la vida si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid con obbligo del Green pass all’ingresso. Il costo del biglietto è di 25 euro in platea, 15 in galleria; riduzioni previste per gli spettatori under 25 in galleria (15 euro), 10 per cento di sconto per i soci Unicoop Firenze. In occasione della Giornata per l’eliminazione della violenza contro donne, è prevista inoltre una riduzione del 10 per cento per le associazioni femminili del territorio.

È possibile acquistare i biglietti attraverso il circuito Ticketone o Boxoffice oppure direttamente in biglietteria, aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Informazioni: www.politeamapratese.it